Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

14/05/17

Libertà di parola dei nominati nella congregazione. Qualcosa non torna !



Prendo in prestito le situazioni di "sansone senza capelli" e di "ferito" per fare una riflessione su come la burocrazia sta mettendo a dura prova la fede dei fratelli creando situazioni surreali in cui prendere giuste e soprattutto amorevoli decisioni è complicato. E’ una riflessione prettamente carnale e non spirituale quindi mi astengo dall’usare versetti biblici perchè vi parlerò dei famigerati privilegi o incarichi (in entrambi i casi definizioni sbagliate perché o dà l’idea di casta o da l’idea di un peso). Sia nell’esperienza si sansone senza capelli che in quella di ferito si fa pressione per delle mansioni (chiamiamole cosi) da svolgere in congregazione e si discute se si può farle o no avendo un disassociato nella propria famiglia.

Vi propongo 4 situazioni che avrete sicuramente vissuto nelle vostre congregazioni:


1) Un fratello ha un figlio maggiorenne che vive in casa e il giovane viene disassociato, il padre perde le sue mansioni nella congregazione perché non è libero di parola. Il fratello dopo un po’ decide di invitare il figlio maggiorenne e autosufficiente ad andare a vivere per conto suo. Il padre dopo un po’ riceve di nuovo le sue mansioni poiché è di nuovo libero di parola. Ma per ora il figlio ha perso ogni contatto con la verità.


2) Un fratello ha un figlio maggiorenne che vive in casa e il giovane viene disassociato, il padre perde le sue mansioni nella congregazione perché non è libero di parola. Il fratello decide che il figlio può continuare a vivere in famiglia pur essendo autosufficiente con la speranza che possa ravvedersi e nel frattempo ricevere ancora cure spirituali. Ma non gli vengono ridate le sue mansioni in congregazione poiché avendo un figlio disassociato in casa non è libero di parola.


3) Una sorella sposata commette adulterio e viene disassociata il marito perde le sue mansioni nella congregazione perché non è libero di parola. Il fratello decide di non perdonarla e di divorziare. Scritturalmente è libero di risposarsi dopo un po lo fa e torna ad avere le sue mansioni nella congregazione percè è di nuovo libero di parola.


4) Una sorella sposata commette adulterio e viene disassociata il marito perde le sue mansioni nella congregazione perché non è libero di parola. Il fratello decide di perdonarla e l’aiuta a ristabilirsi spiritualmente ma il fratello continua a non avere nessuna mansione nella congregazione perché non è libero di parola.


Tutti e quattro i fratelli hanno fatto delle scelte legittime dal punto di vista dell’organizzazione . Ma la libertà di parola ora era diversa. Chi aveva deciso di liberarsi dei pesi morti(figlio e moglie disassociati) erano stati premiati con nuove mansioni nella congregazione, chi aveva deciso di intraprendere la strada più difficile quella dell’amore , del perdono del “forza che puoi tornare a Geova se lo vuoi” ora non potevano più avere mansioni nella congregazione perché non erano liberi di parola.


Qualcosa non torna! Anziani, sorveglianti membri dei vari corpi direttivi e di filiale se state leggendo rendetevi conto delle cose surreali che avete creato con le vostre regole tratte dalle direttive e non dalla Bibbia. Ve lo dico con il cuore in mano Svegliatevi! Non è il momento di dormire il popolo di Geova ha bisogno di pastori amorevoli non di burocrati giustizionalisti. Fatevi una bella ricerca sull’amore meditavi sopra e pregate, molto , molto ne avete bisogno perché state messi male agli occhi di Geova…..a presto



Will Turner

commento originale nel post

_______________