Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

08/05/16

JW-ORG- Dobbiamo ubbidire a Dio o ad un complesso di regole strutturate ?



Il canale di Dio è Cristo o l'organizzazione burocratica ?
Cosa insegna la Bibbia in realtà.


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna;  e noi abbiamo creduto e abbiamo conosciuto che tu sei il Santo di Dio”." Giovanni 6:68,69





La Torre di Guardia pubblica solitamente qualche specchietto per le allodole, del tipo "non dare eccessiva importanza agli uomini", e simili. Oltre questo non è mai andata. Ma lascia sempre intendere che "l'organizzazione è il solo ed unico canale" e contraddire anche un dettaglio è un grave atto di disubbidienza. Soprattutto perché quando ti vengono perplessità organizzative, crei scompiglio e "fai inciampare". Ma in realtà la ekklesìa è guidata da Cristo e non può essere "scompigliata", al massimo si possono "scompigliare" delle situazioni umane di potere e mettere in discussione circoscritte azioni di autorità umana. Quando hai un dubbio, non devi fare il bereano ed approfondire, devi ingoiarlo e tacere. Quindi, anche se l'organizzazione vuole servire Dio, spesso si "sostituisce" a Dio nella pratica.


Nel corso dei decenni ha assunto questo stile da pugno di ferro castigando e demonizzando qualunque forma di riflessione che prescinda dalla cieca ubbidienza, credendo, a mio parere ingenuamente, che fosse doveroso per arginare il caos e l'indipendenza. Realmente così? Ma tutti quegli uomini che hanno creduto di dover costruire questo sistema di ferro, si sono mai chiesti se Dio realmente voglia questo? Io ci vedo solo la debolezza umana incanalata nel potere ossessivo. Sembra che sia meglio avere Testimoni nelle congregazioni che fingono di essere totalmente liberi e contenti e ingoiano le perplessità e le domande spontanee della loro mente, così si "salva la faccia", piuttosto che delle persone vere, e realizzate nella loro fede.

Nel dubbio, meglio costruire un recinto artificiale che ci dia il potere umano di intervenire quando qualcosa non corrisponde ai decreti del momento, forti più del terrore dell'ostracismo, che della religiosità in sé.



Cristiani genuini



A lavorare per la ekklesìa ci sono molti cristiani genuini e talentuosi. Ma nella burocrazia invece, c'è sempre qualcosa che non quadra. Quando si fa menzione di perplessità, non si ottiene risposta dalla maggioranza, ma sguardi ambigui ed insinuazioni serie e pericolose. Il gioco di potere è tutto qui, è una censura preventiva che ti fa sentire un verme prima ancora di esporre qualsiasi spontaneità.


Se io conosco il nostro punto di riferimento Gesù, ricordo che lui, cosciente della condizione di peccatori di tutta l'umanità, accoglieva gli errori dei suoi seguaci prendendoli per mano per condurli alle risposte. Non ha mai praticato terrorismo. Perfino con le meretrici e gli esattori di tasse, che forse meritavano aspre condanne verbali, ci andava a pranzo. E nessuno oserebbe dire che sbagliava, dico bene?


Quanto la burocrazia riflette il Cristo ? 

Quanto essa si rivolge all'esempio del maestro mite e modesto di cuore con il giogo piacevole?

Quanto posso tollerare una burocrazia che, se commetto un errore, il primo passo che fa è non di abbracciarmi ed aiutarmi, ma formare subito un comitato "giudiziario" per cercare di buttarmi via?

Ma i vertici della torre di potere, hanno mai provato ad essere disassociati ed ostracizzati? Oppure a causa del loro stesso potere, simile a quello politico, non succederà mai che verrà sanzionato...


Il nostro Maestro ha vissuto l'esperienza umana comprese tutte le sue sofferenze, per immedesimarsi nelle nostre ed alleviarle. E' così che merita di guidare la ekklesìa. Si è prima abbassato verso il genere umano. I vaccari ed i burocrati, che bramano solo comandare ed hanno il giudizio facile, provano veramente tutto per salvare le pecore? Oppure le vogliono soggiogare?

Ho imparato  la lezione a mie spese


Quando vissi l'esperienza, che non dimenticherò mai, nella quale guardai il vaccaro che presiedeva il CG che la prima volta mi disassociò, vedendo la sua espressione gioiosa e i suoi occhi che brillavano, compiaciuto davanti alle mie lacrime senza la minima contrizione ma solo con un ghigno da militare, da allora smisi di credere che la burocrazia vuole il mio bene e merita la mia fiducia.

Chi cerca solo il potere umano, deve stare lontano da me.


Cyrus
__________________