Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

01/06/15

Burocrati della Teocrazia: prìncipi egiziani che si esercitano alla tirannia di corte!






Gli antichi Egiziani detestavano i pastori (Genesi 46:31-34
Ad ogni modo dovettero tollerare la presenza degli Israeliti. 
Ma la situazione del popolo di Dio sarebbe cambiata in maniera radicale..

  • I moderni Egiziani o Burocrati di Corte detestano i veri pastori. Genesi 46:34b afferma: "..perché ogni pastore di pecore è detestabile per l’Egitto."

Ecco una prima analogia tra i despoti ed oppressori Egiziani e i moderni Burocrati di Corte. Essi ci tollerano perché facciamo parte del popolo di Geova ma ci detestano per i nostri alti valori cristiani, i quali mettono in cattiva luce la loro personalità non gradita a Geova.
Soprattutto sono avversi a coloro che si sforzano di essere dei veri pastori. Genesi 46:32 dice: "E gli uomini sono pastori, perché divennero allevatori di bestiame; e hanno condotto qui i loro greggi e le loro mandrie e tutto ciò che hanno.."
Un vero pastore impara ad essere un allevatore di bestiame e quando si muove porta con sè i suoi greggi e le sue mandrie in segno di protezione poiché un buon pastore non abbandona le sue pecore!


 

Esodo 1:8-9: " 8 A suo tempo sorse sull’Egitto un nuovo re
che non aveva conosciuto Giuseppe. 9 E diceva al suo popolo: “Ecco, il popolo dei figli d’Israele è più numeroso e più potente di noi."

Gli Egiziani cominciarono a temere gli israeliti che si erano stabiliti in Egitto perché erano molto prolifici.



  • Gli odierni Burocrati di Corte sono coscienti del fatto che il numero dei proclamatori consapevoli cresce sempre di più. Anche se in silenzio subiamo la loro oppressione, stiamo divenendo più numerosi e più potenti di loro!
Esodo 1:10-11: "10 Suvvia! Agiamo accortamente con loro, affinché non si moltiplichino, e di sicuro accada che, nel caso si abbatta su di noi una guerra, anch’essi si aggiungano certamente a quelli che ci odiano e combattano contro di noi e salgano dal paese”. 11 Posero dunque su di loro capi di lavori forzati allo scopo di opprimerli con i loro pesi; ed edificavano città come luoghi di deposito per Faraone, cioè Pitom e Raamses."


Gli Egiziani credendo di agire “accortamente”, tentarono di ridurne il numero degli Israeliti costringendoli a lavorare duramente come schiavi sotto le frustate dei soprintendenti, a portare pesi, fare malta d’argilla e a produrre giornalmente il numero di mattoni richiesto.

  • I moderni Egiziani credendo di agire accortamente tentano di decimare il numero dei proclamatori consapevoli trovando ogni modo per renderli inattivi. Invece coloro che con coraggio continuano a frequentare le adunanze per amore di Geova e del prossimo, devono fare i conti con la costrizione palese di lavori che nessuno dell'elite vuole fare. Esempio: Se una congregazione ha 10 SM, i moderni Burocrati non chiederanno a tali fratelli con le rispettive mogli di prendere parte alla pulizia generale pre-Commemorazione o se la congregazione è chiamata a partecipare a lavori di costruzione di Filiale e Sale delle Assemblee, i doppi e tripli turni di lavoro o di notti insonni a sorvegliare le attrezzature sono richiesti dai proclamatori consapevoli e mai dai loro pupilli. Mentre se c'è da avere un privilegioentra in gioco l'idoneità che un proclamatore consapevole non potrà mai avere per mille giustificazioni inventate al momento mentre per lo sfruttamento oltre ad essere sempre idonei, si richiede la massima ubbidienza!

L'articolo Continua -->

Ps Fate presente ai vostri CO, lo sfruttamento a cui siete sottoposti in congregazione come proclamatori consapevoli affinché l'elite capisca che deve servire e non essere servita. E soprattutto affinché i moderni Faraoni possano annegare nelle acque della loro stessa ipocrisia!