Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

26/01/17

Geova guida il Suo popolo con un obiettivo.

     007 mission impossible       26/01/17, 10:20   

Geova ha sempre guidato il Suo popolo tramite rappresentanti umani e oggi guida l'ekklesia tramite un corpo direttivo, prima tramite dei Presidenti vedi Russel e Rutherford. Nel primo secolo c'era una direttiva da Gerusalemme e in parte anche da Antiochia se non erro. Gesù è ritornato invisibilmente nel 1914 allo scadere dei tempi dato alle nazioni gentili menzionato in Daniele e nei vangeli. Geova guida con uno scopo ed un obiettivo.

Per israele carnale lo scopo era condurre a Cristo e proteggere la genealogia del seme da Abraamo a Davide e fino a Gesù. Dopo aver istituito l'ekklesia cristiana Gesù disse che sarebbe partito e poi tornato ma nel frattempo ci sarebbe stata l'apostasia.
Poi al termine del sistema di cose la mietitura sarebbe iniziata e la raccolta portata a termine fino alla fine tramite l'opera di predicazione e insegnamento del regno. Lo scopo per cui Geova guida il Suo popolo è portarlo alla fine dell'opera per radunare l'intero numero di chi ama Dio e desidera o cerca la Sua giustizia e il Suo regno.


Nel mentre guida con questo obiettivo permette che il libero arbitrio faccia il suo corso dato che la questione in gioco è la rivendicazione del Nome e del Governo di Dio e la lealtà dell'uomo a Dio pur nell'imperfezione. Grazie a Dio abbiamo il sacrificio che compensa i nostri errori non possiamo essere leali perfettamente ne onesti al massimo grado non è possibile per nessuno di noi.
Se nel frattempo i re di israele o oggi chi dirige l'opera commette peccati o errori di politiche e direzione non significa che Geova non guidi il Suo popolo anzi tutto il contrario.


Significa che la bibbia dice il vero quando sostiene che siamo tutti peccatori e indegni della gloria di Dio anche le congregazioni peccano o sbagliano senza nulla togliere al messaggio biblico di salvezza.


Facciamo il massimo bene alla fratellanza se non ci immischiamo nel giudizio che spetta a Dio e solo a Lui in merito a chiunque ha autorità al contrario si possono lamentare le azioni errate o le istruzioni che sembrano sbagliate tramite l'uso delle Scritture e non l'uso delle ideologie propagandistiche di questo mondo diretto anche questo da uomini che si vantano della loro cultura o incultura dato che la vera cultura non può prescindere dal massimo sapiente di questo universo che è Geova Dio e Suo figlio Gesù. Quindi di cosa parliamo ? Parliamo di cose spirituali ovviamente.


Denunziare le storture e essere bereani è corretto e consigliato dalle Scritture ma impuntarsi su chi dirige questo chiodo fisso dello schiavo risulta assolutamente negativo per l'ekklesia in generale e non opera per l'obiettivo che Dio si è preposto ossia predicare a tutti il Regno di Dio sino alla fine per salvare dalla propaganda mondana quante più persone possibili e riconciliarsi con Dio.
Dobbiamo lavorare sul miglioramento delle politiche interne e combattere contro le lobby che curano gli interessi ad personam e non gli interessi del Signore.


Gesù non criticava l'istituzione del Sommo sacerdote o del sacerdozio, ma le politiche dei Farisei e dei capi religiosi in voga in quel periodo storico. I Farisei erano una potente Lobby che dettava l'agenda teocratica religiosa di quei tempi e con le loro relazioni sociali nella teocrazia avevano ampio spazio per influenzare tutto Israele e molte sinagoghe.


 Mai letto e sentito dire a Gesù : guai al sommo sacerdorte che si erge a capo del popolo ebreo...ma quando mai!!
Invece si legge delle condanne all'ipocrisia delle lobby farisaiche senza personalizzare la sua condanna che era contro un modo di fare e un insegnamento errato in voga tra i capi e anziani di allora.


Se seguiamo il modo di operare di Gesù faremo il bene della congregazione se al contrario demoliamo le istituzioni stiamo operando in negativo e contro noi stessi. Le Scritture parlano chiaro nell'ekklesia c'è sempre stata una direzione sia locale che sovra generale. Se ci atterremo alle Scritture saremo progressivi e aiuteremo altri.


Amen




______________________________