Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

17/01/16

"SE HO.....SE CONOSCO.....SE HO....MA NON HO AMORE NON SONO NULLA " 1 Corinti 13:2




la figlia di Iefte  12 gennaio, 2016 11:53


Figlia di Iefte con tamburello -
 in una illustrazione di
Jacques Joseph Tissot


Ho trovato diversi spunti di riflessione sullo studio w di domenica 9/01/2016. Spesso la società ha paragonato la congregazione ad una famiglia, ora se noi applichiamo i consigli che sono stati dati ai genitori agli anziani ci ritroveremmo dei pastori che imiterebbero il modo di insegnare di Gesù...ad esempio il
1° aspetto "MOSTRATE AMORE"


Il genitore veniva incoraggiato a trascorrere del tempo insieme ai propri figli per conoscere i loro interessi e gusti in fatto di musica, film, sport...e poi aiutare i propri ragazzi a provare gioia e soddisfazione nel servizio a Geova...Ma siamo realisti in quante congregazioni esistono questo tipi di anziani? Amichevoli, avvicinabili che si interssano delle pecore genuinamente non con secondi fini per scoprire qualche marachella così da elargire subito consigli su consigli?


2° aspetto "INSEGNATE L'UMILTA' CON L'ESEMPIO"

Anche qui i genitori venivano incoraggiati a imitare Gesù che riconosceva i sui limiti(benché fosse perfetto)e confidava in Geova e la w aggiungeva (paragrafo 9) Se i vostri figli vi sentono chiedere scusa, probabilmente vi rispetteranno di più....Anche qui che dire? Avete mai sentito un anziano chiedere scusa e ammettere di aver sbagliato?(raro vero?) E un corpo di anziani? (??)e il Corpo Direttivo?(????)Com'è più si sale in alto più diventa difficile ammettere i propri limiti ed errori?e diventa sempre più facile fare affidamento su se stessi che su Geova... Ecco perché è calato il rispetto e la fiducia!!!Lo dice il paragrafo è una diretta conseguenza....
Vogliamo parlare anche del fatto che Gesù forniva umilmente le ragioni che c'erano dietro ad un comando? Nel paragrafo 11 leggiamo: " se un figlio capisce perché la pensate in un determinato modo su una questione, è più facile che vi ubbidisca di buon grado. Quando forniamo ragioni i figli imparano ad avere più fiducia in noi (genitori) perché vedono che le nostre decisioni non sono arbitrarie o volubili, ma ragionevoli" Applichiamo lo stesso principio in congregazione, vengono fornite le ragioni o spiegazioni alla base di certe decisioni che vengono prese dai corpi di anziani? E che dire dei TAGLI a livello mondiale ci sono state date le ragioni trasparenti VERE che li hanno spinti a vendere Betel e Sale Assemblee? (???)

Infine il
3° aspetto "USATE PERSPICACIA"
Il genitore in questi paragrafi veniva incoraggiato a pregare Geova per capire in quali aspetti il proprio figlio poteva aver bisogno di aiuto. Aggiungeva inoltre che se sta perdendo la gioia, magari parlando in tono critico dei fratelli o sta diventando sfuggente,non bisogna concludere che stia praticando un peccato grave segreto...Ora applichiamo anche questo aspetto agli anziani e siamo realisti quanti di loro sono pronti sempre a cogliere il lato buono o positivo dei fratelli,anche quando si lamentano di qualcosa che non va? Non vengono subito tacciati come proclamatori negativi e lamentosi,mai una volta che porgono l'orecchio per ascoltare le lamentele fondate, eppure l'articolo ha evidenziato che i genitori devono ASCOLTARE perché GESU' ASCOLTAVA, quindi anche loro DEVONO ASCOLTARE!!!
Addirittura nel paragrafo 15 leggiamo:"Gesù esercitò perspicacia e vide ciò che c'era di buono in Natanaele. Di lui disse: Ecco per certo un israelita, in cui non c'è inganno!!!!Vi rendete conto??lo lodò nonostante Natanaele avesse detto di lui :"Può qualcosa di buono venire da Nazaret,dopo aver saputo che Gesù veniva da lì...Gesù non era infastidito dalla sincerità dei fratelli, non amava circondarsi da apostoli "lecchini" dal capo chino sempre pronti a dire SI a tutto e per tutto...Infatti solo dopo un anno e mezzo che lo aveva incontrato lo scelse come suo apostolo e lui si mostrò un cristiano zelante.....
la figlia di Iefte  12 gennaio, 2016 11:56
2° parte

...Purtroppo per esperienza personale posso dire che non rivedo questa attitudine in nessun anziano che conosco, anzi i fratelli veri e veritieri vengono tenuti alla larga il più possibile e difficilmente vengono nominati, EPPURE Gesù LO FECE!!!!Che tristezza anche qui si sono dati la zappa sui piedi da soli....riuscirà la superpetroliera a invertire la rotta??

Io me lo auguro di tutto cuore, sono favorevole ai cambiamenti, non li considero destabilizzanti, sono del parere che dopo tanti anni occorra rinnovarsi, ma che non pensino che ci accontentiamo di qualche cantico nuovo o di un'adunaza diversa...noi abbiamo bisogno di tornare al vero cristianesimo che ci ha lasciato Gesù come modello, se non si fossero allontanati da quel modello ora non ci troveremmo così spaesati e confusi come pecore senza pastore.
Devono riconsiderare le parole dell'apostolo Paolo in  1 Corinti 13:1-3 : "Se parlo le lingue degli uomini e degli angeli ma non ho amore, son divenuto un rimbombante cembalo .E se ho il dono di profezia e conosco tutti i sacri segreti e tutta la conoscenza e se ho tutta la fede da trapiantare i monti, ma non ho amore, non sono nulla. E se do tutti i miei averi per nutrire altri e se consegno il mio corpo, per potermi vantare, ma non ho amore, non ho alcun profitto."
 L'Amore è la forza che ha spinto Geova a crearci, l'Amore è la forza che ha spinto Gesù a dare la sua vita per noi, e ricordiamo che l'Amore è la forza che che ci deve motivare in tutto ciò che facciamo. Se a muoverci sono altri motivi non siamo Nulla.
_________________________________________