Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

25/05/17

Il problema non è l'organizzazione ma la sua iper-struttura spesso fuori controllo.


Quindi il problema non è la religione o la dottrina bensì è l'iperstruttura burocratica dell'Organizzazione.

Non l'idea di una organizzazione ma di questa organizzazione così come è concepita e iperstrutturata. Se non viene spogliata degli orpelli e del denaro e se non accetta l'idea che la porta per entrare in congregazione è stretta ma quella per uscire è larga, non se ne esce più.



Dobbiamo passare da un paradiso spirituale a una congregazione spirituale di creature imperfette. Gli errori vanno compresi e i deboli aiutati, i malvagi stroncati. E sopratutto dobbiamo essere indifferenti alle opinioni altrui.

La logica NE VA DI MEZZO IL BUON NOME (o LA REPUTAZIONE) DI GEOVA deve finire.
Al suo posto deve esserci la logica DOBBIAMO FARE LA VOLONTÁ DI GEOVA NONOSTANTE GLI ERRORI E NON DEVONO ESSERCI VACCARI, TRUFFATORI E CONSIMILI.


Il Creatore non ha nulla da mostrare al mondo e le fesserie di un Vaccaro non lo toccano minimamente. E poi, quando il Cristo ci ha parlato di questo? Semmai è accaduto il contrario. È stato condannato a morte perchè le sue parole e le sue azioni gettavano discredito su quella iperstrutturata organizzazione di farisei e sadducei.


Accusa?
Disonora Dio!


il fratello di N.     commento fatto sul post della serie : riflessioni-dal-deserto-di-en-ghedi



_______________________

2 commenti:

  1. anonimo 184225/05/17, 12:23

    Che dire? Problemi ce ne sono, come ce n'erano nel 1° secolo. La differenza sta nel fatto che gli apostoli "agivano da restrizione" agli agli "apostoli sopraffini" dell'epoca. Giovanni, pur avendo scritto a più di novant'anni suonati la sua terza lettera, avvertì Diotrefe che era disposto a mettersi in viaggio per andare li e prendere provvedimenti, anche con le stampelle. Cosa che i "fratelli di Cristo" purtroppo non riescono, non possono o non vogliono fare. Personalmente non uso il termine "vaccari". Direi piuttosto che ci sono due tipi di anziani: i pastori e gli uomini di fiducia dell'organizzazione. Il problema secondo me sta proprio lì. Come mai coloro che non sono "pastori" hanno la fiducia dell'organizzazione? Perchè se si è un pastore vero, che legge la Parola di Dio, prega umilmente tutti i giorni e ha una fede salda diventa "operatore della parola", sa quello che deve fare e come prendersi amorevole cura delle pecore, come Gesù ricordò a Pietro. E a quel punto anche l'onestà diventa un modo di vivere e la si pratica tutti i giorni. Ma questo aspetto da molto tempo è stato trascurato nell'organizzazione. Siamo passati dal "Pastore" Russel al "Giudice" Rutherford (che poi Giudice vero non era, aveva svolto per qualche tempo una funzione simile al nostro Giudice di pace). Dell'eredità di quel personaggio (che nei suoi scritti emetteva "giudizi" pesanti, e ce n'era per tutti, governi compresi, ed è per questo che finì in galera...) non ci siamo ancora liberati. I "comitati giudiziari" (brutta parola) di fatto "giudicano". Lo scopo dovrebbe essere quello di salvaguargare il gregge dai "malvagi" che si spacciano per fratelli, rimuovendoli dalla congregazione, come disse Paolo. Invece spesso si giudica l'azione di per se, applicando una sorta di "codice penale" non scritto. "Hai sbagliato? Peggio per te. Non dovevi. Intanto ti disassociamo, perchè chi ce lo dice che sei veramente pentito? Poi fra una anno o due si vedrà...". Ovviamente con pesi e misure diversi a secondo dell'imputato e del peccato, con una bilancia della giustizia che pende da una parte o dall'altra a secondo dei casi. Credo che si dovrebbe ripartire da lì, dal ruolo del pastore, e da un'organizzazione che PRETENDA che pastori lo siano veramente, non suolo uomini di fiducia efficianti o anziani "da podio". Poi scendendo nei motivi più profondi per cui questo non succede, alcune questioni dottrinali prima o poi dovranno porsi. Le interpretazioni di certe scritture (penso ad esempio a Matteo 25:31-46, di cui leggo spiegazioni per me assolutamente campate in aria..) non aiutano in questo senso, perchè oscurano il messaggio e non rendono chiaro agli anziani cosa vuol dire essere "Pastore del gregge" di cui dovranno rendere conto al Capo, come disse Gesù.
    Quanto all'opacità finanziaria, concordo in parte, non si capisce bene come vengono impiegati i fondi e le contribuzioni. Ma in ogni caso, non ci troviamo in una organizzazione che gestisce enormi flussi di denaro e grandi ricchezze. Forse siamo tra quelle in cui circola meno denaro e anche per il Corpo Direttivo, ammesso che domani diventino uno "schiavo malvagio" (speriamo di no), non credo ci siano possibilità di arricchirsi materialmente. C'è un problema con il denaro, ma il vero problema non è il denaro. La struttura gerarchica burocratizzata, chiamamola anche così, può anche restare così. Di una qualche forma di organizzazione c'è bisogno. L'importante che si smetta di venerarla, come purtroppo stà succedendo, e che il tutto fiunzioni per l'edificazione con obiettivi e idee chiari conformi alle scritture. da un organizzazione ossessionata dai numeri e dai rapporti mensili a un organizzazione che coordini l'opera senza essere ingombrante, ricordando che il Cristo è capo della Congregazione, non di una organizzazione...

    RispondiElimina
  2. X anonimo 1842 sono molto d'accordo con la tua analisi,soprattutto quando dici che Gesù è Capo della Congregazione non di un'organizzazione.

    RispondiElimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio