Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

23/05/16

Una bolla temporale necessaria per l'organizzazione ?

Enoc  21 maggio, 2016 02:44

Buona sera a tutti, è un po che non scrivo. Dopo avermi spostato in un nuovo gruppo di servizio come assistente (anche se sono solo PR in una cong.di 10 AN e 7 SM), riesco ad avere chiare alcune cose a cui penso da anni. Leggo molti commenti che parlano di peccati nascosti che impedirebbero la crescita. Credo invece, che il rallentamento sia causato da altri fattori.

Perché l'organizzazione rallenta ?

Primariamente da una classe di pastori tecnicisti e senza amore. Questo causa una defezione naturale di fratelli e sorelle ai margini, che vengono inghiottiti dalle maglie di questo mondo, che dà loro ciò che non trovano più in congregazione: affetto, amicizie, meno pressione psicologica in relazione ai risultati, al progresso. La nuova generazione di figli di tdg ha la consapevolezza che rimanere nella verità è difficile, comporta non sbagliare, essere in continua attività.
La soglia di età dei battezzati si sta elevando. Il CD sta correndo dietro alle nuovissime generazioni, i bambini, perché i nati negli anni 80-90,sono stati oggetto di un'onda divergente, e oggi si attesta la crisi dei nominati, quelli veri, che tengono unite le file, che amano il prossimo e non le circolari. Tornare indietro nel tempo è impossibile, e quindi siamo in una fase di profondo cambiamento, un cambiamento obbligato per una trasformazione radicale. Forse molti di noi non riusciranno a vedere e vivere la nuova JW.


Una bolla che prima o poi scoppierà

Questa bolla temporale è necessaria, e sarà una fase di rallentamento obbligato, necessario per un nuovo riavvio, codificando una nuova generazione di anziani, e attività legate alle nuove tecnologie. I giornali cartacei stanno fallendo, si stanno estinguendo, e lo saranno presto le pubblicazioni, non per mancanza di fondi, ma per una naturale evoluzione della comunicazione. Siamo stati creati da un Dio che usa una forma molto più elevata dei bit e dei byte o di algoritmi quantistici, non dovrebbe sorprenderci se anche la sua imperfetta organizzazione, si elevi a livello comunicativo, non rimanendo alla carta di Gutenberg.

Noi individualmente siamo l'organizzazione, e abbiamo la responsabilità personale, di aiutare tutti a rimanere uniti, senza la necessità di capi, di uomini, che domani potrebbero sparire. I nostri punti fermi sono Geova e Gesù. Loro non cambiano. I principi sono immutabili. Purtroppo fra le nostre file, oggi siamo testimoni della profezia di 2 Timoteo 3:1-5. Paolo parlava agli ebrei unti, riferendosi a questi tempi: "senza affezione naturale, amanti di se stessi, gonfi d'orgoglio...aventi una forma di santa devozione..." Quindi una sorta di apparenza, finzione, un essere qui tra un gruppo per abitudine, perché dentro ad un meccanismo, non per fede, per giusti motivi. Servizio simbolico, commenti stereotipati, andamento emotivo e spirituale altalenante. Nominati che diventano accondiscendenti, accomodanti, perché è un momento di crisi.

L'aspetto emotivo

Bisogna guardare l'aspetto emotivo. Non ci sono più molti motivatori, esempi del gregge, trascinatori, uomini di fede, che amano Geova. Le adunanze sono pilotate, con un sistema blindato di indottrinamento guidato anche per gli oratori. Fra poco credo che anche per i discorsi pubblici, unica licenza ad esprimersi, ci saranno cambiamenti, fermo restando il controllore che da i consigli alla fine. CO sempre più ufficiali amministrativi, amorfi, inespressivi, pilotati, controllati, unici stipendiati dopo la ristrutturazione aziendale epocale, saranno presto sostituiti e rettificati.

Siamo rimasti noi? Siamo molti, più di quanti pensate e presto emergeremo oppure, saremo fagocitati nel tempo, dalla NUOVA JW. Vi abbraccio fraternamente! :-)
_______________________________________