Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

10/12/15

Nabot : Riflessioni dal deserto di En-Ghedi...

Cari Fratelli,



Mi domando cosa stia succedendo nelle varie congregazioni italiane: Le riforme continueranno o tutto si fermerà alle sole cose già annunciate? Alcuni problemi che sussistono nelle congregazioni e che meritano di essere approfonditi:


-Fratelli ed anziani che sono colonne delle congregazioni da decenni, amati e rispettati dall'ekklesia per la loro disponibilità, che hanno usato ed usano il loro incarico come veri pastori, sono messi alla berlina e messi nella condizione di non nuocere dai cavalieri della fede

-Anziani, Carrieristi, Ex-co, Ex-ps che con le loro regole e regolette camuffate da ubbidienza "dovuta a Iah" si riempiono la bocca con la parola "Organizzazione", portando uno spirito di paura e diffidenza, di sorrisi ipocriti e convenienza, considerando i fratelli soldatini che possono dire al massimo"sissignore". I fratelli vanno in Sala col timore di essere chiamati nella stanzetta di serie B per essere rimproverati

-I pseudo-pastori anzichè dare il benvenuto, camminano avanti ed indietro con fogli e cartelle per chissà quali comunicazioni da dare...Che spettacolo deprimente. Che squallido teatrino!

-Carrieristi che si circondano di coloro che aspirano a fare carriera,formando gruppetti con aria da cospirazione,mentre l'ekklesia, abbandonata a se stessa, soffre...

-Adunanze che si trasformano in continui "bisogni locali"per colpire i singoli fratelli, offendendoli nella loro dignità e facendoli tornare a casa scoraggiati e turbati. Stesso concetto durante le visite del Co. Ma le adunanze non servono per incoraggiare? (W.15.11.'95." Estinguereste un lucignolo fumante?"). Non dovrebbero aiutare a ristorare i fratelli dopo giornate trascorse in mezzo al "mondo"? Quando i fratelli tornano a casa, non dovrebbero sentirsi più incoraggiati di quanto sono entrati...?

-Quando i Cavalieri della Fede intervengono su qualche nominato,rivedendogli e togliendogli l'incarico, con prove e bugie inesistenti,ma con il solo pensiero di farlo fuori, forse perchè amato e rispettato dall'ekklesia, perché la Betel approva la decisioni prese,senza accertarsi ed approfondire le prove presentate dai fratelli cancellati dall'incarico?

-Fratelli che si sono spesi per decenni nell'opera,vengono parcheggiati come auto da rottamare... L'unico incoraggiamento viene dalla Filiale con lettere standardizzate. Mi chiedo fratelli: E' questa Burocrazia o Tecnocrazia? Perché questo non interventismo betelita? Non è più che mai urgente la Riforma delle nomine di anziani,Co e quartieri alti? Con le nomine di veri pastori da parte dell'ekklesia non si eliminerebbero i carrieristi? Con Co sostituiti da pastori locali autosufficienti non si eviterebbero abusi di potere, nomine fasulle basate su doni, gite, laute cene e denaro?

-Fino a quando il Nostro condottiero Gesù Cristo, autorizzato da Iah, permetterà questa situazione dentro alle congregazioni da parte di questi lupi camuffati da pecore? (Ezech. 34:10)

-Questo comportamento imposto dall'alto che ha forgiato questo genere di podisti e carrieristi, non porta da nessuna parte e non reca beneficio a nessuno. Le pecore che Gesù ha acquistato con il suo sangue, piangono, perché scoraggiate e ferite

Cari Fratelli, le riforme sono vitali per la spiritualità della congregazione. In attesa che Geova provveda cosa possiamo fare tutti noi nei confronti del gregge? Dimostriamoci veri pastori (W.15.09.'93), soccorrendo le pecore che belano (Ger.3:15), facendole sentire amate, apprezzate e rispettate nella loro dignità. Termino di scrivere osservando il bel tramonto nel deserto di En_Ghedi...

Vi invio un fraterno abbraccio

Il Vostro Fratello Nabot