Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

09/04/17

Coinvolgere le congregazioni nelle nomine scritturali


In 2 Corinti 8:16-19  le Scritture mostrano il metodo scritturale di nomina degli anziani e dei sorveglianti. Un metodo che coinvolgeva le congregazioni locali e tutti i fratelli battezzati con buona reputazione.

Il testo della Traduzione del Nuovo Mondo edita dai Testimoni di Geova dice : 
"Ora siano rese grazie a Dio che mise nel cuore di Tito la stessa premura per voi,  perché senz’altro egli ha risposto al [nostro] incoraggiamento, ma, essendo molto premuroso, viene spontaneamente da voi. Ma con lui mandiamo il fratello la cui lode riguardo alla buona notizia si è sparsa in tutte le congregazioni.  Non solo questo, ma è stato anche costituito dalle congregazioni per essere nostro compagno di viaggio riguardo a questo benigno dono che dev’essere amministrato da noi ..."
2 Corinti 8:16-19

Tito fu costituito e scelto dalle congregazioni per accompagnare in un importante missione l'apostolo Paolo . Perchè a tutt'oggi questo chiaro precedente Scritturale e ispirato da Geova Dio non viene considerato nelle nomine teocratiche e nel delegare compiti importanti a livello locale e nazionale ?
Voi che ne pensate ? Il corpo direttivo dovrebbe prendere in considerazione una seria riforma scritturale della gestione nomine alla luce delle Sacre Scritture ?

Io credo di si, qualche modifica si può fare a beneficio di un ritorno alla condivisione e onestà diffusa . Perchè se le congregazioni possono dire la loro nella scelta dei nominati sicuramente si avrà un beneficio in quanto i proclamatori conoscono bene le persone in questione e le vedono operare su di loro.




__________________________________________

9 commenti:

  1. Abbiamo sia le motivazioni che precedenti scritturali a sostegno di una seria Riforma biblica sulle nomine teocratiche. Tito fu costituito dalle congregazioni per un importante incarico ma oggi le congregazioni non vengono mai ascoltate lasciando ai furbetti come quelli che menzionava il caro fratello Resiliente e altri al loro posto senza che abbiano le qualifiche necessarie in senso spirituale dato che sono chiacchierati e non hanno una buona testimonianza.
    Questi nominati chiacchierati non potrebbero semplicemente ritornare a fare i proclamatori appiedati come lo siamo noi ?
    Considerano un PECCATO FARE I PROCLAMATORI ?
    Guardate carissimi che il premio della vita eterna non è per chi si incaponisce curando la sua poltrona o considerando gli incarichi come una sorta di scalata al potere o carriera mondana teocratica!!! Se fosse stato così perchè Geova fece nascere Gesù in una famiglia povera con un padre semplice che non era nemmeno anziano della sinagoga? Non poteva farlo nascere in una famiglia di nominati ? Magari di un presidente di Sinagoga locale e in una sinagoga importante tipo Gerusalemme invece che in una di provincia ?
    Siate saggi e umili questo è quello che Dio richiede dai suoi servitori e sicuramente ci saranno benedizioni per tutti specialmente nelle congregazioni dove si mostra questo spirito umile e onesto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pastor silente09/04/17, 19:37

      Vorrei aggiungere che, da una lettura testuale, si evince solo che Tito fu nominato per accompagnare l'apostolo Paolo, come a dire che fu scelto come Pioniere Regolare (o speciale) dopo che aveva dimostrato le sue capacità dove aveva servito forse spontaneamente.
      Alcuni potrebbero anche eccepire che per "le congregazioni" si riferisce agli Anziani che ora lo raccomandavano.
      Per inciso, come riforma, oggi, le nomine dei Pionieri Regolari (e la loro rimozione) passa per mano degli anziani locali ... con tutto ciò che significa.
      A proposito, sò di alcuni PR costretti a dimettersi perché non soddisfacevano più il requisito delle ore, ritenuto requisito primario dai cavalieri della fede per non sminuire le ore della Congregazione, nonostante che, video della WT e riviste Torre di guardia sull'argomento, facciano vedere che per questi fratelli invalidi o ammalati cronici, c'è un elenco apposito i cui requisiti per esservi iscritti non è dato conoscere ai più.
      Per intenderci gli Anziani possono restare Anziani anche senza parti o privilegi particolari, i PR inabili ... no.
      Scusate, o perso il filo del motivo per cui stavo rispondendo ... forse colpa dell'età. A presto.

      Elimina
    2. Carissimo, grazie per il tuo interessamento. In realtà il contesto non parla di ministero di campo ma del compito di amministrare una importante contribuzione a livello transnazionale. Compito da anziani insomma e non da pionieri regolari.
      Il metodo apostolico di far scegliere i nominati dai proclamatori serve a supportare i principi biblici affinché siano rispettati e non inciampino i fratelli quando dovessero comparire FURBETTI delle NOMINE che pensano più alla poltrona che alla congregazione o all'opera di Dio. Quanto bene pastorale potrebbe fare un anziano inviso a molti proclamatori o chiacchierato perché vive un po' la vita a modo suo ? Ci vuole un meccanismo biblico di controllo spirituale . Oggi di solito le cose sono gestite tra nominati. Si nominano tra di loro e si cancellano nomine tra di loro, questo crea inciuci e l'imperfezione sempre presente determina o un eccedere nell giustizia eccessiva oppure nel ""laisser faire"" detto alla francese. Ma chiediamoci : Siamo proprio sicuri che la cosa più importante per Cristo sia salvaguardare la poltrona di un nominato ? Oppure la cosa più importante è l'amore per la fratellanza ed evitare di far inciampare la fratellanza ?
      Un meccanismo biblico che preveda l'apporto dei fratelli esemplari appiedati della congregazione battezzati e incensurati (mai disassociati e ripresi) darebbe una voce spirituale notevole al progresso dell'opera locale e mondiale e farebbe da freno a chi è abituato a comprare consensi e appoggi. ( capisc a mia)....Un abbraccio e avanti con le riforme per far tornare di moda l'onestà tra i testimoni di Geova. Si è vero l'onestà sta latitando in molte filiali e congregazioni specie tra i nominati che dovrebbero dare l'esempio. Ma non disperiamo Dio è sempre con il Suo popolo e non permetterà alla burocrazia di annientare la parte sana dei Suoi servitori.

      Elimina
    3. il professore09/04/17, 19:53

      Buonasera a tutti.
      Aggiungiamoci alla conversazione la Scrittura di Atti capitolo 6:1-7 dove si evince la partecipazione di tutta la moltitudine ( non dice solo anziani ma include anche fratelli e sorelle senza nomina) alla scelta dei 7 uomini anziani da mettere sopra una questione necessaria per riportare la pace tra i fratelli sulla distribuzione del cibo alle vedove. Un compito di anziani insomma e non semplicemente di servitori di ministero.

      Elimina
    4. Versione Riveduta10/04/17, 08:21

      La Versione Riveduta della Bibbia legge : 2Corinzi 8:19

      " ma egli è stato anche eletto dalle chiese a viaggiare con noi per quest'opera di carità, da noi amministrata per la gloria del Signore stesso e per dimostrare la prontezza dell'animo nostro."

      Elimina
    5. La Diodati traduzione delle Sacre Scritture10/04/17, 08:22

      2Corinzi 8:19
      "E non sol questo; ma ancora è stato dalle chiese ELETTO, per esser nostro compagno di viaggio con questa sovvenzione, ch'è da noi amministrata alla gloria del Signore stesso, ed al servigio della prontezza dell'animo vostro;"

      Elimina
    6. Nuova Riveduta10/04/17, 08:24

      2Corinzi 8:19

      non solo, ma egli è anche stato SCELTO DALLE CHIESE come nostro compagno di viaggio in quest'opera di grazia, da noi amministrata per la gloria del Signore stesso e per dimostrare la prontezza dell'animo nostro.

      Elimina
    7. il professore ignorante10/04/17, 08:25

      Prese dal sito LaParola.net

      Elimina
    8. il professore10/04/17, 12:56

      è notevole il fatto che Paolo e gli apostoli consideravano in armonia con l'insegnamento cristiano il fatto che fossero i fratelli delle congregazioni a scegliere uomini adatti fra di loro per determinati incariche di sorveglianza. Se gli apostoli fecero scegliere alla fratellanza si vede che è il metodo migliore che si possa avere. Un metodo trasparente e che tiene conto del parere dell'intero corpo dei credenti senza imporre le nomine dall'alto in modo arbitrario e spesso causa di danni dato che chi sta in alto deve occuparsi di altre faccende e non può osservare l'esempio di chi sta sul posto e osserva gli uomini e la loro condotta. Una riforma biblica sarebbe veramente rinfrescante contro le maleffate dei furbetti delle nomine

      Elimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio