Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

29/11/16

Commenti in evidenza - Daniele sulla disassociazione e le Riforme bibliche.





 
Cari fratelli, vi seguo da un po', saltuariamente, e devo dire che mi sono incuriosito a tornare qui per la vicenda legata ai "servizi" delle iene. Avete fatto bene a cassare tutti quei commenti, sia perchè sulla rete ce ne è fin troppi (migliaia e migliaia ad esempio su fb), sia perchè, in tempo di campagna di invito per la commemorazione non è proprio il massimo, sia perchè qualche ultrabigotto potrà dire senz'altro "ma invece che stare qui al computer dovreste essere in servizio...", ma vengo subito al topic del 3ad presente con alcune piccole considerazioni che lascio come contributo alla discussione.

Da qualche tempo (forse da quando si è introdotta la modifica delle adunanze e l'adorazione in famiglia), l'Organizzazione sta facendo dei cambiamenti organizzativi volti a porre l'accento sulla nostra responsabilità individuale, per avere una cittadinanza nel Regno di Dio, occorre essere cittadini, appunto, e non sudditi. Si prenda ad esempio tutta la riflessione personale che sta attorno al nuovo documento delle Direttive Anticipate, nessuno può dirti "quella proteina sì e quell'altra no".
Un po' allo stesso modo secondo me, sarebbe da affrontare la vicenda della disassociazione, ovvero con gradazioni diverse. Mi spiego meglio.

 
Regole da cambiare nella Disassociazione
e Riforme bibliche auspicabili
 

Per me, un mio amico, che scopro che picchia la moglie, smetto di salutarlo sia che sia un fratello che viene disassociato sia che sia una persona non testimone di Geova. Stesso dicasi per tantissimi altri casi di disassociazione. Poniamo, esempi ipotetici, una persona che aveva scarsissimi valori morali e tradiva tutte le sue compagne/mogli/fidanzate. Poniamo che conosce i Testimoni di Geova e decide, per un periodo, di rispettare la fedeltà coniugale. Poi però ci ricasca e diviene di nuovo infedele, viene disassociato, e torna alla sua vita di prima.
Ora lo stesso peccato, dell'esempio, l'infedeltà coniugale, potrebbe essere anche commesso da un fratello o una sorella che è nata in una famiglia di testimoni, non ha mai avuto nessun altro giro di amicizie se non persone conosciute in congregazione/assemblea. Anche quest'ultimo viene disassociato. Ma capire che sono due casi molto diversi e quindi ci vogliono comportamenti diversi non mi sembra così astruso. Anche perchè rischi di mettere in bocca al satanico leone gente che ha solo fatto una cavolata e non si è pentita subito perchè sta "elaborando il lutto" per dirla con la psicologa che lo spiega qui:

http://it.wikipedia.org/wiki/Lutto#Elaborazione_del_lutto

Come è scritto da qualche altra parte su questo blog, ci vogliono molte riforme e se per voi lottare per esse significa ragionarne insieme con altri fratelli ragionevoli di persona, o anche qui, credo che una grossa fetta dei fratelli e sorelle che magari non vi conoscono siano con voi. Se invece vuol dire un qualche atteggiamento "grillino" nei confronti del sistema, si perde solo del tempo.
E con tutto ciò niente mi toglierà dalla testa che spesso, per "non rischiare", si mettono davanti come nominati o comunque come responsabilità, quelle persone senza personalità che sei sicuro che danno retta, ma da Davide fino all'Apostolo Paolo, Geova non ha scelto gente senza personalità, e siccome qui su questo sito di personalità ne avete da vendere, mi piacete.

Saluti da

Daniele nella fossa dei leoni 
___________________________________________________                                         

64 commenti:

  1. Commenti in evidenza dal Blog proclamatoreconsapevole.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Le regole per la disassociazione vanno riformate al più presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silent Noise21/04/16, 23:43

      Sono d'accordissimo!
      L'ostracismo indiscriminato (basta anche soltanto non essere presenti a tutte le adunanze per essere evitati...) non è scritturale, come anche la maniera in cui si formano i tristemente noti CG!

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cari fratelli, vi seguo da un po', saltuariamente, e devo dire che mi sono incuriosito a tornare qui per la vicenda legata ai "servizi" delle iene. Avete fatto bene a cassare tutti quei commenti, sia perchè sulla rete ce ne è fin troppi (migliaia e migliaia ad esempio su fb), sia perchè, in tempo di campagna di invito per la commemorazione non è proprio il massimo, sia perchè qualche ultrabigotto potrà dire senz'altro "ma invece che stare qui al computer dovreste essere in servizio...", ma vengo subito al topic del 3ad presente con alcune piccole considerazioni che lascio come contributo alla discussione.

      Elimina
    2. Da qualche tempo (forse da quando si è introdotta la modifica delle adunanze e l'adorazione in famiglia), l'Organizzazione sta facendo dei cambiamenti organizzativi volti a porre l'accento sulla nostra responsabilità individuale, per avere una cittadinanza nel Regno di Dio, occorre essere cittadini, appunto, e non sudditi. Si prenda ad esempio tutta la riflessione personale che sta attorno al nuovo documento delle Direttive Anticipate, nessuno può dirti "quella proteina sì e quell'altra no".
      Un po' allo stesso modo secondo me, sarebbe da affrontare la vicenda della disassociazione, ovvero con gradazioni diverse. Mi spiego meglio.




      Regole da cambiare nella Disassociazione

      e Riforme bibliche auspicabili



      Per me, un mio amico, che scopro che picchia la moglie, smetto di salutarlo sia che sia un fratello che viene disassociato sia che sia una persona non testimone di Geova. Stesso dicasi per tantissimi altri casi di disassociazione. Poniamo, esempi ipotetici, una persona che aveva scarsissimi valori morali e tradiva tutte le sue compagne/mogli/fidanzate. Poniamo che conosce i Testimoni di Geova e decide, per un periodo, di rispettare la fedeltà coniugale. Poi però ci ricasca e diviene di nuovo infedele, viene disassociato, e torna alla sua vita di prima.



      Ora lo stesso peccato, dell'esempio, l'infedeltà coniugale, potrebbe essere anche commesso da un fratello o una sorella che è nata in una famiglia di testimoni, non ha mai avuto nessun altro giro di amicizie se non persone conosciute in congregazione/assemblea. Anche quest'ultimo viene disassociato. Ma capire che sono due casi molto diversi e quindi ci vogliono comportamenti diversi non mi sembra così astruso. Anche perchè rischi di mettere in bocca al satanico leone gente che ha solo fatto una cavolata e non si è pentita subito perchè sta "elaborando il lutto" per dirla con la psicologa che lo spiega qui:

      http://it.wikipedia.org/wiki/Lutto#Elaborazione_del_lutto


      Come è scritto da qualche altra parte su questo blog, ci vogliono molte riforme e se per voi lottare per esse significa ragionarne insieme con altri fratelli ragionevoli di persona, o anche qui, credo che una grossa fetta dei fratelli e sorelle che magari non vi conoscono siano con voi. Se invece vuol dire un qualche atteggiamento "grillino" nei confronti del sistema, si perde solo del tempo.



      E con tutto ciò niente mi toglierà dalla testa che spesso, per "non rischiare", si mettono davanti come nominati o comunque come responsabilità, quelle persone senza personalità che sei sicuro che danno retta, ma da Davide fino all'Apostolo Paolo, Geova non ha scelto gente senza personalità, e siccome qui su questo sito di personalità ne avete da vendere, mi piacete.

      Saluti da
      Daniele

      Elimina
    3. Grazie Daniele x il tuo contributo

      Elimina
  4. ce scritto anche di non far parte del mondo, ma tutti lo imitano nell'abbigliamento e nei modi di fare...non salutare e non mangiare con loro si riferisce a non dare confidenza, ma essere indifferenti e da stupidi e incivili

    RispondiElimina
  5. Buongiorno cari fratelli,
    Vorrei sapere se nessuno e' rimasto colpito dall'articolo di studio di ieri. Si trattava di Gionatan, del suo rapporto col padre e con Davide. Come riusci a mostrare rispetto all' autorita' che in quel momento mal governava il popolo di Geova e ubbidienza relativa. Io ci ho trovato molti spunti da consapevole.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono rimasta molto colpita, soprattutto dal par.8e9. e mi sono sentita maltrattata dal conduttore con i suoi commenti.

      Elimina
    2. L'intero sottotitolo trattava il tema del rispetto a coloro a cui Geova ha concesso un certo grado di autorità. Da noi un commento ha sottolineato che Saul era l'unto di Geova, non un'autorità qualunque, eppure gradualmente fu rigettato. Fu difficile per i servitori di Geova trovare il giusto equilibrio tra lealtà a Dio e rispetto.
      Non tutti capiranno la portata di questo articolo ma sarebbe da mettere da parte, qualora il solito fulminato tirasse fuori ragionamenti del tipo: ubbidienza al cd = ubbidienza a Geova.

      Elimina
    3. Ciao Anna, cosa ha detto il conduttore ?

      Elimina
    4. Bellissimo il paragrafo 15:
      "Oggi nelle congregazioni dei Testimoni di Geova è molto improbabile che si venga trattati ingiustamente. Tuttavia... Se ci capitasse... dovremmo essere decisi a rimanere leali a Geova".
      MOLTO IMPROBABILE... ditelo ai migliaia di minori a cui le disposizioni teocratiche hanno sconsigliato l'intervento delle autorità secolari! Tutto per il buon nome dell'Organizzazione terrena dei Testimoni di Geova!

      Elimina
    5. Gionatan rispettava il padre ma quando ci fu da difendere Davide non ci pensò due volte.
      Mi chiedo: "Se tuo padre è l'unto di Geova, agendo in questo modo non stai forse andando contro una disposizione teocratica?"
      Lui sapeva che Geova aveva scelto Davide come successore ma in quel preciso momento era ancora il padre a governare. Avrebbe potuto rispettare Saul arrivando addirittura ad ubbidorgli qualora gi fosse stato chiesto di uccidere Davide: Geova sarebbe intervenuto sicuramente affinché non venisse permessa una cosa del genere invece, come avete già sottolineato, la sua fu un'ubbidienza relativa.
      Quest'aspetto andava approfondito dal CD dato che mi viene in mente quel'articolo dove veniva detto che un giorno avrebbero potuto darci istruzioni incomprensibili. Avremmo ubbidito?
      Se prendo in esame l'articolo di Gionatan/Saul/Davide, potrei decidere in un'ubbidienza relativa.

      Elimina
    6. Più che molto improbabile dovevano scrivere MOLTO PROBABILMENTE siete stati vittima almeno di una o due ingiustizie nella congregazione.........per essere onesti, ma la disciplina di PARTITO non permette queste sintassi

      Elimina
    7. esatto Jack. Invece la WT ha fatto un'applicazione che ritengo fuori luogo e fuori contesto. La WT l'ha applicato all'ubbidienza alle Autorità governative. Ma cosa c'entrano le autorità governative? Geova ha fatto scrivere una cosa apposta sulle autorità governative in un'altra parte della Bibbia. Qui l'applicazione è chiara: nella teocrazia, chi ha autorità può commettere errori e peccare di malvagità. Quindi le disposizioni sbagliate e non in armonia con la Bibbia non vanno seguite. Come fece Gionatan. <gionatan seguì il principio dell'ubbidienza relativa.

      Elimina
    8. Quindi R la sottomissione allo schiavo è relativa ?

      Elimina
    9. Galati 1:8,9 :"Comunque, anche se noi o un angelo dal cielo vi dichiarasse come buona notizia qualcosa oltre ciò che vi abbiamo dichiarato come buona notizia, sia maledetto. 9 Come abbiamo già detto, ora torno a dire di nuovo: Chiunque vi dichiari come buona notizia qualcosa oltre ciò che avete accettato, sia maledetto".
      Giudicate voi.

      Elimina
    10. umile servitore25/04/16, 21:44

      Il conduttore non dovrebbe commentare dovrebbe condurre..
      Lo dice il ks

      Elimina
    11. Si la sottomissione allo schiavo è relativa.....almeno a questo schiavo!
      Io conosco la verita dagli anni settanta,se avessi applicato alla lettera le direttive,non avrei dovuto mettere al mondo figli.
      Nel settantaquattro mi sarei dovuto vendere tutto e iniziare l'opera a tempo pieno.
      I miei figli avrebbero servito in betel ........con il risultato che adesso me li sarei ritrovati a casa, a quarantacinque anni,senza un mestiere e con le ossa rotte!!
      Sottomissione a chi,Nathan?

      Elimina
    12. Scusate, preferirei parlare di corpo direttivo anziche' schiavo. Tanto e' possibile che l'intendimento cambi ancora...
      Penso che dovremmo mostrare rispetto per il cd ed un certo grado di obbedienza ma come spiegava bene anche lo studio w, relativa. Lo sbaglio di molti fratelli e' di averli "deificati" ovvero, tutto quello che dicono viene considerato come se fosse ispirato, cosa che mai hanno affermato e che la bibbia stessa smentisce.
      Rispetto per compagni d'opera che come tutti noi fanno sbagli.
      A volte siamo noi a metterli su un piedistallo e poi restiamo delusi perche' non sono cio' che noi avevamo creduto.
      Leggete nella bibbia come Paolo, Pietro e gli altri, pur assolvendo incarichi per il bene della congregazione erano semplici esseri umani con sentimenti, passioni, errori simili ai nostri.

      Elimina
    13. @UMILE SERVITORE
      Il KS afferma che il conduttore non deve fare troppi commenti. Ergo, può fare commenti, ma non troppi. Conduce e quindi indirizza la conversazione per mettere in evidenza i punti principali.

      Elimina
    14. Lupo Solitario26/04/16, 12:00

      Il KS afferma..... Il conduttore può, deve, non deve .... massimo 30 secondi, minimo 5, prima rispondi diretto , poi allarghi, stringi ... fai ... disfi ...

      Basta !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Fatemi respirare !!!!!

      Cosa dice la bibbia di questo ??????????? Questa è la domanda.... non ks, km, wt e abc.

      La Bibbia !

      #Depresso #Deluso #aVolteArrabbiato #riaccendereIlCervello







      Elimina
    15. Lupo solitario, purtroppo a volte queste indicazioni servono. Perchè ci sono in giro conduttori dello studio Torre di guardia che fanno loro personali applicazioni fuori luogo e fuori contesto, o che usano lo studio per colpire qualcuno o per dare personali indicazioni e opinioni.

      Elimina
    16. E il bello deve ancora arrivare con l'articolo di questo fine settimana!!!

      Paragrafo 3: "Abisai mostrò rispetto per Davide. Per esempio, pensiamo a quando Davide, per nascondere il suo adulterio con Betsabea, chiese al fratello di Abisai, Gioab, di fare in modo che il marito della donna, Uria, morisse in battaglia (2 Sam. 11:2-4, 14, 15; 1 Cron. 2:16). Forse Abisai sapeva qualcosa di questo fatto, ma continuò a rispettare Davide, che era il re costituito da Dio. Inoltre, Abisai non cercò mai di usare la sua autorità di capo militare per usurpare il trono di Israele. Al contrario difese Davide dai traditori e da altri nemici (2 Sam. 10:10; 20:6; 21:15-17)."

      Paragrafo 14: "La benignità ci può aiutare quando è difficile decidere a chi essere leali. Facciamo un esempio. Supponiamo di sapere con certezza che un fratello o una sorella ha commesso una grave trasgressione. È probabile che vogliamo essere leali a questa persona, specialmente se è un caro amico o un parente. Ma se coprissimo il suo grave errore, saremmo sleali a Dio. "


      Il paragrafo 3 è particolarmente preoccupante per come è impostato. Si insinua che Abisai sapesse sia dell'ordine di mettere Uria in prima linea sia (peggio) della ragione dell'ordine..ma abbia chiuso un occhio. A parte la parentela con Gioab non mi pare ci siano riferimenti scritturali di questo, quindi non si può affermare una cosa del genere! Viene fatta una supposizione, ci viene costruito sopra un modello di comportamento e nemmeno una straccio di base scritturale per sostenerlo!
      Ma ammettiamo anche che lo sapesse: si sta elogiando qualcuno per essersi reso "quasi" complice di un omicidio.. comportamento che poco dopo al paragrafo 14 viene condannato.

      Unica differenza nei due casi: essere o non essere qualcuno o qualcosa. I soliti due pesi due misure.
      Se so anche per sentito dire di un fratello semplice che si comporta in contrasto con un principio devo dirlo.. se invece noto una cosa in contrasto con le scritture su una direttiva o su un intendimento (non importa quanto grave) devo farmi gli affari miei, spegnere il cervello e via...

      Invece le scritture poi fanno capire chiaramente l'opinione di Geova sull'operato di Davide. Credo proprio che se Abisai avesse saputo una cosa del genere ne avrebbe parlato con Davide prima che l'ordine fosse eseguito e forse avrebbe anche evitato un ulteriore peccato e salvato anche una vita! Si parla di omicidio mi pare... Geova avrebbe forse disapprovato Abisai per il fatto di aver denunciato una cosa simile?

      Qui stiamo torcendo le scritture a mio avviso...

      Elimina
    17. la figlia di Iefte26/04/16, 15:48

      Tra tutte le sigle che hai elencato caro lupo solitario, ci manca solo wc....e ci sono tutte😉😁😂

      Elimina
    18. Bravo Lupo, altro che riforme ci vorrebbero.
      ormai è tutto una burocrazia , anzi lo è sempre stato,ma in maniera più blanda,quindi lo accettavamo, ma ora è troppo, ora è il momento di finirla con questa commedia e con tutti questi commedianti.
      Geova vieni presto.

      Elimina
    19. umile servitore26/04/16, 21:53

      Si insomma il senso e che il conduttore deve condurre essenzialmente..
      I commenti ai fratelli

      Elimina
    20. Il geometra27/04/16, 07:11

      io penso che la misura sia colma... non ci sono più margini per correggere, dobbiamo farcene una ragione

      la diga sta per cedere... e amen !

      Elimina
    21. mettetevi un nik e 10028/04/16, 09:22

      @K.K.
      L'edizione di facile lettura ti può tranquillizzare. Non è come hai inteso (io non ho inteso come te):

      3 Abisai rispettava Davide perché sapeva che Dio aveva scelto Davide come re. Eppure, dopo essere diventato re, Davide fece dei peccati gravi. Ebbe rapporti sessuali con la moglie di Uria e poi disse a Gioab di assicurarsi che Uria fosse ucciso in battaglia (2 Samuele 11:2-4, 14, 15; 1 Cronache 2:16). Gioab e Abisai erano fratelli, quindi forse Abisai sapeva quello che Davide aveva fatto. Nonostante questo, Abisai continuò a rispettare Davide. Inoltre, Abisai era un capo militare e avrebbe potuto usare la sua autorità per cercare di diventare re, ma non lo fece mai. Al contrario, servì Davide e lo protesse dai suoi nemici (2 Samuele 10:10; 20:6; 21:15-17).

      Elimina
    22. ...rimane una pessima applicazione. nel momento in cui Davide decise di uccidere Uria, Davide aveva perso il favore di Geova.

      Elimina
    23. amministratore 128/04/16, 12:17

      XRoberto ecc...ecc. di quali commenti parli ?

      Elimina
    24. Per "mettetevi un nik e 100":

      spero proprio di aver inteso male io..
      Ma non capisco comunque 2 cose (anche in quella di facile lettura,.. che vuoi, sono duro di testa):

      1-Da dove si deduce che Abisai sapesse. Gioab glielo aveva detto? La bibbia non lo dice. Punto. Non semplicemente perchè erano fratelli dovevano necessariamente sapere. Perchè dobbiamo per forza pensare a una cosa del genere? Per ipotesi posso pensare un milione di cose che non sono scritte nella bibbia ma sarebbe andare, appunto, OLTRE ciò che è scritto.

      2-Se Abisai sapeva (ma non ci sono prove).. sarebbe stato davvero un buon esempio tacere conoscendo che un episodio di adulterio si stava trasformando in omicidio? Non è questione di andare contro qualcuno o ribellarsi. Magari avendo saputo dell'ordine strano, il lettore usi discernimento ;) , poteva informarsi meglio presso Davide stesso e farlo ragionare.. ripeto: Davide in fondo non era malvagio, Abisai lo conosceva bene, e avrebbe capito che se portato a ragionare forse avrebbe revocato l'ordine e quindi avrebbe fatto meno male anche a se stesso.. Da quando parlare e chiedere spiegazioni è uguale alla ribellione? Da questa rivista in poi?

      No no, io non sono convinto di questo articolo.. mi pare solo una precedente per delegittimare nella massa chi chiede spiegazioni dell'operato di altri.

      Elimina
    25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    26. Matematica non è acqua: l'ordine fu dato da Davide ad Uria stesso (quindi era probabilmente - penso io - sigillato, altrimenti Uria avrebbe potuto leggerlo e rendersi conto di ciò che stava per succedere). Abisai, capo della guardia di Davide era nella casa reale, mentre Gioab (capo dell'esercito di Israele) era a Rabba, per conquistarla. A meno che Davide stesso non glielo abbia detto, non vedo come Abisai sarebbe potuto venirne a conoscenza.
      E quando Gioab ricevette l'ordine, lo esegui subito. Quindi, anche se al suo ritorno lo raccontò ad Abisai, Oramai i giochi erano fatti.
      Mi sembra che l'idea che trasmette l'organizzazione, faccia un pò acqua da tutte le parti.

      Elimina
    27. Nei miei commenti qua sopra c'è un errore: come dici tu Uria, Abisai se lo ha saputo lo ha saputo dopo.

      La rivista dice infatti che è probabile che successivamente Abisai ne fosse stato informato da Gioab (a cose fatte), quindi Abisai non avrebbe potuto fare nulla in quel momento, diversamente da come dicevo sopra.

      Alla fine rimane il fatto che non possiamo sapere se davvero ne fosse venuto a conoscenza. Se lo venne a sapere, come dice la rivista, se ne deduce comunque che possiamo venire a conoscenza e parlare di fatti accaduti riguardanti l'operato dell'Unto di Geova pur rimanendo leali. Tentare di usurpare un posto che non ci spetta lo sarebbe.

      Ma il punto è un'altro, e la mia opinione riguardo a questa applicazione, non cambia.
      Come è finita la faccenda lo sappiamo. Che Geova non approvasse quello che è successo lo sappiamo altrettanto bene, e quindi se qualcuno al tempo si fosse fatto qualche scrupolo forse era meglio.
      Ne deduco che usare questo episodio per farci capire come mostrare lealtà è quantomeno fuori luogo.

      E poi noi oggi "non siamo un'organizzazione militare" come ha detto anche un fratello nel video della consegna dei diplomi della scuola di Galaad, "siamo tutti fratelli" come disse Cristo, quindi l'esempio di un militare di migliaia di anni fa, in una situazione di guerra e che esegue un ordine senza farsi domande, come minimo non ci è utile.

      Elimina
    28. Nè Gioab, nè Abisai sapevano dell'intera faccenda. Molto semplice e lineare da spiegare.
      Gioab ubbidì nel condannare a morte Uria, ma non sapeva dei motivi che portarono alla condanna di Uria. Ovviamente non discusse l'ordine di Davide, che aveva il potere di vita o morte sulle sue truppe. Se avesse saputo della vera ragione per cui Davide faceva uccidere Uria, si sarebbe macchiato di sangue innocente oltre a contravvenire ad una legge chiara che includeva tutti, re compreso: Lev. 5:1.
      La scrittura di 2 Sam. 11:17 è chiara, dice che Davide fece qualcosa di veramente disapprovato agli occhi di Geova. Non cita nè Gioab, nè Abisai. Infatti Nathan conosce da Geova tutta la storia, e Geova lo manda solo da Davide. Non sono inclusi nè Gioab nè Abisai. Quindi l'unico racconto che Gioab eventualmente può fare ad Abisai è parziale, e agli occhi di ambedue, seppur inusuale, la morte di Uria poteva essere legittima.
      La cosa che sappiamo con certezza è che SOLO Davide viene disciplinato.
      Quindi tutto il resto sono speculazioni, sesso di angeli.
      Il perché la rivista scivoli su questa incongruenza non ci è dato sapere. Comunque abbiamo una testa pensante, basta sederci e fare ricerche e meditarci sopra.
      Un abbraccio
      Graf

      Elimina
    29. Graf, non sono d'accordo con te. La legge di Geova stabiliva che bisognava avere udienza pubblica alle porte della città quando qualcuno violava le leggi. Inoltre prevedeva che per condanne a morte di fatti gravi ci dovevano essere due testimoni oculari. Il re non aveva alcun diritto di togliere la vita ad un uomo che non aveva fatto nulla.

      Elimina
  6. Da una ( parte della ) società malata e corrotta secondo voi cosa ci si può aspettare? sicuramente .....(alcuni ).... pezzi da 90 saranno in prima fila, con le loro facce imbiancate(altro che scribi e farisei)
    Ma tutto questo per che cosa? $$$$$$$$$$$$""$"$$$$'$"$$$.a me mi hanno ripreso perché mia figlia una sera si è presentata all'adunanza con i pantaloni mia figlia non è una sorella, di che cosa allora stiamo parlando (in tribunale c'è scritto in grande la legge è uguale per tutti ma se guardate bene in piccolo c'è scritto ma non per noi) noi che amministriamo la giustizia.
    Buona giornata a tutti i consapevoli.

    PS le frasi tra parentesi sono state inserite da 007 Neemia caro Poirot so che hai tutte le ragioni per essere arrabbiato quando si subiscono soprusi capirai che comunque dobbiamo sempre tenere un po' su il tono e la linea di proseguimento delle discussioni cercando di distinguere tra la parte malata dell'organizzazione di cui parla la Bibbia e la parte sana che è la maggioranza comprendendo gli angeli fedeli e i coregnanti

    RispondiElimina
  7. 007 ai ragione e chiedo scusa dei miei commenti nudi e crudi,ma quando vedo che nominato ho no continui a prendere sempre pedate,dopo un po' ti fanno male.
    Anche se come dice un fratello per incoraggiarmi, mi dice stai tranquillo che dopo le pedate ci sono i schiaffi e i pugni.
    Scusatemi ancora.

    RispondiElimina
  8. vocedipopolo26/04/16, 19:50

    notizia da confermare:
    sembra che ci sia una spaccatura nel corpo direttivo, perché alcuni non vorrebbero far entrare "nuovi membri" tra i sette.
    altri invece vorrebbero ampliare il numero dei membri del corpo direttivo.
    sicuramente c'è una tensione palpabile tra coloro che amministrano tutto l'apparato wt$...
    aspettiamoci nuovi sviluppi in merito e teniamoci forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. umile servitore26/04/16, 21:56

      Certo teniamoci forte..
      Io credo che tra un po l'organizzazione come la conosciamo adesso non sara piu cosi'.
      Non puo tirare certo avanti cosi la barca per lungo.

      Elimina
    2. Penso che siamo tutti d'accordo.

      Elimina
    3. Prima di parlere di spaccature, puoi dirci le tue fonti?
      Sarebbe interessante visto che con i ''sembra che alcuni vorrebero'' e ''sembra che alcuni non vorrebbero'' non si va da nessuna parte.
      Scusate,forse qualche volta sono un po'troppo diretto, è solo che non riesco a trattenermi.

      Elimina
  9. A mio avviso ci vuole una riforma del Corpo Direttivo: siccome solo Dio e Cristo sanno chi è veramente unto da chi non lo è, penso che il Corpo Direttivo possa accogliere anche persone della grande folla. Inoltre dovrebbe essere allargato come numero: nel primo secolo oltre agli apostoli vi erano gli anziani di Gerusalemme.
    Aggiungo: maggiore libertà personale, infatti a ogni cristiano viene chiesto di usare le proprie facoltà mentali (Romani 12:1). Minore burocrazia e regole (Matteo 15:7-9; Colossesi 2:21-23).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lupo Solitario27/04/16, 10:13

      Grande Lucio!
      Questo si che è ragionare, prima ancora di parlare.....

      Ti propongo come membro del Corpo Direttivo... :D :D :D anche se mi accontenterei che tu fossi nella mia congregazione ..

      Un abbraccio

      Elimina
  10. Tra l'altro lo studio di questa settimana dimostra che ci vogliono anni per fare le riforme bibliche. Ad esempio già nel 1881 avevamo compreso che il natale non era cristiano ma ci sono voluti decenni per rifare la riforma del natale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io comprendo che l'organizzazione celeste aveva comunicato o fatto capire agli studenti biblici già nel 1881 la verità sul Natale come festa non cristiana. Ma l'organizzazione terrena metabolizza le informazioni con molto ritardo o più lentamente essendo peccatrice/imperfetta. Ma Dio ha pazienza come dovremo averla noi sulle riforme bibliche proposte anche in questo spazio virtuale.
      Chi non capisce che il bullismo non dovrebbe essere una qualità di un nominato ? Tutti anche le riviste lo ammettono ma dobbiamo fare Lobby affinché si pratichi nella realtà questa verità biblica.
      Implementando direttive bibliche ad hoc per snominare d'ufficio chi si rende colpevole di atti di nepotismo/bullismo/mobbing in più di un occasione.
      Non c'è nulla di male a lasciare la poltrona e tornare proclamatori. Molti fratelli fanno i proclamatori da oltre 50 anni e mica si lamentano con Dio.
      Quindi una bella riforma biblica in merito al nepotismo ci starebbe in pieno.

      Elimina
    2. San Marinese31/03/17, 10:41

      Poveri noi. Hai ragione Mister x.
      Chi c'è domenica all'assemblea a Imola. Io ci sono. Abito a San Marino

      Elimina
    3. San Marinese noi già fatta ma non ad Imola. Sapete nulla dei progressi sul trasferimento dei beteliti nella Sala Congressi o è ancora tutto stagnante ?
      Un abbraccione e buon congresso

      Elimina
    4. Facci sapere San Marinese

      Elimina
    5. San Marinese03/04/17, 19:06

      Niente da dire. Solita assemblea. Di per se molto profonda parlava della fede. Ma sempre sfilate sul podio. E mai dimostrazioni realistiche. Tipo una parte che incoraggiava a non accettare un lavoro perché stava lontano da casa....tanto Geova ti aiuta...con regalini dei fratelli o facendoti trovare un'altro lavoro. Per una piccola percentuale sarà pure così. Ma la maggioranza no.
      Io conosco una coppia che rinunciò a un lavoro perché non era teocraticame idoneo. Ma dopo 8 mesi non aveva trovato ancora lavoro. Le bollette aumentavano. Ma nulla. Ha dovuto trovare il primo lavoro che trovava. Ed era un servitore di ministero. E pitrei fare altrettanti altri esempi. Comunque giusto per dire che dovrebbero essere più realistici.

      Elimina
    6. ...quindi Geova aiuterebbe una persona a trovare un lavoro, e poi invece farebbe morire adulti e bambini in incidenti stradali o farebbe morire di fame i bambini in Siria o in africa. molto logico davvero. trovo offensivo descrivere Dio in questo modo. Dio non è così.

      Elimina
    7. se continuano ad ascoltare i consigli degli altri faranno sempre la fine del topo...

      Elimina
    8. Sarebbe corretto far vedere nelle interviste anche sul JW BROADCASTING e ASSEMBLEE proclamatori che non hanno mai fatto i pionieri ma sono rimasti attivi magari affrontando prove e non avendo molti soldi come i pionieri moderni che fanno viaggi a tutto spiano e molti lavorano in nero o approfittano di vari sotterfugi per rimanere in pista. La semplicità e l'onestà di un vero cristiano si vede da queste cose e non dalla carriera che riesce a fare nel sistema burocratico.

      Elimina
    9. In tutte le religioni, tribù, nazioni, ideologie vi sono degli eroi che indicano la via. Additare la benedizione di Geova su questo o quel predicatore, nominato o pioniere non fa che rafforzare la fede (fiducia) degli astanti verso la causa comune. Non aspettiamoci che vengano additati esempi negativi, non sono congeniali alla causa. L'onestà intellettuale non è prevista semplicemente.

      Elimina
    10. Concordo con R
      Purtoppo a Geova vengono attribuite azioni o mancate tali che nulla hanno a che vedere con la Sua persona o il suo proposito. Nelle piccole e nelle grandi realtà. Come quando non si vuole - volutamente - intervenire per sanare un comportamento anti teocratico, magari pure da parte di un nominato o del furbetto di turno e si invita a "lasciare le cose nelle mani di Geova"...
      Quando è un povero proclamatore a fare un passo falso, anzichè nelle mani di Geova lo si getta in pasto all'inquisitore di turno, affamato di bastonature a destra e manca...

      Elimina
  11. San Marinese che ci dici del reparto betel a Imola ? Come vanno i preparativi ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intanto il trasloco dei reparti di traduzione è slittato a settembre a causa dei ritardi nei lavori...il reparto LIS verrà trasferito con tutto l'organico esistente, mentre è stato tagliato molto il reparto di traduzione italiana, anche se sembra che alcuni componenti rimarranno a Roma lavorando da remoto.

      Elimina
    2. San Marinese04/04/17, 17:43

      Esatto confermo, Samgar. Non so di dove sei Samgar. Forse ci conosciamo chi sa. Forse sei un sam? O un betelita? O forse un vicino di casa....chissà non lo sapremo mai. Ma confermo quello che dice il caro fratello Samgar. Sono un po indietro nei trasferimenti. Sono tuttavia molto impegnati per varie registrazioni per video e canzoncine dei bambini per il prossimo congresso di zona. Quello lo posso dire. Il LIS, ho fratelli e amici li nel reparto. Li saluto se ci leggono.

      Elimina
    3. umile servitore04/04/17, 18:48

      Ritardi sui lavori?
      Come mai?
      Sara perche non ci sono piu tanti volontari come una volta?
      Si sono sempre vantati per aver finito in anticipo...
      Ora non riescono piu a gestire nemmeno i volontari piu?

      Elimina
  12. Confermo termine lavori previsto per fine luglio...agosto trasferimento, settembre operativi. Fonte: operai LDC sul cantiere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Enoc per fare un RTO ci vuole tutto questo tempo ? Oppure è un lavoro complicato ? Sicuramente gli studi di registrazione insonorizzati richiedono qualche tempo ma 1 anno è molto !! Evidentemente non hanno fretta o sono impegnati in altri progetti e manca manodopera specializzata

      Elimina
    2. Come è andata a finire ? Confermano Ottobre !

      Elimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio