Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

06/06/17

Che cosa dobbiamo aspettarci nel tempo della fine tra cristiani ?


Cari Fratelli e Amici,
spero che il mio commento possa ottenere lo scopo che mi sono prefisso, ovvero di vederci più chiaro, quindi di ristorare tutti quelli che lo leggono.
Volevo concentrarmi solo sulla scrittura di Matteo 24:10, come chiave del mio ragionamento. Essa dice:
"E allora molti inciamperanno e si tradiranno e si odieranno gli uni gli altri"
"καὶ τότε σκανδαλισθήσονται πολλοὶ καὶ ἀλλήλους παραδώσουσιν καὶ μισήσουσιν"
"kai tote skandalisthēsontai polloi kai allēlous paradōsousin kai misēsousin"
 
Guardiamo il contesto:
Il versetto 9 recita “Quindi vi daranno alla tribolazione e vi uccideranno, e sarete odiati da tutte le nazioni a causa del mio nome "
Il soggetto che qui è implicito nella prima proposizione, è chiarito nella seconda proposizione. Chi ucciderà i fedeli cristiani o li farò tribolare, saranno per forza rappresentanti della nazioni (ἐθνῶν ethnōn, ) con autorità di poterlo fare. Organi giudiziari e politici.
 
Ma il versetto 10, pur parlando di odio, cambia il soggetto. A chi appartengono gli "uni gli altri"? Nel testo greco questa locuzione è tradotta dalla parola "allēlous". La parola parallelo in italiano ha proprio questa radice. Vi è un vocabolo scientifico italiano che deriva proprio da questo lemma greco che è alleli, plurale di allele, che dai ricordi di scuola fa venire in mente i geni in coppia, o simili, nei cromosomi. Quindi soggetti reciprocamente simili l'uno all'altro. Paralleli, appartenenti ad uno stesso gruppo o comunità. Quindi, non a caso, differenti dalle nazioni, ma che comunque subiscono al loro interno discriminazione, odio, tradimento.
Osservando i vangeli sinottici di Marco e Luca, apparentemente sembrano limitare questa scrittura di Matteo.
Infatti nei versetti sinottici si legge:
Marco 13:12: "Inoltre, il fratello consegnerà a morte il fratello, e il padre il figlio, e i figli sorgeranno contro i genitori e li faranno morire;"
Luca 21:16: "Inoltre, sarete consegnati perfino da genitori e fratelli e parenti e amici, e metteranno a morte alcuni di voi;"
 
Nel contesto di queste scritture viene fatta la stessa distinzione tra un conflitto con una entità aldifuori (nazioni, tutti,) e tra chi ti sta più vicino, o un gruppo più intimo. L'espressione fratelli, (ἀδελφὸν, adelphon) sia in Marco che in Luca, può includere non solo chi proviene dallo stesso grembo, o fratello carnale, ma non può escludere anche il fratello spirituale, o appartenente allo stesso gruppo religioso, nella fattispecie un'altro cristiano. Infatti in Luca vi si aggiunge la specifica di amici, che può ben includere fratelli nella fede.
È noto che le comunità del primo secolo erano nella stragrande maggioranza dei casi congregazioni formate da grandi gruppi familiari, imparentati tra di loro.
Tornando a Matteo, i versetti successivi, l'11 e il 12 visti da un'ottica differente dicono qualcosa di inquietante:
"E molti falsi profeti sorgeranno e svieranno molti; 12  e a causa dell’aumento dell’illegalità l’amore della maggioranza si raffredderà."
 
Ricordiamoci che questi falsi profeti debbono essere necessariamente differenti da i falsi Cristi descritti in tutti e tre i sinottici in precedenza. (Matteo 24:4,5 - Marco 13:5,6 - Luca 21:8).
Cronologicamente questi falsi profeti appaiono successivamente all'inoltrarsi del tempo della fine. Sono tra noi? Sono coloro che sono usciti? Possono aver a che fare con lo Schiavo Malvagio, le Vergini Stolte, chi non porta a frutto il talento? Non lo so, ma non possono essere semplicemente rappresentanti della Cristianità, che hanno potere pari a zero per sviare e che non possono per nulla sviare molti. Questi molti sono all'interno di chi si dice Cristiano, all'interno della Congregazione, sennò l'avvertimento di Cristo non avrebbe senso. Questo sviare produce aumento dell'illegalità che causa il raffreddamento dell'amore.
 
Le considerazioni?
 
Oggi la WTS è sottoposta a tensioni. Scandali che riguardano vedute dottrinali, cambiamenti di intendimento, pedofilia, problemi e poca trasparenza finanziaria, estremismo nel trattare chi abbandona o chi non è dello stesso credo, responsabili nelle congregazioni che non si comportano da veri pastori, carrierismo, insistenza nelle credenze apocalittiche come dottrine sulla fine di questo sistema di cose, insomma questo ha messo e sta mettendo a dura prova il semplice fratello, la madre, il padre, il giovane, insomma l'umile. Vi è un aumento dell'illegalità (processi per cause giuste contro la WTS?) e un amore della maggioranza che si raffredda. E se la maggioranza corrispondesse numericamente ai molti?
 
Se dovremmo aspettarci di peggio, cioè il tradimento e la prova all'interno delle congregazioni stesse, il raffreddamento dell'amore, il tutto, seppure spaventoso, potrebbe comunque farci capire che tutte queste cose hanno un senso, e che la fine è realmente vicina e che "chi avrà perseverato sine alla fine sarà salvato". Forza fratelli! Non abbandonatevi proprio adesso! Saremo noi a cui i fratelli spaesati e increduli si affideranno?
 
Un abbraccio, Graf
 

____________________

 

1 commento:

  1. In buona parte sono d'accordo infatti il termine "tradire" può riferirsi solo a chi ha una stretta relazione con noi (che sia di sangue, affettiva o d'altro genere).
    Il semplice malvagio, fuori dalla nostra cerchia, può fare cose spiacevoli ma di un "estraneo" non si può dire che ci tradisca.
    Sono anche d'accordo sulla fondamentale differenza che passa tra "falso profeta" e "falso Cristo" ma su questo ci sarebbe molto da dire e a motivo dei collegamenti che siamo abituati a fare potremmo trarre delle conclusioni sbagliate...
    Credo che dovremmo buttare un occhio ai capitoli 8 e 9 della Rivelazione.
    Se invece di applicare alla cristianità (o quasi esclusivamente alla cristianità) applicassimo a noi certe scritture e/o interpretazioni, allora alcune cose comincerebbero a schiarire.
    "Il giudizio di Geova contro i falsi profeti" potrebbe includere il popolo di Dio (quasi tutti i falsi profeti sono usciti da Israele) e se questa è la visione corretta si arriverà ad un punto che questo popolo perderà la sua guida... (e non siamo arrivati a questo).
    Io ho già trattato queste cose nel mio blog e chi ha voglia può dare il proprio contributo, anche contestando, Bibbia alla mano, per arrivare ad una visione condivisa.
    Almeno per il momento, grazie allo studio della Rivelazione e alla comparazione di varie scritture ad essa collegate, devo dire che non mi stupisce affatto quello che sta succedendo (e anzi accadrà ben altro) ma non si può dire lo stesso dei fratelli in generale.
    Molti di noi, inclusi sicuramente alcuni tra i "consapevoli", non avrebbero mai immaginato questi problemi all'interno e certo parlando di "falsi profeti" o "persecutori" non l'avrebbero mai collegati ad altri "fratelli".
    Vi invito quindi a studiare e meditare sulle Scritture perché molte risposte, se non tutte, le abbiamo e le abbiamo sempre avute sotto i nostri occhi.

    RispondiElimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio