Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

28/04/17

Testimoni di Geova : Le 10 riforme per ridare fiducia alla fratellanza.


                  
       A tutti i proclamatori battezzati e non, ecco alcune semplici proposte per ridare fiducia alla fratellanza.
Se ne può discutere ?



In questo post elenchiamo le 10 RIFORME URGENTI  che se accettate potrebbero risultare benefiche alla nostra associazione di Testimoni di Geova e riportare onestà e fiducia al centro delle attività dell'Ekklesia.

 
 1) Riforma del corpo direttivo


I membri del corpo direttivo possono rimanere in carica per 2-5 anni,dopodichè ne saranno rieletti altri o riconfermati gli stessi. L'Ekklesia/Congregazione Mondiale dei servitori di Geova deve essere messa in grado di esprimere la propria opinione basata sulle Scritture sull'attenta riflessione e preghiera. I modi tecnici possono essere discussi, ma urge una più diretta condivisione delle cose del regno tra vertici ed Ekklesia.

I membri del corpo direttivo non dovrebbero disporre dell'immunità . Come qualsiasi umile componente dell'Ekklesia  se ne può determinare la sfiducia per gravi inadempienze . Sul come e in che modo far partecipare l'Ekklesia  alla procedura va stabilito insieme alla fratellanza e ai suoi rappresentanti nominati.
Al momento della nomina a membro del corpo direttivo, il fratello dovrebbe essere senza macchia e irreprensibile, dovrebbe anche presentarsi all'associazione dei fratelli tramite le pagine della rivista ufficiale con la pubblicazione della propria esperienza di vita cristiana.

Ogni continente o zona dovrebbe avere almeno un rappresentante nel corpo direttivo o partecipare alle riunioni, e il numero dei componenti allargato ad altri anziani e pastori capaci. Le adunanze possono  anche essere rendicontate alle congregazioni come lo fu quella del primo secolo. La bibbia non ci impedisce di essere trasparenti e onesti .Perchè non far sapere alla fratellanza il perché e il percome si arriva  ad una decisione ?

Le dottrine primarie sono competenza del corpo direttivo altrimenti regnerebbero divisioni e settarismi. Sulle questioni secondarie o sulle dottrine secondarie in cui le Scritture non sono chiare ogni congregazione e ogni singolo fratello dovrebbe avere libertà di opinione senza per questo creare dibattiti continui .
 
2) Riforma delle nomine nelle congregazioni 


Stabilendo l'elezione dei nominati su base annuale o a tempo determinato. La congregazione e in particolare i fratelli e sorelle con più anni di servizio devono in qualche modo da stabilire poter esprimere il proprio parere scritturale sulle nomine . Al centro dei requisiti per tutte le nomine va rimessa  la spiritualità e la conoscenza delle Scritture e qualità come l'onestà la ragionevolezza l'umiltà e lo zelo per l'opera.
Quanto bene potrà fare un anziano che non conosce le Scritture ? E uno che non è ragionevole ma si comporta da dittatore ? E se non predica la buona notizia come può dire di imitare Gesù ? E se non è onesto come insegnerà alla congregazione ?
 



3) Eliminazione del ruolo di sorvegliante di distretto


Liberando così risorse economiche e fratelli che possono servire nel campo.
Quelli di noi che sono sorveglianti di distretto avranno dalla fratellanza una spettanza mensile ,per vivere in modo decente e dignitoso, a carico di tutta la fratellanza.Le risorse vanno recuperate dalle vendite di immobili  betel non più utilizzabili.
 


4) Riforma del sorvegliante di circoscrizione 

Un fratello della zona può essere scelto per assumere questo ruolo di supervisione generale affinché l'opera sia coordinata nella zona di competenza di un gruppo numeroso di congregazioni. Saranno le congregazioni a scegliere l'uomo adatto con metodo da stabilire . Deve essere un fratello conosciuto nella zona per la sua fedeltà a Dio , la sua onestà e umiltà saranno di benefizio alle congregazioni che visiterà. Inoltre il suo zelo per l'adorazione contagierà i fratelli .

Le visite non devono seguire un iter burocratico o troppo legalista. Nel primo secolo quest'opera non era burocratizzata come invece lo è oggi nell'organizzazione. Il fratello potrebbe rimanere più tempo nella stessa congregazione  o fare una visita breve di pochi giorni 3/4 al massimo .

Al fratello non compete alcun salario e non dovrebbe accettare regali se non inviti a cena o sostegno negli spostamenti necessari. Il regalo è sconsigliato dalle scritture specialmente in relazione al giudizio e a chi opera in ambito di autorità giudiziaria. I requisiti principali sono la spiritualità, l'amore per le Scritture, l'onestà, l'umiltà, lo zelo per l'opera, la ragionevolezza.
La durata della visita  sarà decisa insieme alla congregazione e l'incarico potrebbe essere su base biennale e non a tempo indeterminato.

Obiettivo generale di queste visite :
* Predicare la buona notizia del regno e uscire in servizio con i fratelli della zona incoraggiandoli a perseverare. Cercherà di usare il più che è possibile la bibbia nel ministero incoraggiando gli altri con l'esempio
* Pronunciare un discorso adatto alla zona e fare una campagna di invito nel territorio.
* Dare qualche consiglio a chi ne fa richiesta .
* Pronunciare un breve discorso alla congregazione e bibbia alla mano menzionare con tatto ma con chiarezza le cose che vanno migliorate, le cose che non vanno proprio, e gli aspetti buoni dove la congregazione fa bene . Dare una copia a tutti i fratelli dei punti trattati con le scritture considerate in modo che tutti possano avere l'opportunità di migliorarsi.
 


5) Eliminazione istantanea dei comitati giudiziari, speciali e di servizio










VEDI VANGELO DI MATTEO 18:15-20


 
 
 
6) Riforma della disassociazione 
e riassociazione


Come raccomanda la Bibbia si toglierà solo l'amicizia e lo speciale rapporto di fratellanza .La disassociazione per apostasia riguarderà solo le dottrine primarie e non per speculazioni o intendimenti diversi su scritture non fondamentali per la fede del cristiano.

La congregazione deve poter partecipare alla decisione di espellere qualcuno dalla congregazione. Vedere a questo riguardo il caso di Corinti che fa luce sull'argomento. La procedura da seguire è menzionata da Gesù stesso in Matteo 18:15-20 non occorre istituire processi ne comitati giudiziari segreti. Ne occorre istituire una sorta di polizia giudiziaria in servizio 24 ore su 24.

La riassociazione non deve seguire standard burocratici , infatti il peccatore di Corinto fu riassociato immediatamente solo dopo circa 6 mesi dall'effettiva disassociazione. La riassociazione deve essere velocissima affinché non si lasci i fratelli in balia dei propri sentimenti e solitudne. Il pentimento non può essere burocratizzato o stabilito per legge. Quando una persona smette una pratica questo è sufficiente. Nello stesso tempo vanno protetti quei fratelli che hanno subito danno da un peccatore. Quindi i peccati di natura criminale vanno trattati in modo diverso da quelli meno gravi e che non danno conseguenze ad altri soggetti.

Proibire la disassociazione al di sotto di una certa età . Gli adolescenti  o i minori dei 18/anni dovrebbero essere salvaguardati con direttive bibliche specifiche

 
7) Maggior uso del Web nell'opera


Dovremo essere pionieri in questo settore . Il web e gli strumenti elettronici sono una manna per l'opera di predicazione e per far circolare i pensieri e le verità del regno.
Mai come oggi inoltre si possono usare questi mezzi per essere più trasparenti e comunicare in tempo reale con tutta la fratellanza adottando sistemi trasparenti sia a livello finanziario che organizzativo.

 
8) Sistema delle votazioni fondametalmente democratico


L'unità della congregazione è importante . Le maggioranze risicate non aiutano . Se un candidato all'incarico di anziano o sorvegliante o membro del corpo direttivo non riceve il sostegno della stragrande maggioranza dei votanti si dovrà scegliere un altro fratello adatto all'incarico e che soddisfa i requisiti spirituali.

 



9)  Trasparenza finanziaria e organizzativa 
usando strumenti telematici


Trasparenza nelle votazioni e disponibilità per i proclamatori di avere accesso alle circolari interne e alle direttive su soggetti che possono riguardare la sua esperienza personale attuale e passata nella congregazione. Perché un proclamatore non dovrebbe sapere se ci sono direttive che riguardano uno specifico problema che lo riguarda ? La trasparenza non aiuterebbe ad evitare abusi di potere o una negligenza da parte di alcuni nominati ?

Oltre a quanto detto, per una corretta trasparenza occorre pubblicare i resoconti finanziari della Sale Assemblee , delle Filiali e della gestione patrimoniale e delle contribuzioni. Questo a livello locale viene già fatto pubblicando il resoconto mensile . Il sistema va esteso ai livelli di gestione superiori.

 

10) Reintroduzione di adunanze in case private
e riforma delle adunanze


Eliminazione e accorpazione dell'adunanza infrasettimanale nella riunione in casa dei fratelli accorciandone i tempi e migliorandone la struttura .
Eliminazione della parte Bisogni Locali e introduzione  di una parte Incoraggiamento Locale o Edificazione della Congregazione.
Maggior uso della Bibbia con introduzione di una parte di sola lettura da Matteo fino a Rivelazione .
Lasciare uno spazio di 5 minuti a chiunque tra i fratelli o le sorelle volesse raccontare qualcosa di edificante o menzionare qualsiasi cosa utile alla congregazione che siano consigli biblici o lodi ecc..
Discorso pubblico una volta al mese in base alle esigenze locali nell'opera e pubblicizzato nel territorio con una campagna di inviti specifica.
Quando non viene fatto il discorso pubblico si possono trattare argomenti biblici o la parte Incoraggiamento Edificazione della Congregazione ,cantare cantici vecchi composti da fratelli fedeli o inscenare piccoli drammi biblici a piacere. La congregazione può decidere come usare quel tempo per l'edificazione.



CON AFFETTO



-------------------------------------------------------------------------------------------






 

38 commenti:

  1. salve,voglio ringraziarvi per lo sforzo e per le vostre sincere idee.
    non è facile uscire allo scoperto e proporre riforme come queste.
    studiando le ultime pubblicazioni,mi sembra che da brooklyn si vada nella strada opposta a quella che dite voi.
    e che il cerchio si stringe sempre più intorno a questi 8 incaricati di dar istruzioni e cibo a tutto il resto del popolo di GEOVA.
    tanti saluti e grazie per la vostra schiettezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché ripristinare lo studio di libro in case private e in gruppi meno numerosi ?

      I primi cristiani si riunivano in case private per adorare Geova. (Rom. 16:3, 5; Filem. 1, 2) Alcuni interessati forse sono riluttanti ad assistere alle altre adunanze, ma potrebbero sentirsi a proprio agio riunendosi con un gruppo più piccolo, specie se in una casa privata. L’atmosfera più intima incoraggia i ragazzi e i nuovi a commentare. E dal momento che il gruppo è più piccolo, vi sono più opportunità di partecipare dando lode a Geova. — Sal. 111:1.
      Lo studio di libro di congregazione è una benedizione per noi. Ci dà l’opportunità di radunarci in piccoli gruppi e di ricevere maggiore attenzione a livello personale
      la calorosa e amorevole atmosfera di questo gruppo più piccolo toccherà il vostro cuore e vi spingerà a continuare a lodare Geova. Salmo 111:1.
      Tratto dal Watchtowerlibrary alla voce Studio di libro in case private ( ministeri del regno degli anni anteriori al 2000)
      Questo è ciò in cui credeva il corpo direttivo guidato dalla bibbia

      Se il problema è nelle grandi città in cui è difficile spostarsi o trovare fratelli che mettono a disposizione l'appartamento lasciamo decidere alle singole congregazioni se ripristinarlo oppure no.
      Ad esempio nelle zone in cui il territorio è vasto e i fratelli sono sparpagliati sarebbe molto utile un gruppo dislocato o decentrato. Inoltre i fratelli e i nuovi possono essere aiutati a progredire e fare conoscenza con famiglie forti spiritualmente e assaporare l'ospitalità cristiana cosa impossibile o molto limitata in una fredda sala del regno dove tutti sono indaffarati con scartoffie, procedure e riunioni di uscieri, anziani,programmi,pionieri addetti agli espositori e vattelapesca

      Elimina
    2. Dopo la Russia anche l'Inghilterra sta parlando in merito ad ipotetiche leggi contro gli 'extremist preachers' o predicatori estremisti.
      Sarà l'inizio del bando a livello internazionale?
      Dovrebbero però spiegarmi la differenza tra i veri estremisti e la nostra comunità che non fa nemmeno uso delle armi.
      Se l'opera venisse messa al bando, ben venga la vendita delle grosse strutture e forse sarebbe anche l'occasione di tornare nelle case private con adunanze per gruppi di servizio.

