Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

11/10/16

SERIE : RIFLESSIONI DAL DESERTO DI EN-GHEDI

Scritture chiave :

Marco 12.17 Romani 13:1-5.





Cari fratelli e sorelle consapevoli; da molti mesi sono nelle caverne del deserto di En-Ghedi ho potuto riflettere moltissimo e dal mio posto di osservazione ho notato l’operato dei vaccari e cavalieri della fede in relazione ai consigli dati da Gesù in Marco 12:17 e in Romani 13:1-5, ove si esorta a dare a Cesare le cose di Cesare. Sono  parole chiare laddove invece ora, in moltissime congregazioni è in atto un grande movimento di  evasione fiscale da parte della maggior parte dei “cavalieri della fede” i quali svolgono attività in proprio o camuffate.


Questo modo di fare ha contagiato anche i proclamatori trasformando le congregazioni in centrali di lavoro nero; questo modo di fare molto lontano da ciò che la Bibbia insegna, non riguarda, ahinoi, la sopravvivenza delle persone, ma la sua finalità è quella di avere una qualità di vita molto la di sopra di quella che invece potrebbero permettersi se adempissero alle leggi di Cesare. Il fine, per intenderci, è quello di condurre una vita molto al di sopra della norma con suv, Mercedes, Bmw, Case-Vacanze, Ville, abiti griffati, tecnologia, cellulari e tablet ultimo modello, ferie faraoniche, cene di alto livello con inviti strategici verso fratelli che “contano” (dal loro punto di vista, of course) nell'ambito teocratico.


Cari fratelli, non si vuol fare voglio fare o essere un agente dell'Agenzia delle Entrate, ma ho molta esperienza in merito. Quello che mi sta a cuore dopo mezzo secolo di servizio al nostro Dio Iah e al suo re Cristo Gesu' è la testimonianza che si dà alle persone del territorio, in quanto queste cose girano a furor di popolo ed e' noto cosa pensano i fratelli in congregazione i quali, in questi tempi di crisi, faticano  a sbarcare il lunario.  Uno spot televisivo diceva: “Chi evade è un ladro”. Qui  ci sono anziani coinvolti in mega evasioni, altri addirittura commercialisti finanziari con grossi clienti mondani e ditte di fratelli. Una vacca grassa da mungere a piacimento. Come possono essere senza macchia e imitare Gesu'? Dove va a finire la loro credibilità? Tutto questo onora Dio o lo denigra?


Un altro tipo di  riflessione è strettamente collegata con quanto detto finora: sembra che stia prendendo piede la seguente tendenza fra fratelli: farsi assumere nel lavoro per poi farsi volutamente licenziare usufruendo così degli “ammortizzatori sociali” elargiti dallo Stato italiano. Fare dei lavori occasionali in “nero” fare i pionieri in Italia o nei paesi latini o est europei (il pioniere nelle giuste condizioni e' una benedizione) e vivere del sussidio di disoccupazione. Ma simili strategie rispecchiano l'onestà cristiana verso le autorità?  Inoltre questo modo di fare è conosciuto nei territori di appartenenza e le aziende dove si svolgono tali episodi rimangono esterrefatte da simili comportamenti. Che testimonianza stiamo dando? Stiamo imitando Gesu' in 1Pietro 2:16-17 e 21?

Un’altra riflessione dal deserto di En-ghedi riguarda le riforme con la “R maiuscola” di Anziani e Servitori di Ministero. Bisogna far sì che le nomine vengano fatte direttamente, nomine fatte dall'ekklesia. Per gli Anziani, è opportuno rivedere i requisiti dopo 2-3 anni dalla prima nomina sempre con partecipazione dell'ekklesia. Gli Anziani dovrebbero ruotare ogni anno nei rispettivi incarichi di servizio.

Sarà poi provvidenziale rivedere il ruolo dei Sorveglianti Viaggianti, portando le visite ogni 6 mesi dal venerdì alla domenica utilizzando a turno Anziani delle circoscrizioni con caratteristiche di veri pastori amati e stimati dall'ekklesia.

Altro nodo è la trasparenza finanziaria  livello mondiale. Perché non far sapere a tutti quanti soldi si hanno e come vengono e verranno spesi, visto che sono i NOSTRI denari? I discorsi domenicali, eloqui da sagre paesane oggi, dovrebbero essere fatti su invito da chi è veramente capace di pronunciare un discorso, altrimenti si proietta un video o in streaming. Bisognerebbe poi aggiungere più video alle adunanze vita cristiana e tesori... Con queste riforme si potranno raggiungere diversi obiettivi:

A) scardinare i clan degli intoccabili facendoli sentire sotto osservazione, visto che  ora guardano tutti dall'alto in basso

B) Rispettare la dignità dell'ekklesia facendola partecipare attivamente come ai tempi degli apostoli nella scelta dei pastori.

C) Addestramento degli anziani nei vari incarichi di servizio.

D) Il CCA non verrà più visto come colui che sa tutto o come colui che comanda in perpetuo verso il  quale tutti si inchinano

E) incoraggiamento dell'ekklesia dalle visite di Sorveglianti amati e rispettati provenienti dalle Circoscrizioni di appartenenza, cosi' le spese diminuiranno

F) Con la trasparenza finanziaria a livello mondiale la moltitudine dei fratelli riacquisterà fiducia e le contribuzioni aumenteranno

G) Con le adunanze tramite video o streaming aumenterà la qualità dell'insegnamento e l'incoraggiamento sara' conseguente.

H) I cavalieri della fede non potranno usare il podio come una frusta per picchiare i fratelli ed ergersi sull'ekklesia. Facendo sentire i fratelli come dei buoni a nulla.


Cari fratelli Consapevoli, i tempi sono duri e difficili e nel futuro diventeranno ancor più ardui  e opprimenti; tutti noi abbiamo bisogno di incoraggiamento e di amore per affrontare la Grande Tribolazione. Questo post ha toccato alcuni punti su cui riflettere affinché in mezzo al popolo di Dio ritorni la lealtà, l'onestà e l'amore che il Nostro Grande Maestro ci ha insegnato Matteo 11-28,30. La temperatura sta scendendo e incomincia a fare freddo nel deserto mi ritiro nella mia caverna preparandomi per la meditazione notturna. Un fraterno abbraccio a voi tutti fratelli e sorelle consapevoli dal vostro fratello Nabot.


________________________

40 commenti:

  1. Caro fratello "Nabot" (un altro "sacrificabile")
    Ottimo post il tuo.
    Io ero rimasto profondamente deluso dalla Rivista di studio 01 2017; dà parecchie armi ai "cavalieri della fede".
    Però c'è una buona notizia: "vita cristiana e ministero" del dicembre 2016. Per la prima volta (almeno che io lo noto) si parla dell'"abuso di potere" (ok, e un breve articolo, un primo timido tentativo, ma magari è solo un inizio).
    Che davvero il CD ogni tanto dia uno sguardo a questi blog, e ne tragga fuori qualche buona idea? Sarebbe fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vero problema è soprattutto italiano. Siamo troppo distanti dalla sede mondiale, dal CD perché va situazione reale che spesso viviamo arrivi a loro e quindi possano c'è sede vacante purtroppo. Si riferiscono solo i rapporti positivi e questo non permette di intervenire seriamente dall'alto. I panni sporchi si lavano a casa. Allora provvediamo sapone, di quello buono che sgrassa a fondo.

      Elimina
    2. Anonimo consapevole11/10/16, 15:04

      e gia FINEAS2 anche Barbara Anderson era talmente lontana dal CD che per quasi 10 anni non sono riusciti ad ascoltarla, e adesso ne pagano le conseguenze.
      Lo sò che il mio commento non è per nulla propositivo, ma a volte la realtà di come vengono gestiti i problemi non lo è.

      Elimina
  2. @Anonimo1 delle 18:42
    Il problema non è quello: sappiamo benissimo che tipo di "Cesare" è quello italiano, e il tuo ragionamento non è errato...
    Il problema e che poi, questi bei "tomi" vanno pure sul podio a fare bella figura, come se fossero liberi di parola, è questo che fà arrabbiare!

    RispondiElimina
  3. @anonimo
    Hai ragione, non è questo il luogo adatto. Il luogo adatto sarebbe all'agenzia delle entrare, o presso l'INPS o INAIL...o anzi direttamente presso il comando della guardia di Finanza...per alcuni ladri incalliti...
    Su alcune tue considerazioni non sono discordante da te. Faccio solo notare che su altri frangenti si è anche eccessivamente scrupolosi, su questo campo invece molto spesso si "scola il moscerino x inghiottire il cammello.." e si chiudono tutti e due gli occhi...Perchè?
    Ci sono situazioni caro anonimo diffuse ed evidenti che sono talmente spudorate e sotto il sole che dovrebbero quanto meno far sorgere giuste domande a chi di dovere...e sono biasimo anche al di fuori della congregazione. Soprattutto quando generate da nominati.
    Invece noi guardiamo ai pantaloni stretti ed alla barba...al calzino....
    Perchè non una bella foto o didascalia o qualche bel paragrafo pepato sulla prossima torre di guardia che riprende chi froda il fisco...? te lo dico io perchè....
    Perchè ne rimarrebbero in pochi che potrebbero salire sul podio a condurla quella torre di guardia...
    Con tutta la simpatia e il rispetto possibile ti dico che su alcuni punti concordo con la tua esposizione, per alti versi no...
    Un caro saluto.
    Ps. non ho detto che gli studi di settore sono sempre equi...tante volte lo sono,
    ho detto che sono uno strumento che fornisce indizi o stime del tuo giro d'affari..Nel caso in cui non lo sia, e accade, occorre ricorrere fornendo le proprie plausibili giustificazioni.
    Proprio come in congregazione caro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, vedi, che si scola il moscerino e si ingoia il cammello è evidente. Non dovrebbe succedere, ma purtroppo accade. nonostante nel 1° secolo la congregazione era diretta da Gesù e lo spirito di Dio operava alla grande, spuntavano personaggi come Alessandro il ramaio, Imeneo, Fileto, Diotrefe ecc. Poi a Efeso anche gli oppressivi lupi, dopo la partenza di Paolo. Oggi non possiamo aspettarci che la congregazione ne sia immune dobbiamo conviverci, almeno fino al termine del sistema di cose. La differenza semmai è che nel primo secolo gli apostoli combattevano seriamente contro questi falsi fratelli e contro gli "apostoli sopraffini". Anche se non avevano la disassociazione facile, proprio perchè speravano sempre che la benevola qualità di Dio li portasse al pentimento. Oggi non c'è la stessa determinatezza o forse consapevolezza da parte dell'organizzazione. in ogni caso, prevenire è meglio che curare. E per prevenire, altro sistema non c'è che rivedere l'insegnamento alle adunanze e riflettere seriamente sui criteri di nomina. Cosa significano e cosa comportano quegli incarichi, avendo ben presente cosa significavano e cosa comportavano nel 1° secolo. In quell'epoca non c'era ne scuola di ministero nè adunanza di servizio (ora si chiamano diversamente ma nella sostanza è cambiato poco...) Probabilmente una sola adunzanza settimanale dove si faceva ben altro. Eppure la parola di Dio e la buona notizia si diffondevano magnificamente. Ecco, ad esempio, lettura e meditazione pubblica sule scritture non sarebbero male. Vita cristiana? Bel nome per una parte dell'adunanza, ma bisognerebbe centrarla su cosa significa essere cristiani nella vita, non solo sulla predicazione. Decisioni che comunque competono al CD

      Elimina
    2. Appoggio "quasi" tutto iltuo commento.
      Ed è proprio qui che sorge un "anomalia"
      in tanti secoli, si è passati da un sistema dove l'imputato era considerato "colpevole fino a prova contraria" (vedi inquisizione, caccia alle streghe, ecc.), che mette l'onere della prova (di innocenza) sulle spalle del'imputato,
      Ad un sistema (ritenuto) più evoluto: lo "stato di diritto", in cui l'imputato DOVREBBE essere considerato "innocente fino a prova contraria".
      Perché dico DOVREBBE? perché tanti "nostalgici dei roghi in pubblica piazza" (specie qui in italia) fanno leggi in cui ancora una persona è considerata "colpevole fino a prova contraria", come nel medioevo.
      I studi di settore, sono proprio così: (cit.:)"Nel caso in cui non lo sia, e accade, occorre ricorrere fornendo le proprie plausibili giustificazioni."; quindi l'onere della prova ricade ancora (come nel medioevo) sull'imputato. E ci vantiamo pure di essere nel 21o secolo?
      cit.: "Proprio come in congregazione caro..."
      Ed infatti perché insistiamo che vadano riformate? Non è forse perché c'é qualcosa di sbagliato nel ragionamento di base?

      Elimina
    3. Scoppia o no sta grande tribolazione ?

      Elimina
    4. Da quel che noto, è vicinissima;
      Ma se prima ero ansioso che scopiasse, ora la temo, vedendo che direzione sta prendendo...
      E come se, per scoppiare aveva diverse strade, ed ha scelto lo scenario peggiore.
      A segnarne l'inizio, sarà la distruzione di "Babilonia la Grande"; quello che temo, sono coloro che ne prenderanno il posto (come passare dalla padella alla brace).

      Elimina
    5. Per URIA71 SCUSA CHI SAREBBE LÀ BRACE TI RIFERISCI FORSE AI PRINCIPI,HO FORSE AI PROSSIMI ELEMENTI POLITICI HO RECENTI SVILUPPI E SITUAZIONI NORD EUROPA?TI RINGRAZIO DELLA R.
      IN ATTESA FRaterni SALUTI Davide errante della 19 .10.16 ore 8,30

      Elimina
    6. Non si sente Barnaba78 ai litigato con Paolo,ho ti anno fatto il funerale i tuoi vac.cavalieri Errandi?

      Elimina
    7. @Anonimo delle 08:35
      innanzi tutto due cose:
      Dal commento capisco che non c'è intenzione "cattiva" da parte tua ma
      1) Ok che siamo "anonimi", ma almeno un nick sarebbe bello averlo.
      2) Hai il tasto "caps-lock" rotto? perché per la netiquette, scrivere tutto "MAIUSCOLO" significa urlare (mi stanno ancora rimbombando le orecchie :-))) )

      Comunque, tornando "a bomba", sembra che il "sistema politico" sia solo un presta-faccia, per qualcuno che detiene il "vero potere" in questo sistema (ad avvalorare tale idea, c'è il fatto che sono fortemente implicati nello spiritismo).
      In alcuni scenari di fantapolitica, si parla di "governi delle multinazionali", ed oggi stanno costruendo un mondo simile a quello descritto nel romanzo "1984" di G. Orwell. Pensaci:
      Oggi siamo tutti connessi ad internet, volenti o nolenti, nel quale ti spaventeresti delle info che hanno su di te;
      Hanno "aggregato" nei Social Network le persone, così da sapere perfino ciò che pensano (oltre foto, video, ecc... - anche se tu non sei iscritto, qualcuno può aver postato le foto di te...).
      In un azienda a Parma, stanno già sperimentando il chip sottocutaneo, con la scusa "delle timbrature".
      Con la scusa delle assicurazioni, presto metteranno la "scatola nera" a tutte le auto (praticamente il "braccialetto elettronico" a tutti).
      Con la scusa del "terrorismo", le città sono zeppe di telecamere, con vari software di riconoscimento facciale...
      Quando arriverà la persecuzione ("quando", non "se"), sarà molto più difficile affrontarla, che con Hitler.

      Elimina
    8. Nel quale il sistema nazista, aveva dei margini di manovra nell'ombra.
      Questi "poteri", sono nemici di Babilonia, ma tuttavia, non molto diversi; anzi, ancora peggio.

      Elimina
    9. più che altro dipende da chi controlla e se usa bene le informazioni

      Elimina
  4. Sono Sempre l'anonino delle 18:42. Sulle tasse, inviterei tutti a fare attenzione particolarmente al contesto quando leggiamo le scritture. Gli ebrei del tempo di Gesù erano soggetti a una doppia tassazione: la decima, che era prevista dalla legge mosaica, e le imposte romane. L'organizzazione in passato ha dato molto risalto al fatto che i Testimoni di Geova pagano le tasse, come indice di superiorità morale. Leggere Matteo 23:23, 24. Gesù dice che la decima non andava trascurata ma non era la cosa più importante. Ora leggere Luca 18:9-14. Le presunta superiorità morale del Fariseo non lo rendeva migliore dell'esattore di tasse, nè il pagare la decima su ogni cosa che guadagnava era il fattore determinante agli occhi di Dio. L'esattore di tasse per la sua umiltà e per il fatto di riconoscere di essere un peccatore scese a casa più giustificato del Fariseo. Altro episodio in Matteo 17:24-27. Gesù, avendo il diritto regale, non era tenuto a pagare la tassa. La pagò "per non farli inciampare", e visto che guardacaso non l'aveva pagata nemmeno Pietro (Gesù lo sapeva...), gli ordinò di prendere un pesce dove c'era una moneta e pagare la tassa per entrambi. Da notare che non andò a scomodare Giuda che aveva la cassa del denaro, nè il racconto dice che si accertò che anche gli altri discepoli la pagassero. Concludendo, non posso accettare il ragionamento che l'onestà che promuove questo blog si misuri primariamente con il rispetto delle leggi di Cesare senza se e senza ma. Aspetto sicuramente importante, come dice Romani capitolo 13, ma attenzione, come dice Gesù in Luca 6:37,38, è Dio il giudice di tutti, e non possiamo sostituirci a lui nel giudizio. Purtroppo è quanto avviene a volte nei comitati giudiziari, dove sembra che ormai viga una sorta di codice penale. Per ogni azione sbagliata c'è una pena diversa da applicare in ogni caso, senza valutare adeguatamente il pentimento. Intanto vai fuori, tanto dopo un annetto si può tranquillamente rientrare. E purtroppo ci si mette anche la Torre di Guardia che abbiamo studiato la settimana scorsa a sostenere tale modo di fare. A volte si scola il moscerino e si ingoiando il cammello. E vero. Ma qui alcuni stanno cadendo nello stesso errore dei cosiddetti Cavalieri della Fede che dicono di voler combattere. Spiacente, sono contrario al codice penale nelle congregazioni. Chiunque lo promova. Anche da questo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io sono favorevole al codice penale in congregazione, ma un requisito per essere anziani è non amante di guadagno disonesto tutto qui. Dato che le cose sono risapute se c'è una riforma sulle nomine degli anziani e la congregazione e i suoi componenti potranno esprimersi in merito evidentemente sapranno stabilire con giudizio chi è un vero pastore da chi non lo è e non soddisfa i requisita scritturali. Mica ci vuole uno stato di polizia

      Elimina
    2. Anonimo 18:42
      Concordo in pieno con te. Nel 1 secolo la nomina era elettiva, e le congregazioni erano coinvolte. Timoteo andava e chiedeva alla congregazione (spesso non più di 30 - 40 fratelli, visto che si riunivano in case private, chi poteva essere un fratello da nominare. Poi lui e Tito avevano istruzioni ben precise sui requisiti e si accertavano personalmente che i fratelli dessero una buona testimonianza di questi uomini. Tutti potevano dire la loro. Poi ponevano su di loro le mani. Se venivano fuori lamentele per fatti che li squalificavano, addio nomina. Non c'è nulla nelle scritture che autorizzi una nomina dall'alto in maniera diretta. Gli unici nominati dall'alto furono i profeti i re, Gesù e gli apostoli. Ma il tuo Nick purtroppo dice tutto. E' quasi.... una mission impossible!

      Elimina
    3. Rommel ex ultimo02/11/16, 08:25

      Per Mission : Ciao carissimo a breve ti manderò un post a beneficio della fratellanza

      Elimina
  5. il fratello di N.20/10/16, 18:36

    Parte prima

    Cari fratelli e sorelle, leggendo il post e i commenti, constato un pó di confusione. Avviene perché viene visto solo un aspetto.
    Solo la visione globale chiarisae le idee.
    Il primo punto è che la Società ha il terrore per qualsiasi cosa possa rovinare la sus reputazione.
    Il fratello Candido concluderá che basta comportarsi in modo trasparente e onesto.
    Purtroppo le cose non sono così semplici.
    Se Tizio fa qualcosa di disdicevole, che fare?
    Se si espellono tutti i trasgressori, le persone del mondo diranno che le congregazioni sono peggio del mondo (I mondani si apettano che i tdg siano "perfetti". Intre il mondo generalmente nasconde le sue nefandezze).
    Nasce il triplo binario.
    Primo binario: I peccati che potenzialmente non danneggiano la reputazione della congregazione sono presi alla leggera (e tra questi rientrano i casi di evasione fiscale o inadempienza a obblighi legali, violenze domestiche o alcolismo). In questo caso si ragiona che la congregazione non ha il potere di fare indagini, ma basta che su un giornale appare la notizia che si cambia ragionamento.
    Secondo binario: I peccati che possono danneggiare la reputazione della congregazione. Rientrano fornicazione e adulterio. Evidente l'amante o il tradito può sempre fare una sceneggiata.
    In questo caso si viene disassociati quasi sempre quando c'è pratica. Il minimo per dire che è pratica varia tra 3 e 4 volte... Però per altri peccati il minimo è più generoso...
    Terzo binario: I peccati che possono danneggiare l'organizzazione. Sono i fatti gravissimi, come gravi truffe e la pedofilia (ma su questo la Società, in seguito a grossi scandali, sta cambiando politica). Gli anziani chiamano l'ufficio legale che cerca di insabbiare tutto. A questo punto la dissasociazione è legata alla convenienza.
    Compreso questo aspetto e che un peccato può essere trattato diversamente nel tempo a seconda della convenienza del momento, ora guardiamo agli anziani. Si dividono in vaccari e galantuomini, con tutte le sfumature esistenti. Non sapendo di questi tre binari, ecco che le direttive sembrano confuse e mutevoli. Per esempio non disassociamo Tizio che ha imbrogliato vergognosamente Caio, e visto che i due sono fratelli, impediamo anche al secondo di difendersi in causa, ma accettiamo che Adamo si rivolga al tribunale se Eva lo ha tradito ma se suo figlioletto Abele è stato abusato da un fratello, una volta era impensabile per gli anziani che si denunziasse il reo. Ora non più. Omettono di instradare la vittima e tirano per le lunghe.
    Ora possiamo analizzare i malvagi vaccari.
    Non sanno perchè, ma sanno di poter fare tantissimi sopprusi e essere impuniti. Hanno imparato quelle quattro parole magiche teocratesi e la loro condotta, palese agli anziani galantuomini, fa allontanare questi ultimi dagli incarichi.
    Ma la Società non lo sa? Certo che lo sa, ma se tutto va male, scaricano tutto sul vaccaro di turno, condannato a essere parafulmine sacrificale per salvare la reputazione dell'organizzazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fratello di N.20/10/16, 18:36

      Parte seconda

      Passiamo ora al problema dei soldi.
      La contabilità di una congregazione deve essere intonsa. Guai a dare adito a dubbi.
      Il proclamatore Qualsiasi concluderá pigramente che quella della Societá sia altrettanto cristallina.

      Così non è. Appaiono scarni e incompleti bilanci sull'annuario e basta.
      Il problema è che è meglio non far vedere un bilancio dettagliato. Alcune voci, anche se corrette, danno fastidio.
      Innanzitutto le cause che si concludono con un accordo tra le parti. Se la Societá paga X allora è vero quello che afferma Y. Questo non è sempre vero. Meglio pagare che avere una cattiva pubblicità. Poi ci sono i danni dovuti a circolari e dosposizioni poco felici.
      Qualcuno noterebbe che i viaggi lussuosi del CD.
      È scorretto? Non necessariamente. Un membro del CD potrebbe, per la sua funzione, incontrare personaggi politici o imprenditori e serve un ambiente adeguato. A volte un albergo lussuoso altre volte una betel addobbata a festa.
      Ci sono gli investimenti, spesso redditizi, a volte no. Fruttiferi ma poco edificanti per la fede di un cristiano che aspetta Har Maghedon dietro l'angolo o gestione delle proprietà per non pagare tasse.

      Ci sono, cioè c'erano i beteliti ormai over 50. E chi li mantiene? Costano. E con le nuove leggi, lo stato italiano dará loro una misera pensione solo dopo i 70 anni. Ma questo vale in tutto il mondo. Le nazioni stanno tagliando sussidi e pensioni e umanitá e buon senso esigono di aiutarli. Meglio disfarsene prima di essere costretti a mantenerli. Costano e per evitare fraintendimenti, si rifilano alle congregazioni quali pionieri regolari.
      Si sa, le congregazioni sono amorevoli. Ma per quanti anni?
      Non importa. Se il fratello Galad si lamenta, si dirá che è un caso eccezionale. Un problema locale.
      Volete la prova? Viviamo in un paradiso spirituale. Certo, siamo imperfetti, e qualche caso sporadicamente capita.
      Caro lettore, hai constatato che quel caso sporadico capita proprio dalle tue parti? E come mai i casi sporadici sono come la scarlattina? Vuoi vedere che ....

      Ma certe cose non capitano in America. È assolutamente vero. Alla sede mondiale certe cose non capitano mai. Ne capitano altre che a via Bufalotta non si sono mai viste. L'unica cosa che capita uguale dapertutto è la contabilitá.

      E qui torniamo indietro. Se la Societá è opaca sul lato finanziario, fino a che punto le conviene essere pignola con il vaccaro o il truffatore di turno?
      Meglio scrivere qualche frase di simbolica di condanna sulla torre di guardia, tenersi i beteliti fidati, gli immarcescibili superprivilegiati che lavorano strenuamente sulle finanze e sugli affari legali della società per mantenerli redditizi e oscuri e insegnare ai sorveglianti di circoscrizione a essere cauti come serpenti quando un fratello si lamenta che Vaccaro ha a neto i fratelliche lavorano per la sua ditta di pulizie. Su questo i sorveglianti sono artisti. Dopo essere sgusciati dalle mani del giusto lamentatore, arraffano il regalo del Vaccaro che si illude di essere scampato a problemi seri con quattro voli banconote.

      E parlando di denaro, arriviamo al buco nero.
      Ma quanti soldi e proprietá ha la Societá?
      È come il coccodrillo. Nessuno lo sa!

      Elimina
    2. fratello di N.20/10/16, 18:37

      Parte terza

      Quindi il problema è l'Organizzazione.
      Non l'idea di una organizzazione ma di questa organizzazione così come è concepita e iperstrutturata. Se non viene spogliata degli orpelli e del denaro e se non accetta l'idea che la porta per entrare in congregazione è stretta ma quella per uscire è larga, non se ne esce più.
      Dobbiamo passare da un paradiso spirituale a una congregazione spirituale di creature imperfette. Gli errori vanno compresi e i deboli aiutati, i malvagi stroncati. E sopratutto dobbiamo essere indifferenti alle opinioni altrui. La logica NE VA DI MEZZO IL BUON NOME (o LA REPUTAZIONE) DI GEOVA deve finire.
      Al suo posto deve esserci la logica DOBBIAMO FARE LA VOLONTÁ DI GEOVA NONOSTANTE GLI ERRORI E NON DEVONO ESSERCI VACCARI, TRUFFATORI E CONSIMILI.
      Il Creatore non ha nulla da mostrare al mondo e le fesserie di un Vaccaro non lo toccano minimamente. E poi, quando il Cristo ci ha parlato di questo? Semmai è accaduto il contrario. È stato condannato a morte perchè le sue parole e le sue azioni gettavano discredito su quella malvagia organizzazione di farisei e sadducei.
      Accusa?
      Disonora Dio!

      Elimina
    3. mmm no non è un partito. Tecnicamente si chiama multinazionale... ma non lo diciamo in giro perchè sono mooolto permalosi

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fratello di N.21/10/16, 17:03

      Giusto per chiarire le idee.
      Esiste la reputazione del singolo, quella della congregazione, quella della filiale e infine quella collettiva dell'organizzazione.
      Ora la reputazione è legata molto alle opinioni delle persone che sono mutevoli sia a seconda del luogo che del tempo. Nel nostro paese molti politici difendono gli evasori, i governi fanno sanatorie fiscali e l'opinione pubblica, sopratutto nel sud non si scandalizza più di tanto. Quindi un eventuale tdg evasore fiscale non danneggia la reputazione della congregazione. Ovviamente nei paesi anglosassoni c'é una percezione diversa del problema e questo può creare uno scandalo locale.
      La percezione sulla reputazione cambia anche nel tempo. Una volta non esisteva nemmeno la parola pedofilia e in molti stati moderni fino a pochi anni fa se un uomo maturo andava a letto con una tredicenne veniva scoperto, poteva proporre ai genitori di lei il matrimonio riparatore... e da quel momento era tutto legale.
      Meno male che le cose sono cambiate. Ma torniamo ai nostri problemi. Le regole applicative le decide la sede mondiale e sono sempre in ritardo (ovvio, prima succede il problema e poi si trova una soluzione). Ora tu non ti ritrovi con le mie classificazioni. Sei liberissimo, sono mie dopotutto. Però presta attenzione a quello che succede in congregazione. Ho visto parecchie decine di disassociati e ho sempre saputo in ogni caso cosa avevano fatto (é un segreto di Pulcinella).
      Fornicazione, adulterio e omsessualità rappresentano oltre l'80% dei casi. Poi ci sono i casi di fumo e droga e infine quelli di apostasia ma qui le cose sono confuse. Almeno metá di loro si dichiara apostata quando ha capito che sta per uscire fuori che era adultero.
      Non ho mai sentito di un disassociato per truffa, evasione, percosse e violenze in famiglia, alcolismo e simili ma so di molti fratelli che hanno avuto questi problemi.
      Per quanto riguarda il CD, é libero di andare a piedi o con un mezzo lussuoso da qualche parte come anche noi siamo liberi di incavolarci scoprendo come vengono spese le contribuzioni.
      Infine, per quanto riguarda il video della coppia che vende tutto, rompe le carte di credito e va a servire dove c'é più bisogno, é solo un film. Gli attori sono bravi ma non sappiamo se rappresentano un evento veramente accaduto o un evento che potrebbe capitare.
      É evidente. Si fa vedere un periodo troppo lungo. Mica i due vivono con la telecamera stile grande fratello!!!
      Visto come esortazione a avere una vita semplice e a rinunciare alle comodità, ha un grande valore pedagogico.
      Ma lo facciamo tutti? LO HA VISTO IL CD?

      Elimina
  7. Mi pare comunque che negli interventi si faccia un bel pò di confusione. Concordo con il fratello di N quando dice che "che la Società ha il terrore per qualsiasi cosa possa rovinare la sua reputazione" e quindi a diversi livelli si finisce per valutare in maniera diversa peccati ugualmente gravi. Ma questo avviene proprio perché, come ho detto in un precedente intervento, in passato e per lunghi decenni si è dato risalto alla superiorità morale dei testimoni di Geova, che pagano le tasse, hanno famiglie felici, la più bassa percentuale di divorzi, nelle congregazioni mostrano vero amore, non fanno distinzioni razziali e parzialità, in una parola sono i "veri cristiani". Ma badate, questo concetto, ampiamente pubblicizzato, non serve all'ekklesia.... Gesù disse che i suoi veri seguaci si sarebbero riconosciuti dai frutti. E se ci sono congregazioni che collettivamente danno scandalo alla comunità, come sembra da alcuni commenti sopra riportati, chi cerca Dio finisce per girare al largo dalle Sale del Regno. Quindi ogni congregazione finisce per dare una buone o cattiva testimonianza non con quello che dice e predica alle porte, ma con il modo di vivere dei componenti. Chi lo apprezza darà gloria a Dio, chi ne resta scioccato penserà che la verità è altrove...
    Tanta pubblicità sulla superiorità morale dei veri cristiani come dicevo non serve all'ekklesia .... ma all'organizzazione. Serve a dimostrare che ha la benedizione di Dio, che è la parte visibile dell'organizzazione celeste, che il Cd sono i fratelli di Cristo, che lo schiavo fedele e discreto è già stato riconosciuto tale da Gesù Cristo al di là di ogni dubbio e che concludendo la nostra è la vera religione che tutti dovrebbero seguire. Davanti a queste pretese la reputazione dell'organizzazione va difesa ad ogni costo, così come l'unità nelle congregazioni va difesa ad ogni costo e la predicazione stessa va promossa ad ogni costo, perché i numeri, se crescono, dimostrano inequivocabilmente che Dio sta benedicendo lo schiavo fedele e discreto e l'organizzazione. Da qui l'ossessione anche per i numeri, che porta a un rapporto di servizio "nominativo" in modo che si sappia quanto ognuno si sta impegnando nell'opera ed eventualmente si possa fare pressione su quelli che fanno poco. Tutti i corpi degli anziani hanno terrore di presentare numeri in diminuzione alla visita del CO, perché sanno cosa li aspetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho dovuto spezzare il commento.... Immagino come sarebbe bello un rapporto... anonimo, dove la mano destra non sa casa fa la sinistra, dono a Dio fatto nel segreto e ricompensato dal Creatore che vede e sa ogni cosa. I numeri forse calerebbero, perché purtroppo le pressioni inducono alcuni fratelli a mettere qualche numero in più, nei fatti un rapporto falso, pur di non farsi considerare "spiritualmente deboli". Con un rapporto anonimo probabilmente sarebbero numeri reali. L'organizzazione è quella che è, lo dico a 007 che nel suo Nick dice bene "mission impossible". Impossibile cambiarla perchè al quadro che vogliono rappresentare al mondo, a tutti i costi, non rinunceranno mai. Sarà Gesù a giudicare se hanno fatto bene o male, se hanno esagerato o no, se si sono comportati come uno schiavo fedele o uno schiavo malvagio. Gesù i conti con i suoi schiavi non li ha ancora fatti.... Detto questo, Gesù è il capo della congregazione, non di un'organizzazione. E' colui che tiene le sette stelle nella mano destra e scriveva direttamente all"angelo" delle sette congregazioni. Da quelle lettere alle congregazioni dell'Asia minore comprendiamo che Gesù segue e conosce la situazione delle singole congregazioni. La congregazione è fatta di persone, i nostri fratelli, anche se sbagliano lo sono. E se qualcuno non ha il coraggio di utilizzare le procedure e gli strumenti stabiliti dall'organizzazione, (anziani, CO ed eventualmente scrivere alla Congregazione Centrale, cosa quest'ultima che a quanto pare nessuno ha fatto...), lo capisco. Non è facile. Ma l'amore fraterno che dovremmo coltivare in tal caso dovrebbe spingerci comunque a fare qualcosa. Il capitolo 5 della lettera di Giacomo, che consiglio di leggere per intero perchè ha un filo conduttore, fa capire che una situazione simile a quelle qui descritte esisteva in alcune congregazioni del suo tempo. "Cristiani" ricchi amanti del denaro che sfruttavano i fratelli. Dopo aver invitato i fratelli ad esercitare pazienza fino al giudizio finale, Giacomo conclude con l'esortazione ai versetti 19 e 20: "Fratelli miei, se qualcuno fra voi è sviato dalla verità e un altro lo converte, sappiate che colui che converte un peccatore dall’errore della sua via salverà la sua anima dalla morte e coprirà una moltitudine di peccati." Come fare con "vaccaro" che è pur sempre un tuo fratello in pericolo di vita? Prega, e sei sei sincero un modo gentile e premuroso lo troverai. E chissà... ma non aspettatevi che sia l'organizzazione a risolvere le cose con riforme che sarebbero interessanti ma molto difficilmente verranno attuate.

      Elimina
    2. il Casellante22/10/16, 09:17

      Ricordo un po di tempo fa che le visite ulteriori erano in calo (ma non quelle vere),avemmo la vista del Sorvegliante viaggiante e tra i tanti discorsi ci fu quello che verteva sul servizio e quindi sulle VU........cari fratelle cosa è una visita ulteriore? Quando possiamo segnare una VU? Dunque: quando telefoni, quando parli anche dalla finestra,un saluto per la strada,un passaggio per portarlo in sala ecc. ecc. ecc. ecc. ........ un successone perchè di li a poco le visite ulteriori aumentarono del 400 % !
      Buongiorno a tutti !

      Elimina
    3. Traduzione del Nuovo Mondo edita dai T.di Geova
      Amos 4:1-4 4 
      “Udite questa parola, vacche di Basan, che siete sul monte di Samaria, che FRODATE i miseri, che SCHIACCIATE i poveri, che dite ai loro padroni: ‘Portate, sì, e fateci bere!’
       Il Sovrano Signore Geova ha giurato per la sua santità: ‘“Ecco, vengono su di voi i giorni, e certamente vi solleverà con uncini da macellaio e l’ultima parte di voi con ami.
       E uscirete [per] le brecce, ciascuna diritto davanti a sé; e certamente sarete cacciate verso Armon”, è l’espressione di Geova’.
       “‘Venite a Betel e commettete trasgressione...."
      Un opera spiega :
      Il paese di Basan, oltre il Giordano, era di una fertilità così grande che passava il proverbio
      "Vacche di Basan", cioè vacche grasse somiglianti a quelle di Basan. Sotto questo nome sono dinotate .....tutti i grandi d'Israele dediti alla rapacità non meno che alla lussuria "
      Link opera citata :
      digitare su Google Vacche di Basan
      nei risultati scorrete sino a trovare
      La Sacra Bibbia di Vence : TESTO
      Libri che Google ha scannerizzato e messi a disposizioni di tutti

      Elimina
    4. 1 parte
      Siamo in un organizzazione !
      Hai detto cose molto vere e interessanti. Solo di una questione, forse, non ne teniamo conto come dovrebbe. Siamo parte di una organizzazione che stabilisce dei regolamenti interni e a volte tornano più favorevoli ai mal comportamenti e al mal costume. Come si dice fai una legge e scova l'inganno. I furbetti del quartierino ci sono sempre, o se vogliamo chiamarli i FIGHETTI della TEOCRAZIA ribelle, che amano porre i propri interessi al di sopra di Geova e della comunità di cristiani locale.
      Le riforme si rendono necessarie per svoltare pagina e sminare il terreno ai fratelli PER-BENE o GALANTUOMINI spirituali, quelli che dicono NOIQUESTECOSENONLEFACCIAMO. Per intenderci quelli che ancora amano DIo e credono che le Scritture siano ispirate da Geova.
      Come diceva il fratello di N. i VACCARI o VACCHE di BASAN, come li chiama la bibbia nel vecchio testamento,non sanno il perché, ma hanno capito che possono fare ogni tipo di abuso nella congregazione e ogni tipo di truffa senza essere redarguiti o attenzionati dall'organizzazione, e cosi farla FRANCA, finchè non ci sia uno scandalo pubblico e si è costretti ad intervenire.
      Noi dobbiamo rivoltare questa cosa ed è l'organizzazione che deve sancire la riforma per il bene della parte sana e per non ostacolarla nell'opera di aiutare i vaccari tra di noi se solo vogliono essere aiutati.
      Oggi il sistema com'è strutturato favorisce le vacche di basan perché hanno trovato grazie all'alibi di 4/5 scritture sempre citate ma mai spiegate nell'ampio contesto teocratico l'humus perfetto alle più perfide spavalderie da quattro soldi.
      Ecco perché tutti i fratelli onesti che amano Geova ci chiediamo:
      Ma non vede l'ekklesia che quell'anziano non è stato nominato seguendo i requisiti dello spirito santo ma per inciucio locale ?
      Non capisce l'ekklesia che un nominato trafficanti di lavoro nero non è esemplare nei requisiti enunciati dalle Scritture e dalla morale biblica ?
      Non vede l'ekklesia e non intende che l'abuso di potere o come lo chiamiamo oggi MOBBING teocratico è specialmente rivolto verso quei fratelli onesti che parlano e denunziano l'immorale gestione della locale congrega. ?
      Non vede l'ekklesia un abbandono della buona pratica di servire i fratelli da parte dei C/O a scapito di un voler essere serviti e remunerati nonostante le Scritture esortino a non essere venditori della parola di Dio ?

      Elimina
    5. 2° parte
      Responsabilità onestà e noiquestecosenonlefacciamo

      L'ekklesia vede, e se vede l'ekklesia non possiamo pensare che Geova non veda, ecco perché lo spirito spinge molti fratelli a denunziare e scrivere, sia a livello ufficiale ( molti qui denunziano e propongono soluzioni scritturali sia nel corpo degli anziani locali, sia nelle visite dei sorveglianti e anche scrivendo alla betel e al corpo direttivo ) che in modo anonimo e più incisivo nell'INTERNET, dove la pressione organizzativa favorevole alle VACCHE di BASAN non ha giurisdizione, perché Geova Dio non permette ai volenterosi carnefici di annientare del tutto la parte sana dell'organizzazione. Ci saranno sempre fratelli onesti a denunziare e parlare, come facevano Jan Hus e Tyndale negli anni bui del cristianesimo.
      Il cristiano responsabile, ogni giorno si assume le sue responsabilità, i proclamatori appiedati rendono conto non solo a Geova, ma anche al sistema burocratico, rispondendo ad ogni tipo di domanda quando compiliamo domande per fare una scuola o per servire alla betel e altro. Un proclamatore si deve mostrare irreprensibile anche solo per portare i microfoni in sala, e poi i fratelli onesti dell'ekklesia notano una distorsione strana, effetto tempo, quando si sale di poszione.
      Come se una posizione elevata nel sistema organizzativo sia o equivalga ad immunità teocratica verso Geova e licenza di disubbidienza alle Scritture. Come suoleva dire 007 agente di Sua Maestà La Regina LICENZA DI UCCIDERE. Ma l'ekklesia non è una giungla dove regna la legge del più forte e sanguinario. Dovrebbe essere regolata dall'onestà una qualità parte integrante dell'amore descritto nelle Scritture.
      Se derubi il tuo fratelo che hai visto come fai a dire di amare Dio che non hai visto ?
      Se maltratti il tuo fratello che hai visto magari con la scusa di una ""visita pastorale incoraggiante"" come puoi amare Dio che non hai visto nel medesimo tempo ?
      La lista è lunga e illuminante, ma siamo abbastanza onesti da intendere cosa Dio richiede da noi ? Solo il tempo dimostrerà ciò che siamo grazie a Dio che è misericordioso e clemente e vede l'imperfezione di ognuno.
      In conclusione alla fine è urgente che i nostri capi si assumano le loro responsabilità senza scaricarle sull'ekklesia o su Geova Dio. Come Russel si assunse le sue responsabilità e modificò alcune procedure organizzative importanti oggi è necessaria una stretta per sostenere la parte onesta dell'ekklesia la quale sta soffrendo ed è perseguitata letteralmente in senso spirituale e morale in molte zone della terra.
      Occorrono fratelli che dicono in faccia ai furbetti e fighetti della teocrazia
      NOIQUESTECOSENONLEFACCIAMO !
      Che Dio possa proteggere i fratelli onesti, dalle grinfie del maligno

      Elimina
    6. E' un intervento lungo, provo a dividerlo in tre parti.
      1a Parte
      Dunque, 007. Capisco il tuo ragionamento e il tuo fine. Quello che tu dici sarebbe auspicabile. Una seria riflessione da parte del CD sarebbe necessaria a questo punto. Il problema è come farglielo capire... Si fidano dei rapporti che ricevono, evidentemente. Laddove tali rapporti evidenziano determinati problemi, cercano di porvi rimedio in qualche modo, non dubito della loro sincerità. Ma dai rapporti dove si dice "tutto bene madama la marchesa", che indicazioni traggono? Ecco perchè forse, come ho già scritto, non c'è consapevolezza dell'entità di certi fenomeni. Questo però non mi porta a ritenere che il numero degli ipocriti abbia ormai superato quello degli onesti e dei fedeli. Grano e zizzanie, fino alla fine purtroppo. Ma di buon grano ce n'è tanto...
      Detto questo, ritengo che qualcosa si possa senz'altro fare nell'ambito della nostra sfera di influenza. Giacomo 5:19,20 non si applica necessariamente ai pastori. Giacomo scrive a tutti, e tutti possono fare qualcosa. Con le buone e cercando le parole giuste dettate dall'amore fraterno. Pregando per chi si stà sviando. "C'è più gioia in cielo per un peccatore che si pente che per 99 giusti che non hanno bisogno di pentirsi..." (Luca 15:7). Poi ci sono le disposizioni prese per le congregazioni dall'organizzazione: anziani, sorveglienti e Filiali, a cui ci si può sempre rivolgere se il fratello impenitente non ci vuole sentire o se gli anziani o il C/O fanno finta di non capire. Per esperienza personale, ne ho viste tante. Il C/O ha quasi sempre risolto e quando non ha risolto è intervenuta la Congregazione Centrale. Ho visto interi corpi di anziani rimossi, e ricordo il caso di un anziano disassociato e due rimossi perchè si era scoperta una frode. Se nessuno parlava restavano al loro posto... Così come ho saputo di una disassociazione annullata dalla congregazione centrale di una sorella "presa di mira" dagli anziani, complice il C/O... che qualche anno dopo fu disassociato! Poi non metto in dubbio le esperienze negative che trovo qui in diversi interventi. Me ne dispiace. Ma non credo che sia semplice far cambiare linea al CD, quindi non credo a un intervento risolutore dall'alto. Per alcuni motivi che cercherò di illustrare.
      L'unico periodo nella storia del cristianesimo dove c'era sicuramente un'autorità costituita che dirigeva l'opera era il 1° secolo. Gli apostoli avevano ricevuto l'incarico direttamente da Gesù, così come Paolo in visione. E nonostante si cominciassero a manifestare le zizzanie e il cosiddetto "uomo dell'illegalità", gli apostoli agivano da restrizione e facevano di tutto e di più per salvaguardare la congregazione dalle macchinazioni del diavolo. Lo stesso apostolo Giovanni, nonostante avesse novant'anni, era determinato ad andare, anche col bastone e con gli acciacchi, nella congregazione di Diotrefe per dirgliene quattro e cacciarlo, come lui cacciava i fratelli.

      Elimina
    7. 2a Parte
      Ma tutto questo fini. Paolo sapeva per ispirazione profetica che a Efeso sarebbero entrati "oppressivi lupi" dopo la sua partenza, che sarebbero diventati anziani ma non avrebbero trattato il gregge con tenerezza. 1 Timoteo 4:1,2: "Comunque, l’espressione ispirata dice esplicitamente che in successivi periodi di tempo alcuni si allontaneranno dalla fede, prestando attenzione a ingannevoli espressioni ispirate e a insegnamenti di demoni, mediante l’ipocrisia di uomini che diranno menzogne, segnati nella loro coscienza come da un ferro rovente...". Il Nemico con le zizzanie avrebbe fatto breccia e questo non sarebbe stato impedito! Che dolore per l'apostolo Paolo sapere questo, dopo tanti sforzi e sacrifici per le congregazioni. Ma accetto' di buon grado il modo di operare di Cristo, che era ed è pur sempre il Capo della congregazione. Quello che Paolo non sapeva era che proprio nella sua congregazione sarebbe accaduto quello che profetizzò nel passo di 1° Timoteo 4:1,2. Ignazio di Antiochia ti dice niente? L'apostasia personalizzata, zizzania infiltrata dal Nemico proprio ad Antiochia. Ho letto una lettera di Policarpo, buon anziano di Efeso, che però ha abboccato in pieno alle espressioni ingannevoli di Ignazio... La domanda è: perchè è avvenuto tutto questo, e perchè Cristo non è intervenuto? Una risposta me la sono data. Entro il 1° secolo si completarono le Scritture, il dono più prezioso di Dio, oltre a Cristo e alla vita stessa. La congregazione cristiana di allora fu salvaguardata affinchè si completassero alcune cose, compresa la stesura delle scritture greche, a beneficio delle generazioni successive. Giovanni completa nel 98 E.V. e dopo alcuni anni cessarono anche i doni dello spirito. Domanda: ci sarebbe stato un tempo in cui la situazione del 1° secolo sarebbe stata ripristinata? Magari con "fratelli di Cristo" che dicono di essere tali, cosi come sostengono di essere lo "schiavo fedele e discreto", unico dispensatore delle verità scritturali, essendo la loro organizzazione la sola guidata dallo spirito di Dio? Francamente, tutto ciò non lo trovo scritto da nessuna parte nella Bibbia. Se si prende un singolo versetto e si costruisce un ragionamento solo su di esso, si può far dire alla Bibbia cio che si vuole. Ma se si legge il contesto e si mette in relazione con l'insieme del messaggio, alcune forti asserzioni purtroppo non trovano riscontro in uno studio serio delle scritture.
      Da qui il concetto di ekklesia, che potrebe essere più ampio di quello che crediamo. Da quello che noto si tende a identificare l'ekklesia con l'organizzazione... non me la sento di fare questa associazione automatica. Dio conosce quelli che sono suoi, e potrebbero esserci (io dico sicuramente ci sono...) persone sincere che fanno parte dell'ekklesia pun non aderendo all'organizzazione. Matteo 18:20: "Poiché dove due o tre persone sono radunate nel mio nome, io sono là in mezzo a loro”.

      Elimina
    8. 3a Parte
      Predicando si viene a contatto con tante persone. Chi non guarda gli altri dall'alto in basso con un senso di superiorità si accorge anche predicando che c'è tanta fede e devozione in giro, non solo fra i testimoni di Geova. Umiltà, sincerità e preghiera. Magari non secondo accurata conoscenza, ma c'è da dire che certe posizioni dei testimoni di Geova, come quella sul sangue ed altre, non sono per niente attraenti e parecchie persone sincere finiscono per girare al largo dalle Sale del Regno. Magari si radunano con altri gruppi, ma non è detto che anche quei piccoli gruppi non facciano parte dell'ekklesia di cui Cristo è il capo. Gesù, dopo gli Apostoli nel 1° secolo, non ha più avuto intermediari se non i pastori delle singole chiese o congregazioni. Avendo completato la Bibbia, oggi lo spirito santo opera principalmente attraverso la sua lettura e la meditazione. E opera nella vita dei singoli, ma forse in nessuna delle organizzazioni religiose oggi esietenti, intese come... organizzazioni.
      Quindi, tendo a non dare nulla per scontato. Il tutto va esaminato alla luce delle scritture. Come facevano i bereani. Trovando i riscontri, e non potevano non esserci, credettero all'apostolo Paolo.
      Come ho già scritto, che il CD agisca come un'economo fedele deve dimostrarlo con i fatti. Ma non tanto a noi, che possiamo pur credere alla loro buona fede e ai loro sforzi e apprezzarli. Ma a Cristo a cui devono rendere conto.
      Sono guidati dallo spirito di Dio? E perchè no? Se studiano con cuore sincero cercando la verità, perchè Dio non dovrebbe guidarli con il suo spirito? Certo a quei livelli c'è una grossa responsabilità, specie se milioni di persone pendono dalle loro labbra per capirne di più della Bibbia, che è un libro apparentemente complesso (ma non tanto...).
      L'approccio nello studio deve essere umile, non presuntuoso, e non è utile pensare che qualsiasi cosa passa per la mente, un nuovo intendimento o una nuova interpretazione, sia necessariamente opera dello spirito di Dio. Perchè se l'approccio non è umile, è più facile che sia il Nemico che ti stà portando fuori strada. Purtroppo questo in passato è successo, parecchie interpretazioni che erano sicuramente "nuova luce" poi sono state cambiate, quindi proprio "fulgida luce" non erano. Paradossalmente l'interpretazione di certi passi dopo molti decenni si è allineta a quello che i commentari di altri eruditi scrivevano da molto tempo prima... la luce era lì su quei commentari, ma già dal XVIII o dal XIX secolo...

      Elimina
    9. 4a parte
      Tutte le confessioni che si definiscono cristiane hanno un'organizzazione, ma quelle che la esaltano sono solo due. La Chiesa Cattolica e i Testimoni di Geova. I cattolici hanno il Papa infallibile, noi abbiamo gli unti "Fratelli di Cristo" sulla terra, pressochè infallibili. I cattolici hanno la chiesa-madre, noi l'organizzazione-madre. I cattolici dicono che bisogna avere fede nella chiesa e nelle tradizioni che ha introdotto, noi diciamo che bisogna avere "Fede in una organizzazione vittoriosa" (Torre di Guardia del 1/9/1979). Con queste premesse, trovo difficile pensare a grandi riforme, specie se c'è il timore che facciano crollare "il castello di carte" che si è faticosamente costruito nei decenni...
      A meno che... il CD scenda di parecchi gradini per venire incontro ai fratelli. Cambiando ad esempio le interpretazioni di certi passi biblici che a dire il vero sembrano un pò .... campate in aria!
      Faccio solo due esempi, fermo restando che comunque rispetto le interpretazioni date finora, ci mancherebbe!
      Luca 12:41-48. Pietro fa una domanda e Gesù risponde. Chi sia l'economo fedele lo si capisce nei versetti 47 e 48. Ci sono quelli che hanno capito cosa fare ma non sono preparati e quelli che hanno capito ma non hanno fatto secondo la volontà del Signore, battuti con molti colpi. Poi ci sono quelli che non hanno capito ma hanno fatto cose meritevoli di battiture, battuti con pochi colpi. Poi ci sono quelli che hanno fatto bene, premiati. Non può trattarsi di sole 8 persone. Si riferisce probabilmente a tutti coloro che hanno un'incarico come pastori nelle chiese o congregazioni o che a più alti livelli coordinano l'attività delle congregazioni o chiese. Quindi anche il CD ma non solo. Probabilmente anche i singoli anziani delle congregazioni, laddove dovevano avere cura del gregge loro affidato, ciascuno con il "dono" e l'incarico ricevuto. Pietro, che aveva fatto la domanda, afferrò il punto? Certo. 1° Pietro 4:10,11: "Nella proporzione in cui ciascuno ha ricevuto un dono, usatelo, servendo gli uni gli altri come eccellenti economi dell’immeritata benignità di Dio espressa in vari modi. Se uno parla, parli come se fossero i sacri oracoli di Dio; se uno serve, serva come dipendendo dalla forza che Dio fornisce; affinché in ogni cosa Dio sia glorificato per mezzo di Gesù Cristo."
      Il riferimento al parlare e al servire sembra chiaro: si riferiva ai pastori della congregazione, sia nell'insegnamento che nel "servire" i fratelli, assistendoli e curandoli amorevolmente. Tutti però "eccellenti economi". Paolo, per quanto riguarda l'insegnamento, sembrava pensarla allo stesso modo. Come apostolo aveva e sentiva una responsabilità maggiore per le conregazioni, autorità conferitagli da Cristo in persona. 1° Corinti 4:1,2: "Ognuno ci stimi come subordinati di Cristo ed economi dei sacri segreti di Dio. Inoltre, in questo caso, ciò che si richiede dagli economi è che uno sia trovato fedele." E questo vale per tutti gli "economi" presenti nel suo tempo e futuri (infatti l'espressione al versetto 2 è al plurale....)

      Elimina
    10. 5a parte
      Andando a Matteo da 24:45 a 25:46, qui sembra che Gesù faccia un unico ragionamento con un unico filo conduttore e sostanzalmante... parla della stessa cosa con esempi diversi, arrivando poi in Matteo 25:31-46 alla conlusione dell'argomento. Ad esempio, quando dice in Matteo 25:32 "E tutte le nazioni saranno radunate dinanzi a lui, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri", chi sono "gli uni e gli altri" che separa? Di chi sta parlando? Finora di chi aveva parlato? Dello schiavo fedele e discreto e di quello malvagio, delle vergini sagge e di quelle stolte, degli schiavi che negoziarono i suoi talenti e di quelli che non lo fecero. Da notare che sia i premiati che i condannati lo riconoscono come Signore, non sono ne musulmani ne buddisti. In quel passo alcuni avevano capito cosa fare e come essere pastori amorevoli, altri davanti a Gesù facevano finta di non aver capito. E Gesù risponde a tutti: "In quanto l'avete (o non l'avete fatto) a uno di questi miei minimi fratelli l'avete (o non l'avete) fatto a me". Da notare che quello che Gesù si aspetta non sono i numeri dell'impegno nell'opera di predicazione, per cui dice "ben fatto" a chi ha coordinato l'opera, ma ben altro. Sono bisogni e necessità dei "minimi fratelli " in difficoltà che si dovevano attenzionare. Per il resto "la bocca parla dall'abbondanza del cuore", spontaneamente, e questo vale per tutti i cristiani.
      Del resto, come dice Pietro in 1° Pietro 4:17, "il giudizio comincia dalla casa di Dio" e poi prosegue con altre genti. Correlata a questi passi sembra anche la scrittura di Matteo 7:21-23. Opere potenti che Gesù non riconosce. Chi trascura i suoi "minimi fratelli", Gesù non li ha mai conosciuti e non accetterà ne numeri ne costruzioni ne altre giustificazioni. Specie se quello che si aspetta non è stato fatto. Chi potrebbero essere i "minimi fratelli"? Il CD fra noi non sono i "minimi fratelli", sono il massimo. Gesù però diede una indicazione importante: Mateo 12:46-50 "Mentre parlava ancora alle folle, ecco, sua madre e i suoi fratelli, stando di fuori, cercavano di parlargli. E qualcuno gli disse: “Ecco, tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e cercano di parlarti”. In risposta egli disse a colui che glielo aveva detto: “Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?” E stesa la mano verso i suoi discepoli disse: “Ecco, mia madre e i miei fratelli! Poiché chiunque fa la volontà del Padre mio che è in cielo, egli mi è fratello e sorella e madre”.
      Concludendo, qualcuno può pensare: Come osi mettere in dubbio l'insegnamento dello schiavo? No, quello non lo metto in dubbio. Questo è quello che ho capito dallo studio personale delle scritture, è solo una ipotesi e può valere anche mezza lira o nemmeno quella. Però penso per un momento a cosa succederebbe se nel valutare i requisiti degli anziani si tenesse conto anche di Matteo 25:34-45, applicato ai pastori da nominare. Quelle cose scritte li dovrebbero già farle da servitori di ministero ed essere apprezzati dalla congregazione sotto questo aspetto. Si potrebbe chiedere ai fratelli cosa ne pensano, così l'ekklesia partecipa, e se questo il fratello ha già fatto, quando si sentirà l'annuncio della nomina ci sarà un fragoroso applauso, perchè si avrà la certezza che da domani il gregge potra contare su un vero pastore... e non su un "vaccaro".
      Vedi, se hai seguito il ragionamento, che scendere con umiltà qualche gradino da parte del CD sotto questo aspetto avrebbe benefici enormi e non costerebbe nulla da parte loro. Basta proporlo come nuovo intendimento e nuova luce. I fratelli sono abituati ad accettarli.
      Intanto preghiamo per il CD, perchè molte cose dipendono da loro...

      Elimina
    11. @1842,
      Ho letto con interesse la tua ricerca. Ci sono alcuni aspetti in cui ero arrivata alle stesse conclusioni. Ti posso contattare in privato? Gli amministratori hanno la mia mail.

      Elimina
    12. L equilibrista24/10/16, 21:52

      1842
      Sono felice di cio che hai scritto.
      Condivido appieno ogni cosa.
      Ê da tempo che ho i tuoi stessi pensieri.
      Continua a scrivere!!
      Un saluto a tutti i fratelli del blog.

      Elimina
  8. fratello di N.23/10/16, 22:00

    80 anni fa le ingiustizie spingevano molti italiani a sospirare. " Se Mussolini sapesse,sarebbe diverso!!!"
    É evidente che Mussolini non sapeva tutto ma sapeva perché rifacevano il giorno prima l'asfalto delle strade dove sarebbe passato cosí é altrettanto evidente che sapeva quasi tutto.
    Altrimenti non sarebbe durato a lungo!

    Anche le orecchie del CD sono belle lunghe.
    Sanno, sanno!!!!
    Anonimo caro, se non sapessero non potrebbero essere uno schiavo discreto, perché uno schiavo fedele che non sa quello che succede a casa del suo Signore sará solo fedele... ma inutile in quanto a guidare e governare gli altri schiavi.

    RispondiElimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio