Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

06/01/17

Prima di portare il dono all'altare vai a fare pace con il gregge che ha qualcosa da lamentarsi contro di te, e solo allora torna !!


la figlia di Iefte       02/01/17, 15:47


Salve a tutti e ben ritrovati, anche se non riesco a partecipare quanto vorrei, vi leggo sempre...e volevo condividere con voi questa applicazione, visto che come ho detto in passato, le applicazioni spesso risultano ripetitive e a senso unico...

La scrittura in questione é Matteo 5:23-25 " Se dunque porti il tuo dono all'altare e lì ricordi che il tuo fratello ha qualcosa contro di te, lascia lì il tuo dono, e va via prima fa pace col tuo fratello...risolvi subito la questione con chi si lamenta contro di te in giudizio....affinchè chi si lamenta non ti consegni in qualche modo al giudice"...



Tutti conosciamo l'applicazione tradizionale e ufficiale del proclamatore semplice o base che per amore della pace deve soffocarsi a volte trattarsi da stupido e chiedere sempre umilmente scusa anche quando ha ragione, perché  altimenti i suoi sacrifici sono vani o nulli. Ok ci può stare l'abbiamo accettato e fatto per anni, ma quanto ci piacerebbe un giorno ascoltare : 
Cari fratelli pur stando ai vertici, siamo consapevoli dei nostri limiti e imperfezioni, purtroppo sbagliamo in continuazione come tutti e ci rendiamo conto che i nostri errori hanno un peso maggiore, ripercussioni più pensanti sul popolo di Geova proprio per il posto che occupiamo!



Eh si penso che piacerebbe a tutti ascoltare queste parole, perchè le false aspettative, le direttive inverse che invece di proteggere le vittime, proteggono i carnefici, la cattiva gestione delle contribuzioni e quant'antro non l'abbiamo certo fatta nè voluta noi proclamatori semplici o base!!!!
Quindi anzichè vantarsi dei progressi nelle costruzioni ecc...farebbero bene a fermarsi e chiedersi: 
La congregazione che Geova e Gesù ci hanno affidato è soddisfatta del nostro lavoro o hanno qualche ragione per lamentarsi? Se hanno qualche motivo di lamentarsi, invece di tappargli la bocca intimando Sottomissione e Ubbidienza Assoluta senza se e senza ma, la scrittura dice: fermati, lascia lì il tuo dono e vai prima fai pace col tuo fratello (scusati ammetti i tuoi errori) poi offri il tuo dono...altrimenti è VANO, NULLO, Geova non se ne compiace!!!!!





Quanto sarebbe più incoraggiante e veritiera un'applicazione del genere scritta sulle nostre pubblicazioni, imitando lo stile franco onesto e senza filtri della Parola di Dio...sono sicura che fornirebbe nuova linfa, animo e stimolo per rimboccarci le maniche e impegnarci con rinnovato zelo nella predicazione della Buona notizia del Regno...
Si lo so sono una sognatrice, infatti l'adunanza che si è tenuta a Roseto ne è una dimostrazione, riservata solo agli anziani, perchè?

Molti di loro non ci hanno mai prestato un'ora di servizio volontario per costruirla, non sono tornati a casa esausti e doloranti, e non sono stati neanche euforici alla sua dedicazione...Eppure se ti permetti di fare qualche domanda sul perchè non vi si terrà il prossimo congresso di zona sono subito pronti a etichettarti come poco spirituale....ma cosa ne sanno questi galletti ruspanti senza ne spina dorsale nè sostanza della SPIRITUALITA'????

Cosa hanno in comune con i modi e atteggiamenti amorevoli, avvicinabili, pieni di empatia e accattivanti di Gesù?
Perchè non potevano fare un collegamento e rendere pubblica questa adunanza? Cosa indicano queste stanze e porte chiuse?
Perchè però quando si tratta di chiedere (€$£) lo fanno in tutti i modi e forme? Vedi w nov.2016 pag. 19/20???


Gesù si paragonò ad un Pastore amorevole e a noi ci ha paragonato a pecore del suo gregge...perchè invece io mi sento solo un numero e un limone da spremere? Forse c' è qualcosa che non va? L'organizzazione sempre più simile ad una Superpetroliera deve fare inversione altrimenti rischia di inabissarsi se segue questa rotta! Siccome a volte i sogni si avverano e la speranza è l'ultima a morire..io ci voglio credere...Un caro saluto a tutti !!!
_______________________

14 commenti:

  1. Ciao cara sorella , io ti chiedo di riflettere su questo , se qualcuno è in grado di leggere cuori e reni e di contare tutti i capelli sulla nostra testa , per chi li ha naturalmente , credi che non stia vedendo tutto il marasma che denunciamo dalla mattina alla sera ???ECCLESIASTE 5:8 ...... se vedi l'oppressione di chi ha pochi mezzi e togliere con violenza il giudizio,e la giustizia in un distretto giurisdizionale , non ti sbalordire della cosa perchè uno che è più alto dell'alto guarda e ci sono quelli che sono alti al di sopra di loro .
    Fà del tuo meglio sorella che è quanto Geova si aspetta da ognuno di noi , al momento opportuno tutti i nostri malesseri e conti che non tornano verranno sistemati , il tuo sfogo e la tua amarezza sono giusti e logici e noi li condividiamo , forse ti chiedi si vabbè ma alla fine cosa concludiamo , che semplicemente non sei sola in queste intime sofferenze e delusioni ma hai la nostra empatia , e che ci faccio ??
    inanzitutto ci dai parte del peso delle tue angosce che portiamo insieme a te di tutto cuore , poi non ti senti una TDG strana , poi ti senti molto più serena sapendo che qualcuno ti ascolta con attenzione e non con fastidio , e poi perchè ne vieni fuori comunque incoraggiata a sopportare non a far finta di non vedere e non prenderne coscienza , il bubbone marcia vedrai che lo asporterà chi di dovere ,......ti ricordi quando con vanto ed arroganza gli scribi gli fanno notare a Gesù che loro sono figli di Abramo.......se Geova vuole gli risponde Gesù fà suscitare figli di Abramo da queste pietre........lasciali alle loro presunzioni , e stai in pace
    un'abbraccio Vik

    RispondiElimina
  2. un pensiero incoraggiante per chi si sente alla deriva

    La stragrande maggioranza della fratellanza,(che non è stupida) ha un vago sentore ultimamente di essere presa in giro. Si potrebbe dire che si sentono più come pecore da tosare che pecore da curare.
    Molti si ritrovano in queste parole "Da chi ce ne andremo? tu hai parole di vita eterna". Questo ragionamento si sta dimostrando una vera ancora di salvezza.

    Tuttavia, altri vivono un dilemma più profondo. Per motivi tanto vari quanto complessi, faticano a ritrovarsi in un Dio di amore, in un Verità unica e globale, cosicché iniziano a prendere le distanze da chi invece sostiene "a spada tratta" (e anche un po' a pappagallo) questi valori che appaiono per certi versi indifendibili.
    Forse, prima di "voltare del tutto pagina", stanno facendo un ultimo tentativo per comprendere, per sentirsi di nuovo vicini a Dio e forse aspettano un segno o aspettano semplicemente l'evolversi delle cose. A questi vorrei proporre un pensiero (mi auguro) incoraggiante.
    Ho riflettuto un po' su due racconti , di Giobbe e di Abraamo.
    La reazione di Giobbe è stata grosso modo, di grande delusione, rabbia verso Geova e depressione. Ma per quanto lo volesse aiutare, Geova non spiegó mai a Giobbe l'intera verità. Piuttosto lo aiutó a soffermarsi sulle verità che già conosceva (nel suo caso specifico, le meraviglie della creazione). In sostanza Geova rafforzó in Giobbe la convinzione della sua esistenza, ma per il resto, Giobbe doveva fidarsi e accettare di non capire.
    Riflessione: se le verità bibliche che stanno bene alla maggioranza, ora non mi convincono più di tanto posso fare due cose
    1) accettare di non capire. 1Co 13:12 va in questo senso "al presente vediamo a contorni vaghi per mezzo di uno specchio di metallo". Questo significa solo mettere per così dire le domande che vorremmo fare a Geova in un cassetto del nostro cervello, e quando saremo faccia a faccia con Dio (sempre che ne avremo ancora voglia) le ritireremo fuori
    2) ricercare dei nuovi punti fermi convincenti dell'esistenza di Geova. Poi tutto il resto passa in secondo piano. Non è sbagliato quindi farsi domande, o fermarsi a riflettere. È sbagliato (più che altro è un vero peccato) smettere di cercare Geova. Sicuramente Geova stesso si rivelerà in un modo unico e nuovo (si personalizzato per ciascuno).
    A quel punto, il motto non sarà più "Da chi ce ne andremo?" ma diventerà
    "Per sentito dire ho udito di te, ma ora il mio proprio occhio veramente ti vede" (Gb 42:5)
    E da qui non torneremo mai più indietro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Rugiada. La tua riflessione sull'esempio di Giobbe è certamente valida e da tenere in considerazione. Spiegazione logica e sensata. Però non pensi che con questa spiegazione potremmo incanalare qualsiasi situazione nebulosa possa accadere a cui non possiamo dare spiegazione? O potremmo condonare qualsiasi malefatta accada nell'organizzazione, o qualsiasi sventura con la speranza che un giorno una rivelazione o Geova a "quattr'occhi" possa darci qualche motivazione?
      Preferisco sicuramente ragionare come te, piuttosto che scappare, Ma non mi sembra possa alleviare il dolore di chi ha subito nefandezze, ingiustizie e torti nella congregazione. Confermando comunque, ripeto, che una strada migliore non mi sembra sia ora disponibile.

      Elimina
    2. Si,@Pungitore, dici bene, ...forse non mi rivolgevo a chi subisce ingiustizie nella congregazione. Piuttosto se capita su questo blog, qualche TdG che inizia a dubitare di Geova. Credimi sono in tanti, anche "nati nella verità" e non sono "cattivi", non cercano una scusa per uscire. Sono un po' smarriti.
      Sono sincera, condivido alcune riflessioni che mi sono fatta in un tale momento di "smarrimento". Magari se queste riflessioni hanno aiutato me, potranno aiutare anche altri.
      Chi si riconosce, capisce meglio

      Elimina
    3. Il racconto di Abramo

      Molti che si sentono come abbandonati da Dio, come ultimo tentativo chiedono un qualche segno, poiché è scritto "continuate a chiedere e riceverete".
      Ma cosa puó succedere se questo segno tarda ad arrivare?
      È bene non mollare!!!
      Vorrei proporvi un ragionamento "al contrario". Chi non si arrende ai dubbi, tende a cercare di valutare se può fidarsi di Geova. Ma ci siamo chiesti se, nel frattempo anche Geova vuole capire se può fidarsi di noi?
      Certo, non ne avrebbe bisogno visto che "scruta i reni e i cuori", ma questo lo fa sempre e in ogni occasione? Come si comportò con Abramo (dopo avergli chiesto di sacrificare Isacco?)
      Abramo fece un viaggio di tre giorni per recarsi al luogo del sacrificio. Geova non poteva già leggere il suo cuore e le sue intenzioni e fermarlo allora? Sai che sollievo per Abramo!
      Poi Abramo salí da solo con Isacco e preparó l'altare (e chissà quanto pregava!) Non poteva bastare come dimostrazione di fede? Leggiamo che solo quando prese il cortello allora Geova gli disse: "Non farlo, poiché ORA davvero so che temi Dio". E gli riconfermó la promessa.

      Geova stava per affidare ad Abramo il futuro dell'umanità, ma volle vedere se Abramo era "l'uomo giusto", se non lo avrebbe abbandonato anche se poteva avere in mente domande piú che legittime. .
      Riflessione: non abbandoniamo Dio perché al presente ci sentiamo abbandonati. (So che è più facile a dirlo che a farlo). Ma chi avrà avuto più difficoltà nel cercarlo, avrà anche più gioia (e una fede ben solida) quando lo troverà. Mi auguro di cuore che questo sia ciò che possa accadere a tutti coloro che hanno forti perplessità.
      "Chi mi trova, certamente troverà la vita è otterrà buona volontà da Geova" (pr 8:35)

      Elimina
    4. @Rugiada hai centrato sicuramente l'obiettivo. Mi hai incoraggiato molto e immagino anche altri lettori del Blog. Le tue e altrui riflessioni e considerazioni su brani biblici hanno sicuramente l'effetto di rivitalizzare molti. Lo scopo nobile del blog per me è principalmente questo è il tuo è un notevole contributo! Grazie di cuore.

      Elimina
  3. Cara Figlia di Ifte e Caro Vik , voglio anche io fare un paio di considerazioni sulla cosa, in effetti ormai è chiara da un pò una stretta burocrazia, che va avanti a colpi di circolari, si sembra che la bibbia non basti, bisogna aggiungere delle nuove leggi e leggine,i fratelli non devono sapere niente se non quando c'è da tirare fuori soldi, i vari video preparati ad Och fanno vedere solo la parte strappalacrime, nascondendo la verità di quel che sta accadendo,
    Cara sorella come molti paragoni la soc ad una superpetroliera, io la paragono al Titanic, dove sia gli ideatori, i costruttori, il comandante e la truppa, la considerava talmente forte e indistruttibile da navigare in completa tranquillità anche là dove c'era da stare all'erta, ed un "po" di ghiaccio buttò all'aria tutta la loro superbia,
    Come dice Vik , vedrai che il bubbone verrà fuori.
    Io attualmente ho però un problema,non so come fate Voi quando vado in servizio, sinceramente non riesco a dire alle persone quel che fino ad un anno fa dicevo, non me la sento di dire di venire a far parte della WT, il problema è che io vado si bibbia in mano e cercando di parlare di Gesù di Dio e del loro regno, ma mi ci vorrebbe a fianco un fratello "consapevole"altrimenti si accorge che qualche cosa non torna, oggi che siamo "costretti" ad offrire video preconfezionati il non farlo suscita domande alle quali diventa difficile rispondere.
    Quindi sempre più bisogna viaggiare cauti come serpenti ed innocenti come colombe.
    Si Vik, essere qui a discuterne tranquillamente è una bella liberazione.
    Il mio motto e la mia speranza è : Che Geova venga presto.
    Buon fine settimana a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro X-Men
      Romani 3 :3-5.........Che dunque? se alcuni non hanno espresso fede, renderà forse la loro mancanza di fede , senza fedeltà la parola di Dio , non sia mai !!! ma sia Dio trovato verace benchè ogni uomo sia trovato bugiardo.
      Ti ha tradito od ingannato Geova per caso ......? vedi caro fratello sai quale è il soliti nostro grande problema che spesso e volentieri ci dimentichiamo che abbiamo avuto il privilegio di conoscere Dio , Gesù ci aveva garantito , pene , tribolazioni , qualcuno adirittura sarebbe stato ucciso ,prove e sofferenze , il problema è se abbiamo affetto per la nostra anima o abbiamo capito che la vera vita non è in questo sistema di cose , nel mentre di questo stesso mio bla bla bla , mi può venire un'inferto , stasera riaccompagnando a casa mio figlio mi potrebbe capitare un'incidente o domani perdere lui, e mi fermo quà , perchè di gesti scaramantici ne sappiamo tutti fare parecchi .
      Ecco vado in servizio a predicare la buona notizia che un certo Regno come con un colpo magico di spugna ci libererà per sempre di tutto questo , nel frattempo mi spendo per incoraggiare chi mi vuole ascoltare come lo fu per Gesù, gli apostoli e tanti cari spirituali fratelli ad amare Geova in spirito e verità , poi anche a me di mugugni e palle di bile amara nello stomaco non mi mancano , viste subite e subendo parecchie , il CD non è Geova , gli anziani non sono Geova , i fratelli ipocriti e scapestrati non sono Geova , il male non è da Geova ,........questo sistema con il suo pervertito e perfido burattinaio , voleva vendervi l'idea che saremmo entrati nel regno di Dio cantando ballando , mangiando polenta e costine e con tutte le nostre belle cosette nella casestta del mulino bianco, e la nostra famigliola allegra e saltante , magari un maschietto ed una femminuccia, perchè no !! .
      Noo caro fratello mi dispiace ma questo è il sistema di cose , Basta a ciascun giorno il suo male e come disse Paolo il giorno è malvagio , ecco perchè sono ancora TDG ecco perchè vado in servizio , sai è facile smarrire la direzione in cui si incanalano le nostre energie, sai che sistema usa Satana?? l'ho capito propio attraversando cose terribili , usa il sistema che usano nella corrida con il Toro , pensaci un'arena piena di folla , tutti gli inservienti intorno , i banderillos che sono quelli con gli spiedi intorno al tore , eppure quello sciocco animale dove concentra la sua furia e la sua rabbia ? nel drappo rosso che il torero con maestria e sapienza gli sventaglia sotto il naso ...e così fa Satana con noi qualunque problema che ci sbatte addosso è un Drappo rossso che egli manovra con maestria davanti a noi ......e come gli sciocchi ci dimentichiamo di tutto quello che ci circonda e continuiamo ad'infuriarci contro il drappo rosso.......meditateci tutti mieicari fratelli e sorelle..............con Affetto fraterno a te e tutti Vik

      Elimina
    2. @VIK, come dico spesso sono un pò vecchiotto ed a volte mi perdo come è accaduto in questo scambio, non ho ben afferrato quel che volevi farmi capire, io avevo solo fatto presente che anche volendo portare la buona notizia del Regno di GEOVA , devi primariamente stare attento al fratello con cui vai in servizio, altrimenti devi farlo alla miniera di un proclamatore della buona notiza della WT,
      Buona notte

      Elimina
    3. No sei semplicemente un essere umano con i suoi umani limiti , un certo Geremia che aveva una comunicazione diretta con Geova , ad un certo punto amareggiato e scoraggiato chiede .....Togli la mia anima perchè non ce la faccio più...., pensaci ! eppure la sua natura umana limitata visto che era polvere anche lui lo porta a dubitare dell'effettiva capacità di Geova di perseguire il suo obbiettivo ,....compagni di servizio ???? lavoro spesso con maleducati invadenti strilloni , tecno ignoranti che fanno vedere 5 video in 10 minuti , convinti che l'interlocutore alla fine andrà a riempire la vasca da bagno e lo supplicherà di battezzarlo , fratelli che bloccano con prese da Rugby passanti che stanno correndo indiavolati dietro alle loro faccende , per chiedergli che cosa ne pensano della bibbia o delle sofferenze ,( non ridere ma cose vissute personalmente) studi in cui uno svogliato studente si strascica da due anni a farsi solleticare le orecchie per un ora a settimana , etc etc etc , te lo ricordi quando gli apostoli in una certa occasione dove vengono trattati male , chiedono a Gesù , vuoi che invochiamo fuoco da cielo cosi li sterminiamo tutti ??? ha ! ha ! ha! già ma è cosi caro fratello , da noi dipende solo la volontà di amare Geova e servirlo con tutta la volontà di fare le cose che gli piacciono e lo rallegrano , non ti avvelenare l'anima che tanto lui sà e vede tutto, ad'un certo punto dirà : Raccogliete a me i miei leali , noi non cambiamo nulla , possiamo solo essere una luce che illumina ed attrae , le vere persone che ricercano dio ed i veri spirituali fratelli , tranquillo che quando nella tua onestà e lealtà a Geova stai indigesto a qualcuno c'è qualcosa in lui che non và
      un'abbraccio

      Elimina
    4. Grazie Vik dell'incoraggiante argomento, restiamo nei tempi di Geova.
      Un abbraccio anche a te e a tutti i consapevoli e anche quelli tintinnanti.

      Elimina
  4. @rugiada, ti consiglio un bellissimo film che puoi trovare su You tube: "io mi ricordo di Anna Frank"
    Il tema sono i perché morali dell'uomo. Ci sono un paio di scene chiave da lasciare a bocca aperta. La bambina che chiede al padre di Anna perché gli uomini arrivano a fare il male e Dio tace e quando il rabbino chiede alla guardia SS cos'è la legge morale.
    Ovviamente lo consiglio anche a tutti gli altri...

    RispondiElimina
  5. Figlia di Iefte.....@

    Giorni fa mi sono piacevolmente incontrata con dei fratelli carissimi, cristiani convinti...dentro/ fuori /e intorno, che hanno subito molte ingiustizie, e ci sono passati sopra, hanno visto cose allucinanti, ed hanno tenuto duro e lottato, poi sono stati estremamente toccati dal modo di gestire i casi di pedofilia ed hanno così sofferto al punto di vergognarsi di appartenere ad una simile organizzazione, ( cosa che credo ognuno di noi provi in tali circostanze), fratelli storici, hanno fatto l'integrità chi a Gaeta, chi a Sulmona, e perseverato per anni, loro e le loro grandi famiglie e mentre si raccontavano sia piacevoli che meno piacevoli esperienze, mi è venuto di chiedere quanto tu hai riportato nel tuo post cara Figlia di Iefte..riprendo per comodità la tua espressione frase preceduta da una mia domanda : e se un giorno i responsabili dovessero chiedere scusa ...saresti disposti a ravvivarvi? Ora continuo con le tue parole immaginando escano dai diretti interessati


    "Cari fratelli pur stando ai vertici, siamo consapevoli dei nostri limiti e imperfezioni, purtroppo sbagliamo in continuazione come tutti e ci rendiamo conto che i nostri errori hanno un peso maggiore, ripercussioni più pensanti sul popolo di Geova proprio per il posto che occupiamo!...a cui aggiungo pure..e per questo chiediamo umilmente perdono

    Ho chiesto ai fratelli se fossero stati di parere diverso se i membri del CD e altriresponsabili, avessero ammesso quanto sopra.......
    come risposta …........conoscendomi e non volendomi dispiacere ...perchè mi vogliono bene..
    mi hanno raccontato una esperienza da loro realmente vissuta,

    .. di quando come rappresentanti cercando nuovi clienti ,davano la possibilità di poter acquistare prodotti di qualità a prezzi più concorrenziali ...il titolare di una grossa azienda valutò e accettò la proposta dopo averne accertato la valida del prodotto...e si iniziò così una collaborazione regolare, con gioia e soddisfazione dei fratelli......

    però un giorno un responsabile di magazzino cercò di interrompere queste forniture, adducendo come motivazione che l'ex fornitore si era riproposto scontando fortemente i prezzi della merce (che da diversi anni gli forniva),....i fratelli tornarono a chiedere spiegazioni al titolare riguardo la sospensione delle forniture, con loro sorpresa.... il titolare richiamò il responsabile intimandolo a continuare la collaborazione con l'azinda rappresentata dai fratelli informandolo che

    A MENO CHE IL VECCHIO FORNITORE NON GLI GLI AVESSE RESTITUITO LA DIFFERENZA RISULTANTE DAI PAGAMENTI EFFETTUATI AI PREZZI PRECEDENTI RISPETTO A QUELLI CHE ATTUALMENTE PROPONEVA..(.SCONTATI DI GRAN LUNGA RISPETTO A QUANTO PER ANNI AVEVA PAGATO)....NON AVREBBE PIU' ACQUISTATO NULLA...

    Devo ammettere che in un primo momento non avevo del tutto afferrato il concetto,.... vediamo cosa avete dedotto voi, soprattutto a coloro che facilmente puntano il dito su coloro che hanno ceduto per così dire, le armi, magari divenendo inattivi ….

    RispondiElimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio