Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»






HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

23/09/14

MINISTERO del REGNO 2014 : RUSSEL E LA SPIEGAZIONE SULLA SEGNATURA !!




" Da parte vostra, fratelli, non smettete di fare il bene. Ma se qualcuno non è ubbidiente alla nostra parola per mezzo di questa lettera, tenetelo segnato, smettete di associarvi con lui, affinché si vergogni.  Eppure non lo considerate come un nemico, ma continuate ad ammonirlo come un fratello.  Ora, il Signore della pace vi dia egli stesso di continuo pace in ogni modo. Il Signore sia con tutti voi."

2 Tessalonicesi 3:13-16
 




Abbiamo discusso in questi giorni sulla pratica della SEGNATURA in ambito della congregazione cristiana dei testimoni di Geova e come poterla applicare al meglio secondo il punto di vista delle Sacre Scritture. Oggi in base alle direttive vige la procedura di un discorso di segnatura alla congregazione in casi di violazione grave e risaputa di principi biblici importanti. Quando gli anziani vengono a conoscenza di un comportamento grave ma non tale da essere passibile di disassociazione,si radunano con il fratello disordinato e gli comunicano che il suo comportamento viola palesemente i principi biblici e saranno prese misure restrittive per ricondurlo alla ragione e al pentimento, il tutto con tatto e amore. Dopo questo incontro un anziano idoneo tratterà l'argomento in un discorso di servizio affinché la congregazione sia informata che chi viola un certo principio biblico e ha un determinato atteggiamento/condotta va segnato come consiglia e ordina il succitato comando biblico di Tessaonicesi.

Molti non sono d'accordo con questa prassi moderna ed è risaputo che alcuni anziani usano la mannaia della SEGNATURA senza scrupoli. Ad esempio lo schiavo incoraggia a dare ripetuti consigli al fratello prima di arrivare alla SEGNATURA ma spesso gli anziani non seguono questa procedura amorevole e passano direttamente dal primo consiglio alla SEGNATURA senza dare il tempo all'individuo di meditare e correggersi. Inoltre si sente spesso di casi di segnatura per una violazione in una congregazione e non nella congregazione vicina ,per lo stesso tipo di violazione di principi biblici,come se ci fossero dei dettagli tecnici per evitare la SEGNATURA,e chi ne è a conoscenza e sa come muoversi può evitare nella fattispecie l'ESSERE MESSI ALLA BERLINA davanti alla CONGREGAZIONE !! Incredibile !



Russel : Rare le riprovazioni in Pubblico
Studi sulle Scritture Volume 6

 

Russel scrive : In alcune circostanze questo ammonire i disordinati si potrebbe fare in pubblico davanti alla congregazione se il peccato è pubblico e di natura grave . (1 Timoteo 5:20) Per tutto il resto si attuerà in privato con delicatezza e seguendo il corso dell'amore. Una parola in privato sarà più utile che una riprovazione in pubblico ,che potrebbe dar luogo ad una ferita emotiva o un danno per un fratello sensibile . Laddove naturalmente non sarebbe necessario produrre quella ferita e laddove l'amore suggerisce un modo di agire più prudente e diverso dalla riprovazione pubblica.

  Se anche un Anziano dovesse fare una pubblica riprovazione ,dovrebbe essere fatto ....con amore e con il desiderio che il fratello possa ristabilirsi e correggere e non con un desiderio di renderlo odioso o di scartarlo dalla congregazione. Un anziano comunque......non ha il compito di riprovare una persona al punto tale da escluderla dalla congregazione e dai privilegi spirituali. Un tipo di riprovazione simile può venire solamente dalla congregazione nel suo insieme e anche così solamente dopo aver ascoltato l'intero caso e aver dato la possibilità completa al fratello accusato, di difendersi o di fare ammenda del suo comportamento ed essere perdonato .

 Russel continua affermando: " La chiesa,l'ECCLESIA, i consacrati del Signore......sono nel loro INSIEME i suoi rappresentanti e l'ANZIANO è SEMPLICEMENTE il rappresentante della CONGREGAZIONE, l'idea migliore che la chiesa ha della scelta del Signore. La CHIESA dunque ,e NON gli anziani,costituisce il tribunale di ultima istanza per tutte le faccende di questo tipo : perciò la linea di azione di un anziano è SEMPRE soggetta a REVISIONE e a correzioni da parte della congregazione, secondo il giudizio congiunto della volontà del Signore.



continua fine parte 1






--------------------------------------



35 commenti:

  1. VOLUME 6 STUDI SULLE SCRITTURE
    RUSSEL secolo 19°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi Russel considerava la segnatura parte del processo di matteo 18 e non una disposizione diversa ? Fatemi capire mi interessa

      Elimina
  2. Hai proprio ragione caro mission,la burocrazia fa sembrare pesante la teocrazia.
    Il caro fratello Russell aveva profondo discernimento delle cose spirituali,anche se ovviamente mancava un Po il giusto intendimento su alcune cose....ma lo SPIRITO ERA QUELLO GIUSTO.....
    Purtroppo come organizzazione non brilliamo per revisionismo,anzi a volte celiamo le cose scomode,come se Geova non vedesse.....ma dove vogliamo andare?
    Se Geova vuole,la sua organizzazione la stravolge dall oggi al domani.....
    Ecco caro corpo direttivo,vogliamo questo:il vero cristianesimo scevro di burocrazia,trasparente non di sospetto,dove i fratelli possono esprimere liberamente le proprie opinioni senza paura di essere ostracizzati,dove il singolo e al centro e non l organizzazione (che e solo una parola inflazionata).
    Servire Geova e la cosa più meravigliosa che possa esserci,rendetecelo più facile non difficile....
    il polemico

    RispondiElimina
  3. credo che la differenza tra segnato e disassociato ci debba per forza di cose essere: al segnato gli deve essere riconfermato l'amore, il disassociato deve essere trattato come uno delle nazioni.

    RispondiElimina
  4. ciao fmc io penso che si debba arrivare alla segnatura se un individuo ha commesso un grave errore e che dopo essere stato più volte consigliato adottare questa disciplina per il suo bene e quello della congregazione, e in quel caso le restrizioni a seconda del l'errore è giusto che vengono applicate, ma segnare una sorella che si fidanza con un incredulo perché fratelli nell'organizzazione sono pochi rispetto al loro numero, mi sembra azzardato. Il comando di sposarsi nel Signore era rivolto alle vedove non alle giovani, sarà forse perché c'era il rischio per le vedove di convivere per non perdere l'allora pensione??? Come potrebbe accadere anche oggi ovviamente. Pensaci intanto ancora scusa per ieri , ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai cara, basta con le scuse, ma sono ferma nel sostenere che come principio lo sposarsi nel Signore con la giusta disposizione di cuore e la consapevolezza che Geova ciò che dice lo fà per il nostro bene, è cosa buona e giusta, poi se ci sono varianti al caso, ogniuno si renderà responsabile della propria scelta e vivrà con serenetà nella misura in cui sarà convinto di ciò che ha fatto in armonia con le scritture.
      Buona giornata ancora un pochino e stacco.....

      Elimina
    2. Sulla questione dello "sposarsi solo nel Signore" si può facilmente cadere nel sentimentalismo, comunque anche io conosco vari casi di sorelle che hanno fatto questa scelta e sono tuttora sposate, mentre i matrimoni "regolari" tra conservi conoscono un aumento di separazioni.
      All'argomento voglio aggiungere una considerazione: si può essere segnati anche se si frequenta qualcuno nel periodo precedente al divorzio legale, pur avendone diritto perché traditi dal coniuge. Attualmente sono almeno tre anni, ma speriamo a breve si arrivi a un anno con il nuovo progetto di legge di cui si discute. Ma tutto questo porta ad una disparità tra fratelli di varie nazioni: in alcune basta un solo mese per avere la sentenza!
      Ripeto tutto questo è incredibile! Uno potrebbe essere scritturalmente libero di sposarsi, ma se frequenta qualcuno sarebbe dopo ripetuti consigli segnato perché non aspetta la sentenza di Cesare!
      Un saluto. Lucio

      Elimina
    3. buon giorno a tutti care sorelle e fratelli

      Torniamo sempre a pera, si suol dire dalle mie parti, cioè, si ritorna a fare appello in ogni caso al buon senso, alla convinzione con la quale una persona fa una scelta e la porta avanti in piena consapevolezza.

      Geova ci ha dotato di libero arbitrio e ci ha dato un manuale d'istruzione per il nostro bene, spetta ad ogniuno di noi seguirlo oppure ignorarlo, in ogni caso rimane una nostra personale responsabilità, ed una volta presa bisogna avere il coraggio di portarla avanti con i suoi pro ed i suoi contro, come del resto siamo chiamati a fare quotidianamente nella nostra vita qualora ci trovassimo di fronte a qualsiasi tipo di scelta.

      Io faccio questo perchè in base a ciò che credo, penso, ho maturato, ho scelto!

      Io faccio questo perchè sennò mi criticano, dicono che non sono ubbidiente, perchè me lo ha detto tizio, perchè caio ha detto che se non lo faccio non sono leale etc. etc.
      hai fatto scegliere agli altri per te......e poi, che ti lamenti?

      Conoscenza, consapevolezza, responsabilità e amore, tanto amore.

      Elimina
    4. Buongiorno a te cara fmc,e a tutti i fratelli e sorelle del blog.......
      Volevo solo dirvi che stamattina vi era una bellissima scrittura del giorno,che ci ricorda come Geova e' buono e pronto a perdonarci,peccato che il commento che e' stato fatto lo ritengo alquanto
      stonato con la frase infelice di non cercare scuse per frequentare un
      famigliare disassociato tramite e-mail..........
      Scusate ma questo perbenismo mi da molto fastidio e contrasta,come mi hanno fatto notare molti fratelli,con cio' che vi e' scritto sul sito jw riguardo al modo di trattare i famigliari disassociati.........
      Dalle nostre parti vi sono molti inattivi da anni che festeggiano natale,pasqua e compleanni che pero' vengono invitati normalmente a
      matrimoni,anniversari e via dicendo,poi ci sono una schiera di nostri fratelli che frequentano e hanno lasciato il peccato alle spalle,ma stanno li,come diceva mi pare Fiducioso,invisibili......che tristezza fratelli,la prossima scrittura del giorno mi fermo alla scrittura,perche' il commento come quello di oggi non mi incoraggia affatto,anzi mi fa stare di malumore.
      Scusate ma dovevo condividerlo con voi questo pensiero,e credo che non sia solo a me che abbia dato fastidio.


      MalcomX

      Elimina
    5. Confermo. Anche io ho provato la stessa cosa stamattina. Gioia fino a tre quarti del commento della scrittura del giorno e poi amarezza nella parte finale..Ma io mi domando : il sito JW è o non è ufficiale ? Allora se è ufficiale la risposta pubblicata sui rapporti con i disassociati, autimaticamente annulla tutta quella serie di regole e regolette indicate su altre pubblicazioni e non. Perchè dover continuare a condizionare il libero arbitrio dei fratelli con disposizioni tipo " ...evitare contatti tramite mail". La risposta sul sito è la risposta ufficiale ? Bene...allora adesso lasciamo alla coscienienza individuale come applicare le informazioni indicate sul sito.

      Elimina
    6. ...aggiungo e la risposta ufficiale data all'interrogazione parlamentare contro l'intesa con lo stato? dove venivamo accusati al punto 5 di emarginare i disassociati? la difesa termina con testuali parole:

      ...come del resto l'espulsione di un famigliare non annulla i rapporti con gli altri componenti della famiglia ed i conseguenti doveri

      Elimina
  5. Caro anonimo R, da >>TDG : RIFORME? PERCHE’ SONO NECESSARIE? (commento Anonimo 04 giugno 2014 14:01) non potendoti risponderti nel post, poiché sono stati chiusi i commenti voglio farlo qui.

    Tu scrivi che da diversi anni vedo comparire quella strana dicitura sull'annuario : "Ordine mondiale dei servitori a tempo pieno", senza avere spiegazioni in merito. Queste frasi sono solo degli SLOGAN, che non servano a niente, se non a disorientare nella fede e a pronosticare qualcosa di ineffabile. Quando nel 1942 Knorr divenne Presedente della WTS venne coniato uno slogan che imperò per diversi decenni e ancora oggi viene usato (solo in parte) nell’intestazione della nostra traduzione biblica. Lo slogan era “””SOCIETA’ DEL NUOVO MONDO”””. Allora questo slogan fu visto come una innovazione letterale per un ordine di cose gestito dalla WTS, tutto quello che si stampava era imperniato e girava intorno a questo slogan, ma con il passare degli anni la frase, ritengo molto immodesta, cadde nell’oblio, e la grandezza dell’idea la ritroviamo in parte sulla copertina della nostra attuale bibbia. Altri slogan furono creati nel corso degli anni, ma chi più chi meno, tutto finì nel “””cestino””””. La cosa curiosa che c’è in tutto questo e che la base ne è attratta, forse dall’arcano presagio che tali parole portano con se, ma ripeto nella S. Bibbia non vi è né si trova una ragione plausibile al fatto che si coniano simili slogan. E’ il carattere terreno dei componenti i vertici a volere seguire particolari “””strade”””” che spesso si allontano dalla strada stretta della fede.

    Sasà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sasà in america si fa tutto con gli slogan .
      Pensa al più famoso : "Annunciate , annunciate,annunciate............"

      Elimina
    2. daccordo, ma dello slogan che ti ho scritto in """"""privacy"""" che mi sai dire? è vero o no?????

      Sas@

      Elimina
    3. C.T.Russel e la segnatura19/12/17, 09:29

      Russel : Rare le riprovazioni in Pubblico

      Russel scrive : In alcune circostanze questo ammonire i disordinati si potrebbe fare in pubblico davanti alla congregazione se il peccato è pubblico e di natura grave . (1 Timoteo 5:20) Per tutto il resto si attuerà in privato con delicatezza e seguendo il corso dell'amore. Una parola in privato sarà più utile che una riprovazione in pubblico ,che potrebbe dar luogo ad una ferita emotiva o un danno per un fratello sensibile . Laddove naturalmente non sarebbe necessario produrre quella ferita e laddove l'amore suggerisce un modo di agire più prudente e diverso dalla riprovazione pubblica.

      Se anche un Anziano dovesse fare una pubblica riprovazione ,dovrebbe essere fatto ....con amore e con il desiderio che il fratello possa ristabilirsi e correggere e non con un desiderio di renderlo odioso o di scartarlo dalla congregazione. Un anziano comunque......non ha il compito di riprovare una persona al punto tale da escluderla dalla congregazione e dai privilegi spirituali. Un tipo di riprovazione simile può venire solamente dalla congregazione nel suo insieme e anche così solamente dopo aver ascoltato l'intero caso e aver dato la possibilità completa al fratello accusato, di difendersi o di fare ammenda del suo comportamento ed essere perdonato .

      Qui sta il nocciolo duro del ragionamento " La chiesa,l'ECCLESIA, i consacrati del Signore......sono nel loro INSIEME i suoi rappresentanti e l'ANZIANO è SEMPLICEMENTE il rappresentante della CONGREGAZIONE, l'idea migliore che la chiesa ha della scelta del Signore. La CHIESA dunque ,e NON gli anziani,costituisce il tribunale di ultima istanza per tutte le faccende di questo tipo : perciò la linea di azione di un anziano è SEMPRE soggetta a REVISIONE e a correzioni da parte della congregazione, secondo il giudizio congiunto della volontà del Signore.

      Elimina
    4. Fratello resistente19/12/17, 09:38

      Queste parole di Russel, tratte dal 6° volume degli Studi sulle Scritture, questo caro fratello che fu usato da Dio x far risplendere le verità del Regno in tempi non sospetti, sono il nocciolo delle questioni che attanagliano la congregazione mondiale e locale.

      Elimina
  6. Salve,Rispondo a Lucio. Già durante la separazione, per la legge viene meno il vincolo di fedeltà coniugale. Quindi, se c'è tradimento, si è liberi di frequentare chi si vuole, sia per la legge di Dio che per la Legge di Cesare. La legge di Cesare PERMETTE di frequentare una persona. Il di più è del malvagio, e qui il di più lo abbiamo aggiunto noi TdG togliendo la possibilità di frequentare altre persone finchè non si è ottenuto il divorzio, cosa che non è nè scritturale ne in armonia con le leggi di Cesare.

    Ragionevole 2

    RispondiElimina
  7. Ciao Ragionevole 2, è vero che se c'è infedeltà davanti alla legge di Dio sei libero, ma dinanzi a Cesare no, consentimi, se le leggi prevedono delle scadenze come in Italia ad esempio occorrono per ora 3 anni se è consensuale più 1 anno per il divorzio per totali se va bene 4 anni. Che sia un'ingiustizia umana sono d'accordo, però ce la dobbiamo prendere con le nostre leggi . Al tempo di Gesù e degli israeliti era necessario il certificato di divorzio. Questo certificato in alcuni paesi si può ottenere nel giro di pochi mesi, in Italia addirittura se fai una giudiziaria con addebito possono passare anche 6 7 o 10 anni. E' vero che per la Legge di Cesare un separato può convivere già con un'altra persona, ma per la Legge di Geova ciò significherebbe commettere adulterio se sei sposato e fornicazione se non lo sei

    RispondiElimina
  8. riflessivo05/06/14, 17:40

    interessante questa scrittura , perché fà 2 differenze la prima Paolo cita la scrittura secondo ispirazione, la seconda dà la sua opinione, però nella seconda nonostante dica la sua opinione dice che anche lui pensa di avere lo spirito di DIO. qualcuno può spiegarmi stò punto?

    RispondiElimina
  9. Per riassumere . La bibbia comanda di sposarsi solo nel Signore.
    Questo comando non è una legge come ad esempio non commettere adulterio.
    Bisognerebbe stabilire se questo principio sia di una tale gravità da subire la SEGNATURA.
    Sullo stesso piano il principio di non rubare e pagare le tasse , un cristiano che fraudolentemente evade le tasse oppure è disonesto con i fratelli andrebbe segnato ?
    Un altro che ripetutamente flirta con ragazze pur essendo sposato andrebbe segnato ?
    Un anziano che batte e percuote i fratelli dal podio o nelle visite pastorali non andrebbe SEGNATO anche lui ?
    Uno che salta regolarmente le adunanze andrebbe SEGNATO dato che è un comando anche quello e molto più serio dello sposarsi ?
    Un fratello che si trasferisce all estero violando le leggi internazionali senza documenti da clandestino badate bene non rifugiato o in fuga da una guerra, andrebbe segnato ?
    Il problema è chi segnare chi può farlo gli anziani o i singoli e non essere parziali escludendo i comandi che non fanno comodo o che riteniamo di scarso valore.
    Mi mancava il bevitore che si mette alla guida regolarmente con livelli di alcool sopra la norma, va segnato anche lui ?
    Per me sono tutti comportamenti da segnare personalmente ma non spetta agli anziani spetta alla congregazione farlo e solo dopo aver ascoltato il fratello e le sue giustificazioni. Prima di segnare pero vanno fatti numerosi tentativi per aiutare con il giusto tatto e discrezione.Solo quando risulta una condotta palesemente sfacciata si arriverà all estrema Razio. Rimane comunque una segnatura individuale gli anziani non devono decidere un bel niente Paolo parlava ai proclamatori unti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro 007, oltre al mio precedente commento sull'argomento ne stavo scrivendo un altro e ti posso assicurare che non potevo scriverlo meglio del tuo ... lo condivido in toto!!!!!!!!!!!!
      Ci sono molti comandi Bibbilici che potrebbero essere interpretati importanti quanto sposarsi solo nel signore, ma oltre al fato che anche per questo in alcune congregazioni si segna ed in altre no, la segnatura dovrebbe essere solo un presa di posizione individuale e noncollettiva e punitiva!!! UNS

      Elimina
    2. Stavo per scrivere un altro commento, leggo il tuo e pensavo di averlo scritto io ... quindi lo prendo e lo sottoscrivo in pieno!!!!!!!!!!!!!! La segnatura deve essere un presa di posizione individuale e non una punizione collettiva. UNS

      Elimina
  10. 007 come parlava ai proclamatori unti?? spiegati meglio per favore. comunque nella Bibbia non esiste il divieto del fumo in maniera espressa, ma il principio di 2 corinti 7:9 che se viene violato porta alla disassociazione Ora se consideriamo che anche chi viola il principio di sposarsi nel "Signore" dovrebbe per coerenza essere disassociato, e non segnato vi pare??? Quindi chi è che stabilisce i due mezzi di misura , cioè chi stabilisce la forma disciplinare Geova o l'uomo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se leggi l'introduzione alla lettera parlava alla congregazione degli unti o qualcosa del genere e comunque erano tutti unti allora. Sul fumo idem con patate anche se il fumo è molto più grave poiché uccide se stessi e gli altri, quando prendi il vizio naturalmente. Che io sappia ora come ora nessuno viene disassociato se per debolezza cede e fuma una sigaretta e non viene neanche segnato

      Elimina
    2. riflessivo05/06/14, 19:26

      Comunque sono interessanti questi punti e non sono semplici neanche per l organizzazione mettere bene a fuoco, comunque se disassoci uno che non si sposa nel signore a stò punto dovresti disassociare chi si divide in congregazione che a mio modo di vedere è forse ancora peggio trà i 2 mali , io sono d'accordissimo con l organizzazione a non disassociare chi non si sposa nel signore , e sono d'accordo nel ammonire, l organizzazione a mio avviso in questo caso applica bene le scritture, d'altronde che bisogna fà....... sul fumo bò non lo sò . una cosa è certa.... GESU con il sigaro non ce lo vedo proprio.

      Elimina
  11. La settimana prossima,ho i punti notevoli,(Levitico 1-5)e il sorv.della scuola mi ha consigliato di trattare quello del ripasso (Km giugno),Levitico 5:1,parla della responsabilità di ogni cristiano di riferire "agli anziani"una grave trasgressione commessa da un conservo.Ora la TG di riferimento 15/8 '97 dice fra l'altro,che non è sbagliato riferire agli anziani le trasgressioni dei fratelli....però se si trova qualche "vaccaro"?...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anton Morel,I punti notevoli non sono occasioni per trattare bisogni locali ( che tra l'altro andrebbero stabiliti dal corpo degli anziani). I punti notevoli sono occasioni per edificare nella fede, perciò tratta quello che ritieni sia più utile per l'edificazione della congregazione.

      Elimina
    2. Morel, i punti notevoli li devi scegliere tu non il sorvegliante della scuola, sennò se li assegni a sé. Questa usanza poi di trattare i punti del ripasso non sta da nessuna parte, è un avanzo mentale della ripetizione scritta, con tanto di voti. Ora il ripasso è una parte dove ci si prepara su del materiale che si conosce già, come con tutte le parti con partecipazione del uditorio. Su levitico 5:1 poi pochi sanno cosa significhi davvero quello che c'è scritto. Scommetto che quasi tutti pensano che il peccato da riferire lì è la "maledizione" che è stata udita..niente di più falso.

      Elimina
    3. La situazione giudiziaria prospettata è questa: uno ritiene di essere stato gravemente danneggiato da un altro ma non ha sufficienti prove per portarlo in giudizio e ottenere giustizia. Però sa o sospetta che altri potrebbero testimoniare a suo favore e fornire le prove che mancano ma non lo fanno. Quindi il danneggiato pronuncia una maledizione pubblica verso chi sa e non parla. Chi ode questa maledizione e sa qualcosa e non lo riferisce sarà considerato complice del trasgressore. Quindi la "maledizione" pronunciata è un atto per ottenere giustizia da parte di chi è stato danneggiato.
      Poi la sua applicazione in senso delatorio per mantenere "pura" la congregazione è una delle tante "estensioni" di scritture che parlano d'altro per sostenere una prassi.

      Elimina
  12. Fiducioso,stasera chiederò se è in effetti un bisogno locale....in passato anche come s.d.m. qual sono,non perdevo occasione per dare mano ai vaccari (non ero consapevole)questo blog,mi fa capire che bisogna edificare,incoraggiare,edificare,incoraggiare incoraggiare,lodare ...ora scappo è tardi...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Anton Morel. I fratelli hanno più che mai bisogno di essere incoraggiati...edificati...e di messaggi positivi, non solo di nozioni. Tratta i punti che ritieni più efficaci e con il sorriso sul volto...è contagioso ! E quando il sorv della scuola ti chiederà " : perchè non hai trattato il punto che ti ho suggerito ?", tu puoi sempre dire : " perchè era un suggerimento e ti ringrazio....ma ho pensato di trattare qualcosa di edificante ". Se se la prende a male, vuol dire che è un potenziale vaccaro....se approva, vorrà dire che gli avrai dato qualcosa su cui riflettere per essere un buon pastore. Il pastore sta davanti e si preoccupa di pascere " nutrire bene", il gregge. Il vaccaro solotamente sta dietro e pungola . Facci sapere come è andata. Vedrai che la congregazione te ne sarà grata.

      Elimina
  13. Buona sera a tutti
    Il libro Il Regno di Dio e' gia' una realta' a pagina 115 leggiamo:Non era strano che i fratelli accettassero incarichi di servizio,per esempio come ministri viaggianti,che li tenevano lontani dalla famiglia per mesi.A volte il matrimonio veniva scoraggiato con piu' forza di quanto lo facessero le Scritture,mentre si parlava relativamente poco di come consolidare il vincolo coniugale.Oggi le cose stanno diversamente.Poi c'e' amargine la frase:Gli incarichi teocratici non vanno assolti a discapito degli obblighi familiari.Ricordo una scuola di ministero del Regno alla quale partecipai.Il corpo direttivo ci ricordava le priorita':1.La nostra famiglia.2.La congregazione.3Il territorio.Saluto tutti con affetto,Zelofead.

    RispondiElimina
  14. alessandro25/09/14, 19:16

    Buona sera a tutti.
    Penso che il lavoro che si sta facendo in questo blog ha molta importanza per almeno 2 motivi.
    1)C'è la possibilità di confrontarsi con persone che la pensano allo stesso modo e questo è incoraggiante.
    2)le vere riforme cominciano sempre , quando qualcuno trova il coraggio di parlare, ricordiamoci che molti fratelli anche se non capiscono da dove vengono i problemi non significa che non soffrano , io ho avuto modo di parlare con centinaia di fratelli che soffrono tantissimo a causa di abusi e soprusi perpetrati da chi ci dirige l'organizzazione ma non sanno come va affrontato il problema e come risolverlo.
    Noi rappresentiamo la voce di migliaia di fratelli attraverso questo blog e vi assicuro che molti fanno il tifo per voi!
    Ci sono altre cose che vorrei dirvi cari amici e fratelli ma non lo ritengo opportuno farlo attraverso questo blog, comunque per ora posso solo dirvi che in vista ci sono cambiamenti!
    Continuate e non arrendetevi e grazie del vostro lavoro!
    Con affetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandro.Partecipa anche tu

      Elimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio