Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

19/03/16

IL CONTROLLO DELLE NOTIZIE E LA WATCHTOWER



Controllo spasmodico dell'informazione

Da molti anni ormai, la wt non fa trapelare nessuna notizia, diciamo, scomoda. L'enorme emorragia di denaro per pagare le vittime di abusi. Gli investimenti di ingenti capitali in fondi discutibili. L'esser stata per diversi anni membro come ONG delle nazioni unite. Le purghe interne all'organico a cominciare dal caso Raynold Franz e finendo all'azzeramento della filiale italiana. Ultima chicca l'audizione di un membro del CD da parte di una corte Australiana su presunti insabbiamenti di numerosissimi casi di pedofilia avvenuti in quel paese. I motivi di tutto questo silenzio, noi non li  conosciamo, conosciamo però una cosa,

Il CD esiste perché esiste una Ekklesia!

Nel primo secolo vi era condivisione di notizie. Ricordiamo una per tutte la faccenda della circoncisione. Questa cosa stava creando non poca confusione in seno alle congregazioni,gli Apostoli preso in mano la faccenda, arrivarono ad una conclusione ne informarono tutti mediante lettere. Nel prendere questa decisione non guardarono in faccia a nessuno, neanche a Pietro, e non si posero il problema se questa nuova disposizione avrebbe in qualche modo indotto qualcuno ad abbandonare la verità. Il condividere le notizie unisce, il nasconderle divide, fa nascere dei dubbi.

Qualcuno in più riprese, coi commenti espressi in questo blog, ha criticato l'operato del CD per questa sua politica oscurantistica. Molti l'hanno fatto in modo aspro e non consono al cristiano e non li abbiamo pubblicati,ma altri sono passati perché garbati e rispettosi. Alcuni, notando anche solo garbate "critiche" del resto costruttive e rispettose si risentono e si mettono sull'attenti gridando con quanto fiato hanno in gola che il CD non si tocca.

A parte che il dissentire o il non essere d'accordo è scritturale... Ricordo un personaggio che si mise a disquisire su una faccenda con Geova e non mi pare che Dio lo incenerì' per questa sua mancanza di rispetto! Oggi se per caso una virgola dell'operato del CD viene messa in discussione, apriti cielo!

TUTTO QUESTO CARI FRATELLI È UMANO... MOLTO UMANO !

Diversi anni fa, durante una tournée in Russia, il cantante Enrico Ruggeri rimase colpito dai vari dissidenti del partito, che dopo esser passati dalle mani della polizia segreta "Cambiavano" idea ed abiuravano quello che avevano pensato in precedenza. I motivi erano ovvi,o mangiavi quella minestra...
Questo succedeva e succede in quei regimi totalitari dove si vuole controllare ogni aspetto della vita dei cittadini  e quindi il partito si sostituisce alla coscienza degli individui, annullandoli completamente. Il partito pensa per te, il partito decide il tuo futuro, il partito pianifica le nascite, il partito decide il tuo lavoro, il partito sceglile le terapie mediche adatte a te,il partito diventa la tua vita.
Ruggeri immagina un "pentito" che scrive al Comitato Centrale per invocare il loro perdono. Ne esce una poesia struggente e piena di significati. Ecco il testo.

Mio Comitato, Comitato Centrale,
questa mattina sono proprio contento
e vi ringrazio di lasciarmi accusare
del mio inqualificabile comportamento.

E' impossibile da tollerare
questo mio crimine infinito,
questa sfiducia unilaterale
nelle strutture del nostro Partito.

Questo pensare di poter pensare
nella più sfacciata autonomia,
è un individualismo da condannare
come sfrontata eresia,
come borghese malattia.

Come potrete accettarmi,
reintegrarmi, perdonarmi?
Dovete condannarmi.
Nemmeno il più oscuro silenzio
è abbastanza per me.

Voglio confessare adesso tutti i miei peccati,
per pagarli, a costo di inventarli,
perché per me non c'è pietà.
Non voglio neanche un avvocato;
la mia coscienza è sola in mezzo a voi,
che mi volete bene.

Un Comitato, un Comitato Centrale
che ci spiega quello che vede,
non lo si può deligittimare;
ha bisogno di atti di fede.

Va nutrito con l'obbedienza,
con dedizione totale
e ci racconta la scienza
e ci difende dal male,
il Comitato Centrale!

Come ho potuto sfidarlo,
dubitarne, biasimarlo?
Come ho potuto farlo?
Nemmeno il più oscuro silenzio
è abbastanza per me.

Voglio rivelare tutti i nomi degli amici
e denunciarli, fino a che un altro parli,
perché non c'è pietà per chi
ha fatto il male del partito;
la coscienza la consegno a voi,
che ci volete bene.     

Writer(s): Enrico Ruggeri

Comitato Centrale = Corpo Direttivo ?

Debbo dire,francamente che ho trovato molte analogie in quello che Ruggeri vide in Russia anni fa e quello che stiamo vivendo oggi, come popolo di Geova.

Non mi presto a facili illazioni, sostituendo Comitato Centrale con altre sigle a noi note, ma nemmeno mi voglio nascondere dietro un dito. Neppure voglio sminuire quello che molti fratelli stanno facendo in seno all'organizzazione per continuare a guidare l'Ekklesia.

Tuttavia la nostra perplessità nasce da una totale mancanza di chiarezza... chiarezza che diviene obbligatoria quando esiste un'ekklesia, quando questa è la tua famiglia, la tua vita, i tuoi impegni, il tuo futuro. Geova non fa alcuna cosa, a meno che non la riveli ai suoi profeti e servitori. Amos 3:7. Il CD pilota il tutto senza un benché minimo coinvolgimento da parte di ognuno di noi. L'Ekklesia, per la quale il nostro signore Gesù ha dato la vita è passata in secondo piano.

Enrico Ruggeri scrisse "l'autocritica" dopo aver visitato un paese totalitario dove non era permesso neppure pensare di dissentire con il governo centrale e dove tutte le notizie erano "filtrate" dalla censura.

Il sistema messo in piedi dalla WT come lo dovremmo definire? Non sono abituato ad emettere giudizi, ma nemmeno nascondo la testa sotto la sabbia e neppure mi lascio abbacinare da programmi smielati del broadcasting, ma constato i fatti e i fatti mi lasciano molto perplesso.

Ancora una volta trovo conforto nelle scritture "So bene, o Geova,che non appartiene all'uomo terreno la sua via. Non appartiene all'uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo" Geremia 10:23.

Allora riesco davvero a comprendere molte cose "STORTE" che avvengono anche tra il popolo di Dio.

CCASTANCO
________________