Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

18/03/16

Non amate il mondo...

Non amate il mondo…

dal sito jw.org

I Testimoni ricevono Telly Awards per due video news







La Parola di Dio ci dà questo comandamento in 1 Giovanni 2:15-17. Li leggiamo:  
“..Non amate il mondo né le cose del mondo. Se uno ama il mondo, l’amore del Padre non è in lui; 
perché tutto ciò che è nel mondo — il desiderio della carne e il desiderio degli occhi e la vistosa ostentazione* ( millanteria) dei propri mezzi di sostentamento — non ha origine dal Padre, ma ha origine dal mondo. Inoltre, il mondo passa e pure il suo desiderio,ma chi fa la volontà di Dio rimane per sempre. Secondo questo passaggio: Se uno ama il mondo, l’amore del Padre non è in lui”. In altre parole: l'amore di questo mondo elimina l'amore del Padre. È impossibile per entrambi di coesistere in una persona

  




Nella Sua Parola, Dio e per Lui suo Figlio, ci chiama "a distinguerci dal mondo". Nel contesto dal quale è tratto questo versetto, l'Apostolo Giovanni ricorda a tutti i cristiani (vecchi e giovani) i privilegi che essi hanno ricevuto quando la loro vita è stata unita strettamente a Cristo attraverso il ravvedimento dai loro peccati e la fede in Lui (2:12-14).  
I loro, nostri, peccati sono stati perdonati grazie a Lui ed alla Sua opera in loro favore. Avendo così avuto accesso a Dio, hanno conosciuto Lui ed i Suoi eterni propositi (quelli che si realizzano in Cristo). Essi hanno "vinto il malvagio" che li teneva asserviti tanto che egli non ha più potere su di loro. La Parola di Dio è ben radicata in loro ed in essa essi trovano la loro forza.

Tutto questo, però, è da riportarlo nella loro vita quotidiana. I cristiani, infatti, devono vivere in questo mondo e guardarsi continuamente dal male che qui regna dappertutto e in ogni frangente della loro giornata.

Questo costituisce costantemente una minaccia all'integrità della nuova vita dedicata. Quello che Cristo insegna ai Suoi discepoli, infatti, è un nuovo stile di vita, dei nuovi valori che si contrappongono a quelli prevalenti in questo mondo

La maggior parte della società umana, infatti, deride e disprezza lo stile di vita cristiano e, proponendo i propri "valori", cerca di sedurre i cristiani ad abbandonare Cristo illudendoli che ciò che propone il mondo senza Dio è molto più soddisfacente e "produttivo". Si stanno sempre più accomunando a loro?

Materialismo, divertimento fine a sé stesso, piaceri, denaro, sesso sregolato, potere, egoismo, irreligiosità ecc. possono costituire, infatti, quando "ben presentati" una seduzione molto forte anche per il cristiano ma ciò non deve costituire una scusante.

Amare il mondo implica quindi un amare "in esclusiva" le cose create invece del Creatore, un amarle egoisticamente per soddisfare i propri desideri, la propria vanità. 
Più che questo, implica simpatia per idee e modi di vivere in contrapposizione a DIO, per i sentimenti di inimicizia verso Dio, per i principii corrotti e l'andazzo peccaminoso dell'umanità aliena dal suo Creatore.

 "Noi sappiamo che siamo da Dio, e che tutto il mondo giace sotto il potere del malvagio" (1 Giovanni 5:19). 

Per questo "essere amici del mondo" equivale essere nemici di Dio.Certo, è pure scritto che Dio "ha amato" il mondo peccatore (Giovanni 3:16; Romani 5:8), ma non certo per simpatia e consenso con il peccato del mondo.  Fra i peccatori Dio ha scelto per sé un popolo di persone alle quali compassionevolmente ha deciso di accordare la grazia della salvezza e di "riconvertire" a Lui in Cristo.


Ora alla luce degli ultimi avvenimenti…vendite, chiusure, deportamenti ,bilancio fantasma mettendo tutto nel gran calderone che è internet… Mi chiedo…perché?



Abbiamo studiato domenica la tg dove in un passaggio venivano fatte delle domande ben specifiche

Gesù cosa penserebbe di questo premio?

E' anche vero che Come in ogni gara o manifestazione,  se non ti iscrivi alla corsa. .il premio non lo vinci. Nessuno viene a cercarti a casa se non dici dove abiti

cosa ne pensate?


( alcuni pensieri biblici e considerazioni son stati presi dal web in quanto non siamo i soli a farci delle domande)




















La Watchtower espone trofei e certificati 
presso la sede di Brooklyn dal 2002