Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

16/08/15

Testimoni DI Geova - Obiezione di coscienza all'interno della nostra ekklesia/associazione.


1 Samuele 22:17

...Allora il re (Saul) disse ai corrieri che gli stavano accanto: “Voltatevi e mettete a morte i sacerdoti di Geova, perché anche la loro mano è con Davide e perché sapevano che fuggiva e non l’hanno rivelato al mio orecchio!” E i servitori del re non vollero stendere la mano per assalire i sacerdoti di Geova...

L'obiezione di coscienza
è prevista
nelle Scritture

E' davvero triste notare che tra noi testimoni di Geova non esistano direttive bibliche in merito all'obiezione di coscienza , un insegnamento previsto dalle Scritture stesse le quali evidenziano la congruità dell'essere servitori di Geova svegli e accorti/consapevoli che l'autorità umana seppur posta da Geova o permessa da Lui non esime ognuno di noi dal verificare con accuratezza ciò che ci viene comandato di eseguire . La storia biblica è piena di atti di servitori di Geova onesti e leali i quali non hanno amato la malvagità neanche a costo di subire angherie o ritorsioni dall'autorità teocratica.

Questa settimana alle adunanze dei testimoni di Geova si accenna al cattivo esempio di Doeg. Egli non esitò a fare la spia e tradire i sacerdoti di Geova. Quando si presentò l'occasione propizia , questo  volenteroso carnefice mise a morte decine di onesti sacerdoti ubbidendo all'ordine di Saul un re oramai allo sbando in senso spirituale morale e psichico.

Ma a noi non interessa minimamente Doeg, a noi interessano i servitori che per coscienza rifiutarono di eseguire gli ordini di Saul !! Bravi, dove sono finiti questi cari uomini leali e onesti ?
Evidentemente subirono delle conseguenze ma essendo servitori di Geova consapevoli sapevano che ogni autorità teocratica è sempre relativa e soggetta alla più alta autorità : Le Scritture ispirate.

Chiedo al corpo direttivo una riforma urgente che introduca un meccanismo biblico affinché si insegni nella congregazione la giusta disposizione scritturale dell'autorità e si dia ampio risalto a tutti quei precedenti biblici in merito all'importanza di mantenere un giusto concetto della coscienza in relazione all'autorità nella congregazione/ekklesia.

Ancora oggi risuona la domanda : Che fine hanno fatto i servitori del Re Saul ?



____________________________________