      Elimina
  2. 007, penso che sia solo una voce. Allo stato attuale penso sia tecnicamente non semplice ripristinare tale adunanza. Significherebbe stravolgere completamente l'adunanza con la scuola e l'adunanza di servizio. Tutti i tempi della scuola, compreso l'abolizione del vecchio discorso d'istruzione e anche i tempi dell'adunanza di servizio sono stati ridimensionati proprio in virtù dello studio di libro di CONGREGAZIONE. Qualora si dovesse ripristinare lo studio di libro come concepito fino a poco tempo fa allora anfdrebbe rivisto il programma della SMT e dell'adunanza di servizio. Personalmente non sono favorevole a ritornare come prima con tre adunanze alla settimana. A meno che insieme allo studio di libro come gruppo non si faccia anche la scuola e l'adunanza di servizio, in questo caso si ma anche questa è una pia illusione in quanto logisticamente e tecnicamente irrealizzabile.

    RispondiElimina
  3. Una proposta secondo me fattibile:
    Annullamento dell'attuale adunanza Smt+ad. di servizio.
    Ripristino dello studio di libro in case private da svolgersi in 40Min.libro+20min punti notevoli(10) e un paio di discorsi di esercitazioni(10).
    L'adunanza di servizio verrà sostituita da una comitiva di 20Min. fatta come si deve, con dimostrazioni ecc. Da stabilire nel giorno e ora più conveniente alla maggioranza. Le altre comitive riprenderanno brevemente i suggerimenti di quella principale.
    Adunanza pubblica e studio Tg invariati con l'aggiunta degli annunci.

    RispondiElimina
  4. Benissimo, allora si imposti totalmente e radicalmente il discorso. Si lasci maggior autonomia locale in abse alle proprie necessità senza aver sempre l'interferenza dalla sede mondiale nelle questioni locali. Ma in questo caso si deve rivedere TUTTO non solo lo studio di libro in case private. Allora perchè non fare proprio TUTTA l'adunanza s.libro, smt, a.serv.in case private e una unica solo il sabato o la domenica? Fare gruppi di studio anzichè di 13/14 di 20/25 proclamatori. Certo occorrerebbe un luogo adeguato ma in campagna ci sono i casali e lo spazio non manca, così risparmierebbero un ulteriore viaggio per andare in sala. Impostata così sarei favorevolissimo ma come prima non avrebbe senso. Anzi io ho contribuito ad aprire congregazioni che non arrivavano a 30 proclamatori, quindi figurati se non mi piacerebbe una situazione così. tante piccole congregazione sai che crescita e che affetto reciproco.
    Ciao 007

    RispondiElimina
  5. Vorrei commentare una per una le dieci proposte.
    1)RIFORMA DEL CORPO DIRETTIVO.
    Che il Corpo Direttivo accetti di riformarsi con un incarico a tempo mi pare difficile. Che invece allarghi la rappresentatività del popolo di Dio a più elementi magari presi da ogni continente, con autorità di coordinamento e indirizzo spirituale, con il compito di fornire cibo spirituale e preservare la purezza dottrinale del popolo di Dio ma senza compiti amministrativi, mi sembra ottimo. Insomma una struttura organizzativa leggera dove questi cari fratelli sono concentrati sul ministero cristiano.

    2) RIFORMA DELLE NOMINE NELLE CONGREGAZIONI
    Ho solo un dubbio. Il fatto di permettere alla congregazione di esprimere il suo parere non rischia di creare correnti, divisioni e fazioni, come in ogni partito politico? Il sistema di filtro attuale (raccomandazione degli anziani) va solo perfezionato con una preparazione pastorale anticipata e tutto va fatto in trasparenza, senza raccomandazioni riservate.

    3) ELIMINAZIONE DEL RUOLO DI SORVEGLIANTE DI DISTRETTO
    Realizzata.

    4) RIFORMA DEL SORVEGLIANTE DI CIRCOSCRIZIONE
    Mi sono già espresso. Ribadisco un concetto: chi serve in questo compito deve essere un fratello e non un funzionario in carriera. Quindi uno con moglie e figli, che si mantiene di suo e con compiti limitati all'opera pastorale, l'insegnamento e il ministero. Basta moduli, scartoffie, relazioni confidenziali e tutta sta burocrazia che appesantisce e distorce un compito meraviglioso.

    5) ELIMINAZIONE ISTANTANEA DEI COMITATI GIUDIZIARI
    Qui più che una eliminazione propendo per una riforma. Mi spaventa l'idea che i fratelli si esprimano sui peccati. Si rischiano giudizi basati sulle emozioni e non sul pentimento reale.
    Va snellita a mio parere la casistica dei peccati limitandosi semplicemente a quelli chiaramente indicati dalle Scritture e molte cose oggi considerate trasgressioni vanno trattate solo come debolezza spirituale. Va evitata la pratica del battesimo dei bambini (non battezziamo neonati ma battezziamo bambini di 8-9 anni!) per non trovarsi poi a giudicare un adolescente in tempesta ormonale.Va creato un sistema di controllo durante l'incontro con il peccatore che concili il rispetto per la privacy del peccatore con la verifica di quanto dicono e fanno gli anziani.

    6) RIFORMA DELLA DISASSOCIAZIONE.
    Collegato al precedente. Se si riduce la casistica dei peccati si riducono i comitato giudiziari. Se si evitano i battesimi di bambini e adolescenti si evitano traumi e difficoltà connessi alla disassociazione di un adolescente. Al battesimo deve accedere chi è in grado di fare una scelta consapevole e convinta e sicuramente dopo la maggiore età legale. La condotta con i familiari disassociati deve essere una cosa personale.
    segue...

    Anonimo Italiano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro 007 condivisibile quello che dici al 1000/1000!!!
      Sorge un piccolissimo problema,almeno da parte mia!
      Tu dici giustamente che ci sono voluti 40/50 anni per arrivare a tutto ciò,..ma se se ne vogliono altrettanti alla megastrutturaorganizzativateocratica per fare marcia indietro.........IO TUTTO QUESTO TEMPO NON CE L'HO. ;-)))))))))))

      Elimina
    2. La figlia di Iefte19/02/16, 09:01

      Anch'io condivido al 1000/1000 la proposta delle nomine a tempo, sarebbero una ventata di aria fresca nelle congregazioni (con piaghe da decubito) a causa di anziani che non svolgono più il loro compito con gioia, ma solo per senso del dovere, con i conseguenti danni a fratelli e sorelle con potenzialità, che però si stanno spegnendo a causa di tutte le ingiustizie e soprusi di cui sono vittime a vantaggio dei furbetti del quartierino...Sappiamo la lentezza con cui si muove la superpetroliera organizzativa wt, però abbiamo notato che questo cambio l'hanno già applicato sia in betel che per i c/o e p/r che si spostano a servire in varie assegnazioni, ora auspichiamo che facciano l'ultimo passo di applicarlo anche nelle congregazioni!!! Dal tonde non vedo perché cambiare solo in certi ambiti o solo per certe categorie...Preghiamo Geova che apra le loro menti in questo senso! Per i tempi di oggi le nomine vita natural durante non sono più fattibili, sono obsolete e i risultati lo dimostrano, personalmente conosco moltissimi fratelli e sorelle che desiderano questo cambiamento delle nomine a tempo, perché tutti si rendono conto dei numerosi effetti positivi del rinnovamento che ci sarebbe nelle congregazioni, dove ognuno potrà mettere a disposizione i propri doni, non sempre è solo gli stessi che i doni li hanno esauriti da un pezzo e ormai fanno più danno che utile!!!
      Buona giornata

      Elimina
    3. Se la storia si ripete e quasi sempre è così,aspettiamoci un crollo imminente della struttura.
      Come nell'antichità Geova si serviva di potenze estranee al suo popolo per riportare la TEOCRAZIA ,non è detto che non lo faccia oggi.
      Non mi si dica dopo questa affermazione che non amo il popolo di Dio!
      Che auspico una caduta della WT ,perché non è vero !
      Quello che mi preme è il buon nome di Geova e non mi sembra che dopo i vari sviluppi del caso pedofilia e ostracismo ,il rispetto da parte degli estranei verso il Dio che dichiariamo di rappresentare sia aumentato...anzi.
      Nell'antico Israele, quando le cose si facevano come Geova voleva le persone sincere delle nazioni erano attratte da questo popolo e molti si facevano residenti forestieri pur di adorare il Dio d'Israele.
      Oggi io se non fossi un TDG quale opinione mi farei di Geova e del suo popolo?
      Sarei attratto da un popolo che asserisce di avere la verità?
      Non nascondiamoci dietro una retorica sterile e fuorviante, personalmente non sarei attratto da questo popolo.
      Sono sicuro che riceverò insulti di ogni genere ,dai vari Soloni del Web,padroni della verità in pillole,Paladini di una fede oramai di celluoide e difensori dell'indifendibile........Ma la realtà è questa ,non c'è ne un'altra.
      Geova metterà le cose a posto, alla Sua maniera statene certi e chi crede che questo non accadrà si comporta come i profeti falsi dell'antichità che confutavano i veri profeti dicendo "quello che tu dici non è vero perché noi siamo il suo pololo"
      Ma nonostante ci fossero i consolatori del popolo, la parola di Geova si adempiva immancabilmente,e la punizione arrivava ...quando dai Persiani, quando dai Babilonesi, quando dai Romani....
      perche oggi dovrebbe essere diverso l'epilogo?

      Elimina
    4. Mi firmo Mauro e condivido quello che avete detto.

      Elimina
    5. Condivido anche le nomine a tempo sono più in armonia con i principi biblici.

      Elimina
    6. la Figlia di Iefte29/04/17, 21:45

      Anch'io sono pienamente favorevole alle nomine a tempo, ma non per limitare i danni, quanto per far venir fuori le buone potenzialità,propositi o obiettivi che il neonominato si è posto.
      E' innegabile, infatti, che una persona appena assunta o appena insediata in un dato ruolo nel primo periodo o primi mesi da il meglio di sè, perchè animato dalle migliori intenzioni.
      Poi però col passare del tempo (mesi)e l'affermarsi della routine ci si inizia a guardare intorno e a chiedersi perchè gli altri remano contro, ed ecco che si innescano i vizi di forma,e ci si uniforma allo status quo vigente, diventanto parte integrante che tutti ben conosciamo all'interno delle congregazioni.
      Per quanto riguarda i precedenti biblici, mi sembra che il C.D. ultimamente non si ponga il quesito...infatti hanno tolto l'unica adunanza che aveva un precedente biblico (quella tenuta nelle case)per non parlare dei comitati giudiziari ,che così come si svolgono nei tempi moderni (a porte chiuse) non hanno niente di biblico...Poi vogliamo parlare del canale televisivo, dopo che per anni avevano criticato i predicatori televisi?
      Questo era tanto per dire che se vogliono apportare un cambiamento o miglioramento lo fanno punto e basta, ma devono capirne l'importanza e VOLERLO, altrimenti....
      come abbiamo visto nella torre di guardia di ieri quando lo spirito opera su chi guida la congregazione si vede!
      Ma se nella congregazione invece delle meravigliose qualità del frutto dello spirito i nostri anziani manifestano le opere della carne cosa è evidente?
      Per quanto riguarda gli step per ottenere privilegi e nomine, mi tocca anche qui annuire in pieno,ho girato diverse congregazioni e purtroppo mi tocca confermare in tutto e per tutto quello che hai scritto, caro 007 mission, addirittura vedendo certi fratelli come scodinzolano attorno agli anziani più influenti o potenti, per ottenere l'osso, posso dirti chi sarà nominato a breve nella mia congregazione...Mi fanno proprio pena questi fratelli, che tristezza...
      In barba ai requisiti di 1 Timoteo cap.3...magari sono fratelli che non ospitano nessuno in casa propria, con mogli che non commentano alle adunanze, non sono iscritte alla scuola,ecc...insomma proprio ESEMPLARI..:(((
      Va be, fratelli un caro saluto,con la raccomandazione a tener duro, perchè solo chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato!!!

      Elimina
    7. La rivista di questa settimana metteva in evidenza che ogni anno il presidente del corpo direttivo cambia. Cioè c'è una rotazione. Come c'è anche nei vari comitati. Se questo si applicare anche al corpo degli anziani? Quindi nomine a tempo ok. E poi ogni anno ruoli a girare. Così sarebbe davvero una distribuzione di doni diversi. E nessuno si sentirebbe il gallo della situazione

      Elimina
    8. Moulin Rouge03/05/17, 17:18

      Caro Pegaso. In passato se ricordi funzionava così. Ma non ebbe grandi risultati. Una rotazione sistematica di ruoli degli anziani non si può applicare a un corpo di anziani, a mio parere. Al CD si perché sono tutti qualificati per coordinare. In un corpo di anziani invece non è così. Metti che capita a un anziano che non ha le caratteristiche di coordinatore? Quell'anno per il corpo si trasforma più un anno di spine e triboli che benedizioni. O pure un anziano giovane di nomina che dopo due anni si ritrova coordinatore. Be mi sembra che una rotazione sistematica non si possa fare in un corpo di anziani. Io sono piuttosto per la nomina a tempo. Quello si. E poi ogni anno rivalutazione ruoli, magari scegliendo un coordinatore diverso ogni anno ma sempre tenendo conto di chi può veramente farlo. Cioè il più idoneo. Il corpo deve essere d'accordo sul nuovo cca, ma una valutazione comunque attenta e mai a rotazione automatica. Questo servirebbe per evitare che il coordinatore ogni anni si senta il padrone e anamovibile, piuttosto anche il coordinatore deve sentirsi sempre in discussione e con il bisogno di migliorarsi sempre. Non deve sentirsi arrivato. Sarà l'ekklesia a decidere se riconfermare il coordinatore o pure no.

      Elimina
    9. Pastor silente05/05/17, 08:37

      Per Pegaso. Un conto è la rotazione di incarichi inter pares (tra pari) un altro è la rotazione in incarichi dove l'esperienza serve, eccome ...
      Gli stessi del corpo direttivo non mi risulta che cambino incarico all'interno dei vari Comitati in essere alla sede centrale.
      Per contro, almeno dalle mie parti, vedo la rotazione a presiedere l'adunanza infrasettimanale ... ed i risultati diversi (non sempre edificanti) e diversi da settimana a settimana, con fratelli che a secondo del programma sono presenti in una delle congregazioni ospitate nella sala del regno.
      Per me è sempre valido il principio di parecchi decenni fa del "capace al posto giusto nel momento giusto" raccomandato da tutti i nominati ed accettato dal viaggiante". In questo modo c'erano sia i requisiti spirituali che le capacità tecniche a svolgere quell'incarico e l'eventuale disponibilità. Dopo il singolo incarico svolto, tornava ad essere un nominato tra nominati, salvo essere raccomandato per nuovo incarico e scelto tra una rosa di papabili.
      Altri tempi ...

      Elimina
    10. Caro Pastor Silente altri tempi si. Hai ragione.

      Elimina
    11. Approfitto per chi non lo sa che Romolo Dell'Elice è morto. All'età di 96 anni. Lunedì i funerali qui in betel.

      Elimina
    12. Sentite condoglianze a tutti quelli che gli erano vicini

      Elimina
  6. Grazie, Anonimo italiano, per il tuo parere. Deduco che hai esperienza come nominato e da diversi anni, potrei anche sbagliarmi. Vorrei solo focalizzare alcuni aspetti da te sottolineati nei vari punti:
    1) Concordo con te sulla riforma del corpo direttivo. Pensare che possano essere nominati membri del CD con una “scadenza” è improponibile anche perché nelle scritture non esiste una simile eventualità. Gli apostoli lo sono stati membri del Cd fino a che manifestarono i requisiti. Il loro incarico fu conferito direttamente da Cristo quindi come avrebbero potuto essere a “scadenza. Cos’ oggi, per un simile incarico serve esperienza e avere alle spalle dei requisiti che non sono comuni tra i fratelli. Rimangano pure a a tempo indefinito. Tuttavia il numero dei fratelli deve essere incrementato molto di più, estendendolo anche a tutti i 5 continenti e non solo America ed Europa, che ci siano diverse esperienze di vita, dal padre con figli al singolo ma soprattutto che abbiano dimostrato di saper vivere con i fratelli. Il pastore deve odorare di pecora con di profumo.Assolutamente vietato,tale incarico,ai burocrati e funzionari della curia betelita ma solo a chi vive nel campo e tra i fratelli.

    2) Il timore che hai che la nomina con partecipazione del popolo di Dio dove dici che si potrebbero formare correnti “politiche” è comune a tutti coloro che sono abituati a concepire tale situazione solo riservata per pochi eletti. Qui è il problema. Il punto non è cosa temo io o cosa piacerebbe a me o te o ad altri. Il punto è cosa ne pensa Geova. Cosa accadeva nel primo secolo? Sicuramente non quello che accade oggi nelle congregazioni. Se hai avuto modo di leggere attentamente i post sulle nomine teocratiche ti sarai reso conto che il problema delle correnti politiche è solo un timore e nient’altro. I fratelli NON devono ELEGGERE gli anziani. NON vogliamo ritornare al metodo democratico. I fratelli devono solo CONFERMARE tramite la loro partecipazione attiva (da definire come, quando e chi) che i fratelli proposti come futuri nominati POSSIEDONO i requisiti scritturali per ottenere tale nomina. Si tratta di dare TESTIMONIANZA che hanno lo spirito di Geova perché lo hanno DIMOSTRATO coi fatti e non perché fanno parte di varie amicizie particolari tra gli altri anziani, o sono ruffiano del potentato di turno, o hanno inondato di simonia il viaggiante o altri che potrebbero influire su tale nomina. Il marcio c’è ADESSO, dove tu sai molto bene molte nomine COME sono state proposte. NON c’è alcuna preparazione “pastorale” anticipata perché almeno il 50% degli attuali anziani dovrebbero andarsene a casa perché sono veri e propri vaccari con tanto di prove, nominati da una filiale commissariata che se ne sta per andare a casa. Non parlaimo dei CO che è molto meglio perché qui la situazione è anche peggio dell’immaginazione. Senza contare che tantissimi fratelli sono stati lasciati al palo e scoraggiati da vaccari che nutrivano nei loro confronti risentimenti e opere della carne. MEGLIO che sia il popolo a confermare gli anziani, come nel primo secolo dato che su di LORO dovranno svolgere la loro opera pastorale. Le pecore devono accettare il pastore.

    segue

    RispondiElimina
  7. 4) Perfettamente d’accordo con te.

    5) Dici che ti spaventa l’idea che i fratelli possano esprimersi sui peccati. A me invece mi spaventa e mi scoraggia come sono ORA strutturati i comitati giudiziari. Per alcuni motivi.
    Primo: sono ILLEGALI da un punto di vista di Cesare. Sia per l’Italia e la sua giurisprudenza sia per la giurisprudenza mondiale con i diritti dell’uomo, questi “comitati” sono ILLEGALI per come sono strutturati, senza alcuna difesa per l’accusato e senza alcuna possibilità in molti casi nemmeno di difendersi per l’accusato. Se hai avuto la fortuna di partecipare a CG dove c’erano dei pastori, allora ti è andata bene. Se invece hai avuto la disgrazia di partecipare a comitati dove c’era anche un solo vaccaro ma generalmente sono sempre almeno due perché hanno bisogno di farsi forza perché da soli non hanno tale coraggio, allora saprai cosa vuol dire essere accusato da persone che non hanno ,minimamente a cuore il benessere delle pecore e non fanno niente per salvare o guadagnare il fratello almeno spiritualmente. Il fatto che molti CO dicano: meglio disassociare nel dubbio la dice lunga su quanto siano marci fondamentalmente tali comitati pura invenzione dell’uomo visto che nelle scritture NON ESISITONO nemmeno vengono descritti così come sono ora. Se fossero stati così importanti ci sarebbe almeno un precedente. L’unico precedente biblico sono i giudizi alle porte delle città israelite dove sì, c’erano giudici che giudicavano, ma è normale qualcuno deve presiedere tali comitati, ma TUTTO IL POPOLO partecipava e ascoltava così IMPARAVA a temere Geova e le sue leggi e vedeva quali sarebbero state le conseguenze del peccato cercando di non cadere nello stesso errore. Oggi invece tutta questa segretezza fasulla viene coperta dalla banale scusa della privacy. MA QUALE PRIVACY? Tu pensi veramente che oggi nei CG ci sia la privacy’ Il fatto che quando gli accusati siano sorelle ma capita anche con fratelli, si facciano domande intime su quali sono le tue abitudini sessuali, su come hai avuto il rapporto tecnicamente, cosa hai toccato, domande demenziali del tipo: a cosa pensavi mentre lo facevi? Pensavi a Geova? Purtroppo è capitato anche questo, Ti fanno capire quanto gravi siano queste situazioni. Questa, per la legge, è una GRAVISSIMA violazione della privacy è un reato penale. Inoltre pensi che non sappiamo altri? Non siamo nati ieri. Così come sono oggi questi infami CG ci squalificano dall’avere un riconoscimento giuridico con lo stato attraverso l’intesa.
    TOTALMENTE DA ABOLIRE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono sempre io scusate ma come sono sti comitati io per fortuna non ne ho mai avuto ma sapere aiuta tanto.a come muoversi sono sola nella verità ormai Miriam

      Elimina
  8. Ho servito per alcuni anni come anziano e la parte che più mi recava sofferenza e pensieri erano i comitati giudiziari, perchè sapevo che il futuro immediato e a media distanza di quel fratello/sorella era in parte nelle mie mani e quindi cercavo di preparare il cuore ripassando i brani scritturali che potessero aiutarmi ad avvicinarmi il più possibile alla figura misericordiosa e giusta del nostro Padre celeste.
    E' capitato di dover trattare questioni che riguardavano casi di porneia, e di solito soprattutto se avevamo davanti una sorella, si cercava da subito di rassicurarla che principalmente eravamo lì per darle aiuto spirituale.
    Si chiedeva se aveva compreso quali pratiche rientravano in porneia e se nel suo caso ci fosse stata una violazione in tal senso.
    Si evitava per rispetto della dignità del fratello/sorella di scendere nei particolari circa posizioni, orgasmi e simili....al massimo si cercava di capire le circostanze che avevano portato al peccato e se si poteva parlare di pratica ripetuta nel tempo o di caso isolato.
    Tutto questo nel massimo rispetto perchè non ci sentivamo giudici, ma possibilmente medici spirituali, il nostro proponimento era se ci veniva permesso dal fratello/sorella di aiutarlo nel processo di guarigione spirituale.
    Per mia fortuna solo in un caso dei comitati tenuti abbiamo dovuto ricorrere alla disassociazione, ma perchè il fratello non ci diede la possibilità di aiutarlo, comunque spiegato il perchè della nostra decisione, da subito ha dimostrato di aver capito che quella disciplina era necessaria ed ora è un fratello attivo insieme alla sua bella famiglia.
    Un altro aspetto che ricordo è anchequando non era necessaria la disassociazione si cercava di affiancare il fratello per aiutarlo a riprendersi spiritualmente studiando articoli specifici ed accompagnandolo in predicazione.
    Avvolte occorre solo accostare il nostro cuore ai pensieri di Geova per avvicinarci il più possibile al suo modo di vedere le cose.
    Con affetto

    Michea 7:7

    RispondiElimina
  9. Rimango sempre più esterrefatto di tutta questa macchina giudiziaria messa su negli ultimi 40 anni. Mi ricordo intere scuole di anziani qualche anno fa dedicato a temi giudiziari e a stabilire cosa è porneia e cosa non vi rientra ,dopo ci lamentiamo di avere anziani burocrati . Mi rendo sempre più conto che questo sistema è da scardinare dalle fondamenta , c'è poco di salvabile nei comitati giudiziari,nella prassi usata e in tutto il resto che ne consegue. I comiatti giudiziari sono talmente blindati che neanche la betel può mettere bocca. INCREDIBILE abbiamo creato un mostro.
    Dopo ci lamentiamo se qualcuno si porta un registratore di nascosto al suo comitato e lo mette in rete o lo distribuisce alle tv locali e nazionali.
    Ce lo meritiamo perché è un sistema giudiziario vergognoso classista e inquisitorio.
    Prego Geova che venga tolto entro quest'anno teocratico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in toto, sui CG.
      Per confermare quello che hai detto , un fratello molto impiegato nei CG e anche in quelli speciali per la sua preparazione ( non è un vaccaro) mi disse: Red una volta che si apre un udienza giudiziaria si innesca un meccanismo che non si puo tornare più indietro! Continuò dicendo tutto dipende da chi ci si trova davanti!!
      In effetti ha propioo ragione, per la stessa violazione alcuni (pochi) usano misericordia , altri (molti) eliminano il ramo secco se no la cancrena si espande.
      Con quale criterio booooooooooo!
      Formuliamo riforme per adeguarci al vero cristianesimo, e poi ai tempi in cui viviamo.
      Saluti a tutti i fratelli consapevoli
      Red

      Elimina
  10. Caro 007 fai domande da 1 milione di dollari... scherzo, chi ti può dare delle precise informazioni su questo blog circa l'inizio e il fautore di queste intelligenti iniziative deve fare delle ricerche o fare spazio nella sua memoria per ricordare. Una cosa che ricordo io in quanto poco più che una bambina è che tra la fine degli anni sessanta e gli inizi degli anni settanta anche chi aveva incarichi di responsabilità fumavano senza che questa pratica potesse pregiudicare i privilegi, per cui la dissassociazione nn esisteva come provvedimento disciplinare. E' nei primi anni '70,71 o 72 che chi voleva rimanere un servitore di Geova aveva almeno 6 mesi di tempo per smettere di fumare, pena la rimozione dall'incarico, non ricordo se anche la dissassociazione gli era inflitta se nn avesse smesso nel vizio. Ho delle pubblicazioni di vecchissima data potrei fare delle ricerche, oppure qualche fratello molto avanti negli anni che legge questo blog potrebbe delucidare meglio quanto ho scritto. Lucignolo f.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, dopo sei messi c'era la dissassociazione

      Elimina
    2. Si,dopo 6 mesi c'era la disassociazione

      Elimina
  11. Volevo segnalare ai nuovi che si sono affacciati al blog una versione diversa del problema sui comitati giudiziari in questo post http://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2014/01/de-lapsis.html
    Non mi trovo d'accordo infatti nel trattare i peccati pubblicamente come indicato nell'elenco qui sopra.

    RispondiElimina
  12. Scusate, visto che lo scopo di questo blog è quello di confrontarcisi apertamente vorrei chiedere alcuni approfondimenti: Per Es. al punto 1 si dice "IL CURRICULUM SPIRITUALE DI OGNI MEMBRO, DEVE ESSERE SENZA MACCHIA E IRREPRENSIBILE , PUBBLICATO NELLA TORRE DI GUARDIA". Senza Macchia cosa si intende ? Ricordo che tutti possono commettere degli errori, Pietro ha rinnegato Gesù 3 volte e Paolo era un persecutore, quindi entrambi non potevano far parte del corpo direttivo oggi. Sarebbe meglio specificare che "AL MOMENTO DELLA NOMINA A MEMBRO DEL CORPO DIRETTIVO, IL FRATELLO DEVE ESSERE SENZA MACCHIA E IRREPRENSIBILE, DIVENUTO LIBERO IN PAROLA, LA CUI ESPERIENZA DI VITA DEVE ESSERE PUBBLICATA NELLA TORRE DI GUARDIA"

    SIGISMONDO

    RispondiElimina
  13. In merito al punto:
    IL SORVEGLIANTE DI CIRCOSCRIZIONE SARA' UN FRATELLO ONESTO,CHE AMA LA PREDICAZIONE E SI SOSTERRA' ECONOMICAMENTE DA SOLO ,SENZA RICEVERE ALCUN SALARIO O REGALI ,CHE ANDRANNO RIFIUTATI IMMANCABILMENTE DIVERSAMENTE SARA' TOLTO AUTOMATICAMENTE DALL'INCARICO.

    Su questo punto porto la mia esperienza diretta. Raramente chi serve in incarichi di questo genere è in grado di auto sostenersi. E se vuole lavorare gli viene scoraggiato perchè deve pensare principalmente all'opera. Ma a volte non si può continuare l'opera perchè manca un minimo supporto finanziario necessario a superare effettive e impreviste necessità. Mi sembra di ricordare che Paolo, quale sorvegliante, potesse anche lavorare come fabbricante di tende. Quindi, lasciamo che il sorvegliante se vuole sia in grado di auto sostenersi lavorando part-time in armonia con i propri impegni teocratici. Poi se qualcuno decide di dare un dono lo può fare su un fondo COMUNE in modo ANONIMO destinato al SORVEGLIANTE, una cassetta di contribuzioni temporanea dedicata alla settimana del sorvegliante sarà più che sufficiente e non crea situazioni di favoritismo.

    SIGISMONDO

    RispondiElimina
  14. In merito alla Disassociazione, in effetti alcune cose andrebbero riviste. In particolare è giusto che chi si macchia di un grave peccato (Adulterio, Furto, Calunnia, Fornicazione, ecc) debba essere privato del titolo di TdG perchè non più degno di rappresenteare il nome del creatore, essendo venuto meno al suo voto. Resta però il problema che a volte alcuni, pur essendo nel torto per essersi macchiati di di gravi peccati di Calunnia potrebbero, anche dopo la Disassociazione, continuare a creare scompiglio cercando di tirarsi i favori di alcuni e continuando imperterriti a deprecare le decisioni prese creando turbamento nelle congregazioni. In tal caso sarebbe opportuno aggiungere alla Disassociazione anche il divieto di Parola, ovvero il Disassociato sarebbe anche Segnato come Impenitente. Credo che a suo tempo solo per semplificazione della procedura il corpo direttivo abbia deciso di accorpare in un unica fase entrambe le disposizioni. I fratelli di molti anni addietro non erano abbastanza addestrati ad affrontare situazioni molto diverse tra loro, o volevano evitare a priori che si creassero situazioni di difficile gestione nelle sale del regno. Oggi, usufruendo della lunga esperienza acquisita, del maggior numero di nominati e della maggiore preparazione delle nuove leve, si potrebbe dare più fiducia alla valutazione dei locali corpi degli anziani e chiedere loro di valutare se è possibile scindere i due casi. Ma parliamo di anziani che ad oggi devono avere età compresa tra 25-50 anni e una comprovata capacità pastorale.

    SIGISMONDO

    RispondiElimina
  15. Buona sera Sigismondo e 007 Neemie Tyndl
    Grazie al Blog Proclamatore Consapevole ho potuto riacquistare l'equilibrio spirituale ed emotivo.ALCUNI nominati della congregazione alla quale mi associo mi stavano portando alla esasperazione.Ho convocato tutti gli anziani in Sala B e con tatto ho spiegato loro cosa mi stesse facendo soffrire.Poi ho affrontato il coordinatore del corpo degli anziani insieme al sorvegliante di circoscrizione.Tuttavia hanno lasciato passare del tempo per mettermi alla prova.Ringrazio Geova perche' l'attuale sorvegliante di circoscrizione ha intuito che qualcosa non quadrasse.Mi ha visitato con un anziano venuto di recente.A questo punto ha capito dopo 2 anni che ALCUNI anziani del corpo mi avevano puntato,impedendomi di fatto di progredire spiritualmente.Ora ho maggiore fiducia.Ho espresso chiaramente citando principi biblici e pubblicazioni alle quali NON hanno potuto in 6 anziani incluso il sorvegliante di circoscrizione produrre argomenti contrari.Il Blog mi e' stato utile per capire lo spirito della legge.Qualsiasi cosa io legga,mi chiedo:E' veramente radicato nella Parola di Dio?Desidero imitare realmente i Bereani.Ho imparato ad essere prudente.Con rispetto esprimo ai nominati le mie perplessita'.Sono sicuro che grazie a Geova risultero' un fratello migliore ed anche i 5 anziani hanno imparato la lezione.La maggior parte dei problemi nasce perche' non applichiamo Matteo 5:23,24.Se invece di chiudersi in Sala B per giudicarmi mi avvicinassero,sicuramente ne avremmo tratto tutti grande giovamento.Il corpo direttivo SA che ALCUNI anziani dovrebbero migliorare.Ricorderete il dramma del congresso di zona dell'anno scorso.2 pionieri marito e moglie avevano comprato un computer ed una stampante ad una sorella anziana.La moglie dell'anziano creditore li vede uscire dal centro commerciale ed anziche' applicare Matteo 5:23,24 coinvolge altre sorelle della congregazione.Stava per prendere fuoco l' intera congregazione.Se lo schiavo fedele e discreto ci permettesse di esprimerci liberamente,potremmo ottenere un miglioramento dottrinale ed organizzativo.Sarei felice di dire apertamente il mio nome e cognome e sono sicuro che ognuno di noi farebbe lo stesso.Mi piacerebbe che questo commento venisse tradotto in Inglese e spedito a Gerrit Losch prima che venga a pronunciare il discorso il 3 maggio 2015.Dubito che cio' possa avvenire.Tuttavia prego ed aspetto pazientemente Geova.Vi ringrazio di cuore per avermi permesso di esprimermi in queso salotto virtuale.Preghiamo Geova che possa benedire i fratelli che coordinano l'attivita' mondiale.L'intendimento e' progressivo.Dobbiamo accettarlo.Pensate ai fratelli che si recavano al fronte e sparavano in aria.Finche' il corpo direttivo non capi' la questione della neutralita' i nostri cari fratelli agivano secondo coscienza.Se fossimo vissuti a quel tempo avremmo potuto beccarci una pallottola in fronte.Cosa dobbiamo fare?E' rischioso seguire chi NON e' ispirato da Dio.A volte penso che Geova permetta che ci accampiamo davanti a Piairot fra Migdol e il mare in vista di Baal-Zefon.Esodo 14:1-4.Gli apostati ed il clero della cristianita' si fanno beffe di alcune cose che leggono nelle nostre pubblicazioni.Tenendo presente che i tipi e gli antitipi non sono piu' validi,tuttavia mi piace pensare che Geova stia permettendo tutte queste sofferenze perche' ci sta modellando e stanno venendo fuori i motivi che ci spingono ad agire.Ho tanti dubbi,ma sono sicuro che i nostri cari fratelli siano motivati dall'amore.Con affetto Zelofead

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SIGISMONDO10/04/15, 09:56

      Con pochi CO è possibile parlare così apertamente , credimi. Sono gemme rare.

      Elimina
  16. Errata corrige:Sto leggendo la Torre di Guardia del 15/07/2015.Quando i fratelli per coscienza durante la 1 guerra mondiale sparavano in aria non c'era un corpo direttivo,ma l'opera era diretta dal presidente della Watchtower che si avvaleva della collaborazione di alcuni fratelli.Chiedo scusa per l'inesattezza.Sto rileggendo sia il libro I Testimoni di Geova proclamatori del Regno di Dio,sia il libro piu'recente Il Regno di Dio e' gia realta'.Chissa'quale ricco banchetto spirituale ci e' stato riservato per il congresso di zona.Barra a dritta,con affetto Zelofead

    RispondiElimina
  17. Carissimo Zelofead,mi associo in pieno al commento del caro Fineas e desidero esprimerti la mia stima per come hai reagito al comportamento farisaico di alcuni anziani.
    Sono i fratelli come te che rendono grande l'Ekklesia,ed anche se i Bereani oggi sono passati di moda e non se ne parla più facciamoli tornare in auge........Riprendiamoci il cervello e facciamolo ragionare sulle scritture.
    Una serena notte a tutti.

    RispondiElimina
  18. Michea 7:7.......commenti in evidenza20/02/16, 09:19

    Ho servito per alcuni anni come anziano e la parte che più mi recava sofferenza e pensieri erano i comitati giudiziari, perchè sapevo che il futuro immediato e a media distanza di quel fratello/sorella era in parte nelle mie mani e quindi cercavo di preparare il cuore ripassando i brani scritturali che potessero aiutarmi ad avvicinarmi il più possibile alla figura misericordiosa e giusta del nostro Padre celeste.
    E' capitato di dover trattare questioni che riguardavano casi di porneia, e di solito soprattutto se avevamo davanti una sorella, si cercava da subito di rassicurarla che principalmente eravamo lì per darle aiuto spirituale.
    Si chiedeva se aveva compreso quali pratiche rientravano in porneia e se nel suo caso ci fosse stata una violazione in tal senso.
    Si evitava per rispetto della dignità del fratello/sorella di scendere nei particolari circa posizioni, orgasmi e simili....al massimo si cercava di capire le circostanze che avevano portato al peccato e se si poteva parlare di pratica ripetuta nel tempo o di caso isolato.
    Tutto questo nel massimo rispetto perchè non ci sentivamo giudici, ma possibilmente medici spirituali, il nostro proponimento era se ci veniva permesso dal fratello/sorella di aiutarlo nel processo di guarigione spirituale.
    Per mia fortuna solo in un caso dei comitati tenuti abbiamo dovuto ricorrere alla disassociazione, ma perchè il fratello non ci diede la possibilità di aiutarlo, comunque spiegato il perchè della nostra decisione, da subito ha dimostrato di aver capito che quella disciplina era necessaria ed ora è un fratello attivo insieme alla sua bella famiglia.
    Un altro aspetto che ricordo è anchequando non era necessaria la disassociazione si cercava di affiancare il fratello per aiutarlo a riprendersi spiritualmente studiando articoli specifici ed accompagnandolo in predicazione.
    Avvolte occorre solo accostare il nostro cuore ai pensieri di Geova per avvicinarci il più possibile al suo modo di vedere le cose.
    Con affetto

    RispondiElimina
  19. Il tulipano azzurro28/04/17, 12:27

    Certo che se ne puo discutere,mica siamo sotto una dittatura. Gli unici a creare problemi sono i cavalieri della fede senno sarebbe una pace dei santi nelle filiali e ckrcoscrizioni

    RispondiElimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio