Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

13/04/16

Perchè l'organizzazione deve fare più attenzione nel pigiare il bottone dell'emotività ?



Sono passati ormai diversi giorni da quando facemmo lo studio torre di guardia dove parlammo dei tre fratelli eritrei imprigionati da un quarto di secolo e non posso far a meno di cercar con tutta la fantasia e l'immaginazione possibile di immedesimarmi nelle loro situazioni e provare a capire quello che passa nelle loro teste e mi domando:"saranno tristi o felici, sereni o angosciati, fiduciosi o sfiduciati, rassegnati o speranzosi, abbandonati o supportati...e tante altre cose ancora".

Ma poi la mia pragmatica mente balza per qualche oscuro motivo a pensare a tutte le opere edilizie che con tanto vanto e orgoglio pubblicizziamo sui nostri media, localizzate nelle più importanti capitali mondiali che quasi sempre sono anche mercati finanziari strategici (vedi annuario 2016 pag 158-159 Jakarta) e non posso fare a meno di chiedermi: " Considerando i miliardi di $ che la WT maneggia non si potrebbe valutare la possibilità di pagare una cauzione e tirar fuori dal carcere i nostri tre confratelli? Quali crimini contro l'umanità avranno mai commesso? Al processo di Norimberga qualche gerarca nazista fu trattato meglio! Possibile che non esista qualche corte internazionale disposta ad accogliere questa richiesta da presentare tra l'altro a un paese dell'ottavo mondo?!".

C'è qualcosa che stona in tutto questo ragionamento qualcosa che non torna che rimane nel vento. Ho la strana sensazione che qualcuno goda nel pigiare il tasto dell'emotività con storie cariche di drammaticità, video a volte strappalacrime e broadcasting d'effetto, tutto in none di uno spettacolo che deve continuare a tutti i costi perché ormai ci sono dentro fino al collo . Io con tutti voi pregherò per loro ma credo che Geova voglia vedere anche azioni pratiche e concrete da benedire...perché nel nuovo regno ci farà entrare esseri umani non immobili.

Vi ringrazio se siete arrivati a leggere fin qui e spero di non avervi annoiato ma sentivo il bisogno di esternare queste sensazioni e riflessioni insieme a voi consapevoli. Ora me ne torno a bordo del mio fidato Macchi Veltro e salirò in alto perché da lassù è tutto più bello.

Vostro Magg. Visconti




____________________________________