Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

09/04/17

Coinvolgere le congregazioni nelle nomine scritturali


In 2 Corinti 8:16-19  le Scritture mostrano il metodo scritturale di nomina degli anziani e dei sorveglianti. Un metodo che coinvolgeva le congregazioni locali e tutti i fratelli battezzati con buona reputazione.

Il testo della Traduzione del Nuovo Mondo edita dai Testimoni di Geova dice : 
"Ora siano rese grazie a Dio che mise nel cuore di Tito la stessa premura per voi,  perché senz’altro egli ha risposto al [nostro] incoraggiamento, ma, essendo molto premuroso, viene spontaneamente da voi. Ma con lui mandiamo il fratello la cui lode riguardo alla buona notizia si è sparsa in tutte le congregazioni.  Non solo questo, ma è stato anche costituito dalle congregazioni per essere nostro compagno di viaggio riguardo a questo benigno dono che dev’essere amministrato da noi ..."
2 Corinti 8:16-19

Tito fu costituito e scelto dalle congregazioni per accompagnare in un importante missione l'apostolo Paolo . Perchè a tutt'oggi questo chiaro precedente Scritturale e ispirato da Geova Dio non viene considerato nelle nomine teocratiche e nel delegare compiti importanti a livello locale e nazionale ?
Voi che ne pensate ? Il corpo direttivo dovrebbe prendere in considerazione una seria riforma scritturale della gestione nomine alla luce delle Sacre Scritture ?

Io credo di si, qualche modifica si può fare a beneficio di un ritorno alla condivisione e onestà diffusa . Perchè se le congregazioni possono dire la loro nella scelta dei nominati sicuramente si avrà un beneficio in quanto i proclamatori conoscono bene le persone in questione e le vedono operare su di loro.




__________________________________________