Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

11/12/16

Segnare le scritture lette in servizio sul rapporto



So bene che molti vorrebbero vedere completamente abolito il rapporto di servizio, e non hanno tutti i torti. Ma so anche che la WTS mooolto difficilmente dirà di non fare più il rapporto. Siamo tanti numeri secondo loro. Vabbè, ma se è così io propongo almeno questa modifica.


Aggiungere al rapporto la voce "Scritture lette ai padroni di casa".
Perchè? Perchè purtroppo i fratelli sono più stimolati a fare qualcosa se poi lo possono segnare sul rapporto. E' brutto lo so, ma è così. Dovremmo voler fare le cose di cuore, ma è nella natura stessa del rapporto di servizio inquinare questo sentimento sincero. Lo vediamo per esempio dall'aggiunta "video" al rapporto. Perchè è stato aggiunto? Per stimolarci a far vedere i video alle persone, a usare il tablet. Fino a poco tempo fa facevamo vedere il video solo perchè lo ritenevamo utile, ora lo facciamo perchè sta male presentare un rapporto con Video: 0. Oppure continuare lo studio a uno studente che si è comunque già battezzato: possiamo sempre segnarci le ore e lo studio finche non completiamo il secondo libro. Perchè? Perchè altrimenti una volta battezzato lo studente lo abbandoniamo a se stesso. Invece il poterlo continuare a segnarlo sul rapporto ci stimola a continuare a coltivarlo fino alla fine dello studio.

Allora io mi chiedo: perchè non aggiungere la voce "scritture bibliche" al rapporto?
Almeno, saremo più stimolati ad aprire la Bibbia alle persone.
Purtroppo siamo molto legati al rapporto, non dovrebbe essere così, ma visto che è così, sfruttiamolo per qualcosa di buono. Visto che la WTS dopo decine di km e w che spiegano che il rapporto è indispensabile, non potrà cambiare idea...

Che ne pensate?


Armaghedon



_________________________________________

48 commenti:

  1. hai ragione... io una volta scherzando ho detto che sul rapporto bisognava aggiungere la voce "conta Passi" per vedere chi va più di casa in casa o al bar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo. condivido al 100%

      Elimina
    2. Condivido questa proposta al 100%

      Elimina
    3. Io non sono d'accordo anche se riconosco la bontà dell'idea.
      Semmai dovremmo organizzare, regolarmente, la giornata del servizio "solo con la Bibbia".
      Intanto cominciamo a vedere come ce la caviamo davvero davanti alle obiezioni (troppo facile avere la rivista che risponde a quella o a quell'altra domanda); prendiamo per forza di cose più dimestichezza con la Bibbia e non si sa mai che impariamo anche qualcosa di nuovo.
      Quindi io direi... non aggiungiamo altre voci al rapporto (che poi diventerebbe una cosa meccanica) ma forziamoci ad uscire, almeno una volta ogni tanto, solo con la Bibbia

      Elimina
  2. Bella idea, anche se sono per l'eliminazione del rapporto di servizio. "Dio ama il donatore allegra" e "la sinistra non deve sapere ciò che fa la destra".

    RispondiElimina
  3. Come ho già precisato in altre occasioni io sono solo contrario al nominativo sul rapporto. ma anche la mia idea per il CD è come la sabbia negli occhi . Ma la preoccupazione di Harmaghedon è lecita visto che probabilmente quello di leggere una scrittura potrebbe essere il risultato principale da ottenere nella predicazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quale risultato ottieni se non c'è aumento?

      Elimina
    2. Anonimo cosa intendi per aumento? Perché se per aumento intendi consapevolezza basta citare le scritture ma se per aumento intendi aderenti alla religione... non so vedi tu studia le scritture e poi dimmi se è questo è quello che Geova intendeva ottenere.

      Elimina
    3. Leggere le scritture che danno conforto e gioia queste sono d'aiuto a superare la pochezza dell'empatia nel distribuire un pezzo di carta o di far visionare un figlio illegittimo della tv...la famosa scatola nera....ma quante cene sarebbero da dire....da dentro deve esserci la voglia di condividere quel poco, purtroppo, che rimane di veramente entusiasmante del messaggio cristiano, sommerso dalle varie tattiche di comunicazione, Gesù ci ha trasmesso pochi ma chiari principi universali, quelli dovremmo continuare a condividere

      Elimina
    4. aumento di gente che poi si troverà a combattere vaccarismo burocrazia, rapportini mensili per farsi qualificare da altri uomini? prima ripuliamoci noi e poi invitiamo altri con la predicazione

      Elimina
  4. il casellante12/12/16, 05:58

    Nella consegna dei rapporti a volte non viene rispettato la privacy, il segretario incarica un'altro per raccogliere i rapporti,ogni gruppo raccoglie i rapporti,e poi tutto è consegnato al segretario,nel frattempo il tuo rapporto che doveva essere personale è divenuto di dominio pubblico.
    Sono quasi propenso a non consegnare più il rapporto come del resto già tanti non lo fanno da tempo. Un felice lunedì a tutti !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poveri noi, ma non si diceva: dall'abbondanza del cuore la bocca parla? Deve esserci "lo stimolo" del rendicometro teocratico (rapporto) per leggere le scritture? Provate a segnare allora cari fratelli quante volte avete dato un abbraccio o una carezza ai vostri figli , oppure avete loro detto ...Ti voglio ben...perchè è questo sentimento che ci dovrebbe portare a testimoniare l'amore del Cristo, provate a fare rapporto delle vostre attenzioni in famiglia, chissà che non vi stimoli ad essere migliori Padri mariti fratelli e compagnia cantando

      Elimina
    2. @il casellante
      Il rapporto credo sia necessario e doveroso per ragioni di statistiche... e per assolvere questa funzione è sufficiente che sia anonimo.

      Infatti abbiamo notizia che i cristiani del primo secolo tenessero in qualche modo traccia del loro numero e dei progressi nelle varie zone, segno che questo non è sbagliato... ma del rapporto NOMINALE consegnato dai singoli non vi è menzione nelle scritture.

      Se proprio vogliamo scendere nello specifico magari potrebbero compilarlo nominale solo PA, PR, e PS visto che si impegnano di spontanea volontà per una certa quota ore (anche se io sarei per l'abolizione completa delle nomine legate al numero delle ore).

      Ogni altro uso del rapporto si presta a storture.

      Invece di cercare di avere metodi standard per quantificare l'inquantificabile (la fede e la spiritualità), un pastore degno di questo nome deve saggiare la salute delle pecore personalmente, parlandoci, uscendo in servizio, stando con loro per svago, ecc... non con un numerino piazzato in fronte.

      Elimina
    3. Lupo Solitario12/12/16, 13:08

      hai ragione fmc, poveri noi....

      Ma questo siamo oggi.... è inutile cercare di dipingerci come non siamo (più).

      Domanda: dei fratelli/sorelle con cui esci in servizio.... quanti riescono a fare un servizio significativo, ovvero fatto con zelo e vero fervore ?

      Nella mia zona sono 2 su 10...... e tra questi non c'è traccia di nominati anziani o servitori di ministero....

      Elimina
    4. Il proclamatore da cento passi30/12/16, 10:40

      Lupo Solitario,dici delle cose molto verosimili.Il rapporto e' un' arma a doppio taglio,da una parte serve per monitorare le riviste lasciate di modo che le stampe e costi siano modulati a seconda della distribuzione ma dall' altra serve per ingannare noi stessi e la nostra mente.La salute spirituale si nota in sala dalle ore che il singolo dice davanti a tutti di fare?O serve ,spesso ed a volte,per fare distinzioni di classe da fratelli e fratelli?Le vivo sulla mia pelle queste cose anche se da poco.Un sorvegliante da questo deve monitorare la salute spirituale del singolo?O dallo zelo, dalla condotta e dalla voglia di sentire la verita' nel sangue??Quando esco in servizio (da alcuni mesi sn proclamatore) nella metropoli (Centro Italia)non ti nascondo che sono egoista,cerco di affiancarmi a pionieri o chi ha zelo e sa aprire le scritture a chiunque ,mi sento leggero come una piuma e ristorato anche io,cosi anche io imparo e miglioro,piu' che lasciar riviste per acchiappare conversazioni.Non ti nascondo che il metodo di citofonare e chiedere di lasciar una rivista di un argomento"malattie e suoi rischi"(es. ultima) per dimostrare di far un'ulteriore visita e indicarla nel rapporto mi scoraggia.E' meglio indirizzarla al sito ed al fai da te forse uno studio si intraprende. Vedere che dopo un'ora e mezza con il mio co-proclamatore siamo soddisfatti di aver lasciato 5-7 opuscoli mi "scoraggia".Mi chiedo ma cosa ho fatto?Ho servito Geova e poi?Ed aprire la Bibbia quando?Come un tempo facevano i fratelli che leggevano a voce lata "Matteo" o "Rivelazione" ed i passanti erano piu' ricettivi (non indisponenti come oggi.E se per due mesi indico zero ,sono irregolare e non da frequentare socialmente come ho visto accadere ad altri?Non sapete che le differenze di classe rovinano la spiritualita' dei singoli.E che l'amore fraterno basato sui principi attira gli altri e risolleva la pecora che attraversa momenti difficili?le persone(fratelli o proclamatori che siano) si riconoscono subito e se ben preparati e con il cuore pieno trascinano discepoli e congregazioni al seguito.

      Elimina
    5. Lupo Solitario30/12/16, 18:56

      Grazie proclamatore da cento passi,
      nonostante sei da poco un proclamatore, sei di certo 'consapevole'.

      Il mio incoraggiamento è quello di continuare come stai facendo: esci con chi ti incoraggia e non disdegnare di accompagnare i fratelli e le sorelle meno in vista nel ministero; esci con gli 'emarginati' della congregazione, con i fratelli e le sorelle soli nella verità e che devono sudare per continuare ad avanti e rimarrai sorpreso della vera spiritualità che incontrerai.

      Da noi, c'è un fratello... di quelli che possiamo tranquillamente definire strani.... pochissimi sono contenti di uscire con lui a motivo delle sue 'stranezze'; lui fa solo un ora di servizio alla settimana partecipando alla comitiva regolarmente da circa 35 anni; ti garantisco che la sua ora da sola vale più di cento fatte dai nominati in quanto a zelo e voglia di fermare chiunque passi nei paraggi.

      Avessi (ancora) io metà del suo zelo......

      Un abbraccio e buona continuazione

      Elimina
  5. E quale dovrebbe essere il beneficio di aggiungere un altro peso? Allora se si segna una scrittura si viene " consigliati"? Scusa caro armaghedon ma già trovo antiscritturale e farisaico il rapporto,adesso pure segnare le scritture, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lupo Solitario12/12/16, 13:05

      Cara Ipazia,
      il senso di segnare le scritture ha lo scopo di ridare importanza, in servizio, all'unica cosa che conta: aprire la bibbia e far leggere qualcosa al nostro interlocutore (Ebr 4:12).

      Tutto il resto (video, biglietti da visita, studi biblici da segnare se hai parlato 7 secondi con qualcuno) è noia, come diceva qualcuno.

      Un abbraccio

      Elimina
    2. aprire la bibbia, hmm questa è una cosa che fanno certi gruppi cristiani minori, usano solo quella per parlare ad altri, guarda te

      Elimina
    3. Lupo Solitario12/12/16, 20:54

      Ciao Ipazia,
      perdonami, sarà l'orario o la stanchezza della giornata, ma non sono riuscito a capire se diciamo la stessa cosa oppure no .... :((

      Elimina
    4. Io siamo d' accordo solo sull' usare la bibbia mi sa ;)))

      Elimina
  6. Zitto Armaghedon, non lo dire, magari è l'unica cosa che approvano delle proposte del Blog.
    A parte che io praticamente uso solo la bibbia per non fare pubblicità ad altre cose, ma andarle a scrivere sul rapporto mi seccherebbe, quando si invecchia tutte le novità danno fastidio, a cominciare dai video su tablet.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tra l'altro si insinua sottilmente la "carenza" dei "fratelli" in questo o in quest'altro, lo stesso sottile e perverso gioco della wts che innesca meccanismi di stato d'inferiorità,inadeguatezza(non dai abbastanza riviste, non fai abbastanza visite, non leggi le scritture) di dipendenza dal giudizio dell'altro(guarda i pionieri fanno tot e tu perchè non ti sforzi oppure ho notato che i fratelli lasciano solo le riviste e bla bla bla) ma che ognuno faccia ciò che sente senza il maestro burattinaio che muova i fili, specie nel"servizio" già un termine di tipo militare o di atto di sottomissione servile

      Elimina
  7. A tutti
    Penso che Erasmo da Rotterdam ci scriverebbe un'altro
    "Elogio della follia" ,......Dall'abbondanza del cuore la bocca parla...e non c'è altro da aggiungere ,se la verità è tua profonda e radicata nel cuore , agisci da solo ....tutto il resto è solo aggiungere inutili carichi , io abolirei anche le varie diciture pioniere, stupide e ridicole etichettature per quotare il modo in cui io evangelizzo , ...non facendo nulla per egotismo , ma non sapeva ogni cosa che facciamo il padre nostro che vede in segreto???......via fratelli e leggiamocela questa ispirata bibbia ,ma veramente con il cuore.... il resto vien da solo ....., siamo qui a contare quantificare , dati dati e ancora dati ,sembrerebbe che nell'arca ne siano entrati 8 ,....lasciamo fare con fede a Geova , il nostro affannarci non gli è indispensabile vuole i nostri cuori cari fratelli , a buon intenditore....
    Ipazia ti scrivo presto

    RispondiElimina
  8. Armaghedon13/12/16, 02:36

    Grazie per le vostre risposte.
    Anche io sarei per il rapporto anonimo, ritengo comunque utile una registrazione.
    Poveri noi davvero!
    Sono d'accordo che bisogna adorare e predicare di cuore, non in virtù del rapporto, l'ho spiegato nel post, però visto che ormai la situazione è questa...Almeno insegneremmo di più la Bibbia.
    Tanto la wts non credo abolirà mai il rapporto.
    @Ipazia: certo che verresti consigliato se consegni solo una scrittura! Perche se segni 20 ore e una scrittura uno si chiede: ma in queste 10 ore cosa hai fatto? Bar? Passeggiata?

    RispondiElimina
  9. fratello di N.13/12/16, 08:36

    Questo argomento mi ha ricordato una cosa del passato...
    Fino a quasi 50 anni fa, un buon fratello seguiva l'esempio della parabola dei 30 talenti... In pratica nel rapporto la somma delle ore (una dozzina) con quella delle visite, di almeno 1 studio e delle riviste lasciate doveva fare almeno 30... e quindi tutti ad adattarsi. Altrimenti no si era spirituali.
    Miracoli della matematica che "misura" la fede...

    Peccato (per i ragionieri "cristiani") che la fede sia incommensurabile.
    Bastó una monetina di una zelante vedova a dimostrarlo.
    È per questo che abolirei i rapporti.
    Ma visto che ci sono, usiamoli. Lasciamo che Geova se la veda con i ragionieri.
    E sopratutto evitiamo di aggiungere al servizio le pause caffé, le visite ulteriori decennali inutili da tre ore l'una e il tempo perso a fare shopping per pavoneggiarsi in sala per il tempo " dedicato a Geova"
    Ma cosí i rapporti saranno belli magri!!! Meglio.
    Saranno veri!!!!
    Se hanno ridotto le ore per il servizio di pioniere (altra brutta invenzione di un ragioniere " spirituale") da 100 a 90 e infine a 70 e i saldi per gli ausiliari a 30 un motivo ci sarà...

    ps. I primi cristiani non avevano la bibbia. Era intrasportabile. Al massimo un piccolo foglietto con due versetti.
    Come facevano? Citavano a memoria i passi biblici e il loro cuore addestrato li spingeva a applicarli correttamente. Il libro di Atti é pieno zeppo di questi esempi.
    Invece ora presumiamo che uno dovrebbe accettare la verità perché ha ascoltato un versetto. La Bibbia é una spada tagliente presa e applicata dovutamente nel suo insieme, il versetto preso da solo non é nulla.

    Per quanto riguarda i video, per quanto utili, sono la dimostrazione che i ragionieri della fede non credono nelle capacità dei veri cristiani. Meglio un video (o una pubblicazione) preparato da professionisti. Peccato che migliaia di esperienze mostrano la capacità di zelanti cristiani nell'attrarre altri alla verità. La cosa bella é che spesso questi zelanti adoratori di Geova hanno capacità e conoscenze molto limitate. Un ragioniere non li valuterebbe due soldi e invece...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @fratello di N
      Concordo. E tutta questa esplosione di digitale e di video in servizio sta pian piano togliendo autorevolezza alla Parola di Dio in se'.
      Fino a non troppo tempo fa eravamo vivamente esortati ad usare fisicamente la Bibbia in servizio e mostrare i versetti all'interlocutore...
      Ora nell'hit parade delle presentazioni in primis c'è il video, il tablet, poi ancora il video ed il video... Come se per penetrare il cuore sia necessario stupire con effetti speciali.

      Elimina
    2. fra un pò diremo le parole rese famose da un celebre film:
      ho visto delle cose che voi umani neanche immaginate... Quindi fatevi un giretto su JW.org , guardate il Broadcasting e le vedrete anche voi.
      Caro Fratello di N , dici bene , non credono nella capacità dei fratelli di toccare il cuore delle persone, ma così facendo ci snaturalizzano ancora di più. o forse è il modo per farci dire solo quel che vogliono che diciamo, questa mi suona come la cosa più probabile.sempre più stretti nella tela del ragno.

      Elimina
  10. I video mi sembrano artefatti,falsi, io non accetterei mai di convertirsi o essere stimolata o incuriosita da un video, ma sono molto razionale, forse è per questo, ho giusto uno smartphone acquistato sotto pressione perché altrimenti non ero ubbidiente alla wts, dopo di che li ho mandati tutti a pascolare e in servizio porto LS bibbia in mano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fratello di N.

      Io invece uso il tablet.

      Una vera benedizione!

      Per la mia cervicale, naturalmente.

      Elimina
    2. off topic, ma questa N che segue, caro fratello di,fa riferimento a cosa?

      Elimina
    3. Il fratello di N.
      come
      .ovara
      .uoro
      .apoli
      .icola
      .emo
      .adia

      Ameno uno puó essere esatto.
      Forse due.
      Di piú no. È logicamente impossibile.

      Elimina
  11. A volte i paragrafi delle pubblicazioni ci chiedono: "Quale atteggiamento manifestiamo... " e io pongo la stessa domanda in relazione al rapporto di servizio mensile. Secondo me indicare ogni minima cosa non ha senso. I cari farisei lo facevano infatti davano la decima della menta e del comino, ma si dimenticavano dello spirito della Legge. Se quando siamo in servizio abbiamo una parola incoraggiante con chi ci sta vicino o salutiamo un fratello che è a casa ammalato o vecchio, queste si che sono le cose che hanno valore! Ma indicare quante ore passo a passeggiare tra un assente e l'altro, penso non serva a nulla!

    RispondiElimina
  12. Domenica mi sono stupito di me stesso..
    Mi sono accorto in adunanza, che, riprendendo la Bibbia in mano facevo un pelo fatica a trovare velocemente i libri le scritture, come una volta, a forza di usare il digitale...Mi sono vergognato di me stesso... Non per un fatto di competizione od orgoglio ma perchè tutto questo enfatizzare di video, filmini ecc sta spersonalizzando tutti noi, in primis i più giovani da quello che è il nostro scopo originario: fare discepoli e insegnare la Parola di Dio.
    Rammento tutte le esperienze di chi è finito in carcere x anni, senza nulla, e ricordava le scritture o le ha scritte su un muro e così è sopravvissuto e si edificato con la Parola di Dio che era penetrata nella sua interiorità. Cosa ricorderemmo noi se fossimo al suo posto? L'ultimo video? Il giovanotto disegnato che fa il filo alla ragazzina? .. Lele e Sofia...?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fratello di N.

      Faremo tanti bei disegnini...
      Poi ci verrà in mente un passo, che so ... Matteo 24 :14 e zacchete lo scriviamo. Un altra settimana ci ricorderemo il racconto della creazione e incidiamo sul muro il riassunto. A giugno immagineremo che l'Inter ha vinto lo scudetto e disegnamo un trofeo. Poi, molti anni dopo racconteremo di come siamo stati incoraggiati dalle scritture incise. Dell'Inter no! Troppa delusione...

      ps le celle sono piene di scritte. Ognuno ci mette quello che ha nel cuore. Questo é il punto fondamentale. Chi ha fede e ricorda scrive esattamente il passo poi magari ci scappa il disegnino. Chi ha fede ma non ricorda esattamente scrive la parafrasi e scarabocchia una casetta. Chi non ha fede fa disegnini e scrive qualche cavolata.

      Elimina
    2. il nuovo televangelismo americano, passa dal campanello al tablet

      Elimina
    3. @fratello di N
      Il punto è che, con l'andazzo recente, siamo addomesticati e allineati a mo' di telemarketing, non ad usare la Parola di Dio ed il suo potere, a farla propria, ad insegnarla. Ti senti un soldatino, una pedina, non un insegnante, un proclamatore. La Bibbia perde il suo valore, vissuta così...

      Elimina
    4. Il fratello di N.14/12/16, 22:32

      La BIBBIA é un dono che Geova fa ad ogni uomo.
      Quindi ognuno deve studiarla, meditarci e farla scendere nel cuore. Il tramite con cui ci arriva, ovvero carta stampata, formato elettronico, audilettura e chissà domani quale altro, non conta. Conta farla propria.
      Purtroppo siamo stessi noi che abdighiamo. Invece di studiarla ce la facciamo leggere, invece di meditarci, leggiamo le meditazioni altrui, invece di capire lo spirito, ubbidiamo ai comandi altrui e poi ci sentiamo soldatini.
      Ripigliamoci la Bibbia, poi quando vedremo che le nostre conclusioni sono simili a quelle della Società (e ci mancherebbe, visto che Geova ci ha dato lo stesso libro), finiremo di fare i soldatini

      Elimina
    5. "Ripigliamoci la Bibbia, poi quando vedremo che le nostre conclusioni sono simili a quelle della Società "...
      Se siamo qui a parlare di tutto questo, ....evidentemente non lo sono, e non ci è data facoltà di esprimerlo serenamente, pena la nostra testa...
      Sottovaluti una cosa: nella nostra organizzazione la Bibbia arriva "tramite" un canale e questo conta moltissimo. Anche il modo in cui ti arriva..
      E di recente io vedo arrivare video, film e telefilm, e vedo la maggioranza allinearsi all'uso di questi strumenti, che sono strumenti utili per la vendita. Ma non è "colpa" loro. Preferirei vedere proclamatori esperti nel manovrare la Parola di Dio dopo averla fatta propria, non conoscere a menadito i link ai video...Che è un'altra cosa... Non è la "Bibbia"..

      Elimina
    6. Il fratello di N.

      Un giorno compariremo davanti al tribunale di Geova.
      Forse da vivi, forse da morti.
      Ma questo non è importante.
      Ci giuicherá in base alla nostra fede e alle nostre opere.
      PUNTO.
      Ora immagina che Obbediente abbia violato alle leggi di Geova per servire un suo rappresentante, credi che questo lo giustifica?

      La bibbia è piena di questi esempi.
      Saul ordinó di uccidere i sacerdoti che avevano aiutato Davide.
      Uno solo obbedì a Saul.
      Davanti a Geova, chi si è comportato bene?

      Se Geova ci ha dato uno scritto, il motivo è questo.

      Elimina
  13. Io penso che se non si vuole eliminare del tutto il rapporto di servizio, si dovrebbe almeno farlo senza mettere il nome del fratello o sorella.
    Questo permetterebbe di fare ogni cosa con i giusti motivi e non per essere ben visti dagli anziani.

    RispondiElimina
  14. Sono perfettamente allineato ai vostri pensieri sinora esposti a riguardo di fare un rapporto di servizio. Vi confesso che è una cosa che non mando giù da quando ero ragazzino. Mi sono sempre chiesto perchè rendicontare a mò di azienda l'attività svolta spontaneamente per parlare di Dio ad altri. Perchè dare conto di quanto amore per il prossimo io debba manifestare in un mese di servizio? Fino al rapporto anonimo, per le statistiche o per comprendere come distribuire le risorse, forse è anche giusto. Ma il nome e cognome no. E' solo una forma di controllo che distrugge tutta la spontaneità di un gesto nobile come parlare ad altri di Dio. Nell'azienda in cui lavoro è richiesto che ciascun dipendente rendiconti il modo in cui ha impiegato le ore di lavoro, compilando con causali diverse le cosiddette "ore uomo", così denominate dal datore di lavoro. Ma è un'azienda, cari fratelli. Che alla fine del mese deve erogarmi lo stipendio e vuole giustamente conoscere i dettagli della mia attività. Ma le nostre "ore uomo" spirituali a chi vanno presentate? A chi ci "pagherà" (scusate il brutto termine, reggetemi solo l'esempio) con la vita eterna, se la meritiamo. Ovvero, Geova Dio. Ma lui sa o non sa quanta e soprattutto di che qualità è il nostro lavoro? Data la ovvia risposta, ecco perchè non è condivisibile il dover mettere un nominativo ad un rapporto di servizio. Spero che lo schiavo intervenga quanto prima su questa questione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I primi segnali di disagio sulla wts li ho avuti qd mi ero iscritta in una azienda di vendita diretta ( sapete no, prodotti per casa and Co). Promuovevano dei meeting per insegnarti tecniche di vendita. E sembrava di leggere il manuale della scuola. Pazienza, lí per lì sembrava una coincidenza. ( pazienza anche qd esposi le mie perplessità a qualcuno e mi venne risposto "Fu Gesú a inventare il marketing)!!...davvero??
      Era lampante la somiglianza con quella società "piramidale" dove tu fai tutto il lavoro di vendite e Anche sopratutto di Reclutamento (!) e poi sono altri che incassano.
      E va bene, coincidenza anche qui.
      Ma ora che da piani alti abbastanza stanno rimpiazzando l'amore con l'efficienza, gli anziani con i tecnici, la Bibbia con il tablet scusate se penso male ma non riesco più a vederci solo coincidenze.
      Il fine ultimo è il denaro, ogni proclamatore viene spronato a predicare per portare dentro un altra persona che butterà giù un euro nella cassa.
      Que(lli).... che stanno lavorando per la ricchezza e non per Dio, non hanno nessun interesse a eliminare il rapporto di servizio.

      Elimina
    2. Jf hai centrato uno dei punti dolenti;)

      Elimina
    3. Armaghedon15/12/16, 02:04

      Carissimi, a me piace l'idea del rapporto anonimo, ma diciamo la verità: se rendessimo il rapporto anonimo...Avete idea del sostanzioso calo che avranno tutti i massimi e le medie del nostro amatissimo(?)Rapporto Mondiale sull'annuario???
      La WTS potrebbe permettersi qualcosa del genere??

      Elimina
    4. @armaghedon, la wts non se lo può permettere e non lo farà mai, credo. Per fare un esempio "forte" penso che la differenza tra rapporto "anonimo" e pubblico sia come la differenza tra amore coniugale ed amore mercenario. Quando fai qualcosa sotto controllo e per un qualche tornaconto non penso sia veramente la prova sincera dell'amore che nutriamo per il prossimo.

      Elimina
    5. ...anche perchè, la storia del rapporto innesca una serie di effetti a catena purtroppo molto importanti e determinanti nella nostra organizzazione e, lasciatemelo dire, ufficialmente sconfessati.
      Perchè per avere una (certa) nomina devi fare un TOT di ore, te lo dicono chiaro e tondo senza mezzi termini, per essere questo o quest'altro devi fare un altro tot di ore, ecc. ecc.
      Poi, chiaro, ufficialmente questo non lo diciamo, anzi...opportunamente lo sconfessiamo ....
      Ma sappiamo benissimo che non puoi essere anziano, servitore di ministero o quant'altro se fai 5 ore di servizio, siano esse le più proficue che tu abbia mai fatto...
      Gesù contò le maggiori ore di Pietro per caso, rispetto agli altri, prima di porlo a sostengo della Congregazione?

      Elimina
    6. La verita' nel cuore30/12/16, 16:50

      Notes,infatti molti di noi sanno cosa fece Gesu' per dare considerazione a Pietro rispetto alla congregazione?Pochi in realta' me compreso che non ricordavo, ahi ahi ce lo siam dimenticati,ma mi son ricordato delle ore che ho fatto questo mese e del rapporto che consegno domani 31 dicembre.Ora lo vado a rileggere e mi rimarra' impresso dato che ci medito sopra in rapporto a cosa significa avere la "buona reputazione teocratica".E ci siamo edificati ed hai colpito il mio cuore.Bravo!Pietro era un umile pescatore,era collerico e titubante spesso rispetto alla fede,rinnego' pubblicamente Gesu' tre volte davanti ,eppure fu un trascinatore di discepoli,aveva visto alla lunga distanza Gesu'.Se rinnegassi una sola volta il corpo direttivo davanti a fratelli o un suo intendimento davanti ad altri compagni di fede avrei la possibilita' di rifarmi ed essere anche un grappolo di quello che ha fatto Pietro?Avrei la possibilita' di condividre ancora la fede con gli amici fraterni?Cosa e' la reputazione rispetto alla fede?Puo' diventare una schiavitu' spesso. Perche' la lode degli uomini ci imbavaglia ma quella di Geova Dio ci libera.Cosa e' la vera fede allora?Ebrei 11;1 risponde.La reputazione come viene descritta nelle sacre Scitture?Mi vien l'esempio di Giobbe ma vorrei approfondire....

      Elimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio